Utente 155XXX
Salve,
sono un ragazzo di 30 anni e mi sono deciso a contattarvi in merito ad un problema di salute che mi assilla oramai da qualche mese.
Rilevando delle variazioni dell'alvo, sono andato dal gastroenterologo per capire qualcosa di più e, a seguito di un RX del colo per OS mi è stato diagnosticato un colon irritabile, fino a qui nessun problema ad accettare la cosa in quanto esco da un periodo relativamente stressante.
Ad "aggravare" la situazione, dalla lastra è emersa una ptosi del colon trasverso (effettivamente sembra quasi una M).
Mi hanno prescritto del Colonir da associare a due buste di Crusca Shon la mattina e una pasticca di Debrum la sera...mi vorrebbero fare una colonscopia e la farò, ma per quanto sia un soggetto ansioso, questa volta sono un pochino scettico, non penso di averne bisogno.
A parte l'irritabilità dal colon, che si manifesta ovviamente in situazioni stressanti facendomi sentire perso se so di non avere libera possibilità di andare in bagno, la mattina riesco ad andare in bagno anche 4/5 volte in rapida successione (30/60 minuti), passando da feci dure e copiose, a feci sempre più molli e sottili.
Mi dicono che tale manifestazione è dovuto alla forma del mio colon, tempo che si svuota la parte terminale, il resto del colon si mette in moto ed ecco li la nuova necessità di andare in bagno...ma è possibile? e soprattutto non c'è modo di acquistare nuovamente una regolarità intestinale? mi sembra una follia andare in bagno così tante volte a breve distanza...non mi era mai successo e mi scoccia perchè tali sintomi mi rendono insicuro.

Grazie per l'attenzione,
cordiali saluti

[#1] dopo  
83786

Cancellato nel 2015
La conformazione del colon non può essere modificata dai farmaci. Un dolicocolon (colon lungo) è una condizione congenita che può essere (se le condizioni cliniche lo richiedono) modificata solo con un intervento chirurgico.

[#2] dopo  
Dr. Giovanni Greco

20% attività
0% attualità
12% socialità
BRINDISI (BR)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2009
LA DESCRIZIONE DETTAGLIATA DEL SUO CASO CLINICO E DEI SINTOMI AD ESSO CORRELATI, NON INVITANO NECESSARIAMENTE
ED URGENTEMENTE AD UNA COLOSCOPIA.LA PTOSI DEL COLON E' SICURAMENTE UNA VOSTRA PECULIARE CONDIZIONE GENETICA,MA CHE SI E' AGGRAVATA NEL TEMPO PER IL PERSISTERE DEL COLON IRRITABILE AGGRAVATO DAL VOSTRO STATO ANSIOSO,CHE PORTA PERENNEMENTE IL COLON IN UNO DI SPASMO COSTANTE NEL SUO TRATTO TERMINALE(SIGMA)CON LIBERAZIONE DELLE FECI AD EVACUAZIONI SUCCESSIVE COME SE FOSSERO I VAGONI DI UN TRENO CHE SI SVUOTANO IN RAPIDA SUCCESSIONE.TALE CONDIZIONE E' IN PARTE CONDIZIONATA DALLE VOSTRE ABITUDINI E NECESSITA' DI LAVORO.PERTANTO VI CONSIGLIO
DI EFFETTUARE DEGLI ANTISPASTICI A CICLI(DUSPATAL CPS 1X2
PER 10 GIORNI, CONTINUARE LE FIBRE ED AGGIUNGERE DEI PROBIOTICI.
AGGIUNGEREI DEGLI ACCERTAMENTI:
ESAME DELLE INTOLLERANZE ALIMENTARI(CITOTOXITEST)
ESAMI PER LA CELIACHIA.
RIMOZIONE DI EVENTUALI AGENTI STRESSANTI.
AFFIDARSI AD UN MEDICO COMPETENTE DA CONSULTARE NEI MOMENTI DI BISOGNO, IN QUANTO IL PROBLEMA HA BISOGNO
DI CONTINNUI AGGIUSTAMENTI TERAPEUTICI.
Dr. giovanni greco