Utente
Salve! Mi ha dirottato a questo tipo di consulto un altro (gentilissimo) medico di questo sito … in breve ho 31 anni e non ho mai avuto problemi fisici, se non una fastidiosa gastrite da circa 10 anni.
Ho fatto anche una gastroscopia 7 anni fa risultata positiva all’helicobacter, a cui è seguita la cura antibiotica per eliminarlo, ma purtroppo i fastidi allo stomaco sono continuati ( con alti e bassi, acuendosi specie al cambio di stagione). Da alcuni mesi mi hanno diagnosticato una tiroidite di hashimoto che è per ora sotto controllo (non prendo alcun farmaco) in concomitanza però ho cominciato ad avere disturbi davvero fastidioso che mi sta limitando tantissimo nella mia vita quotidiana: soprattutto nelle prime ore del giorno, fino alla sera, devo assolutamente evitare i seguenti cibi : pane, pasta, pizza, dolci lievitati e non, dolci contenenti cocco, formaggi stagionati e tutto ciò che è “pesante” e solido. Questi alimenti (anche solo una fettina) mi provocano fortissimi malesseri, che non ho mai avuto prima! Gonfiore della parte alta della pancia (a livello dello sterno), tachicardia (140 battiti al minuto da seduta), affanno, extrasistole (1 extrasistole ogni 5 battiti mi hanno misurato durante un attacco), nausea, affaticamento. L’unico modo per eliminare questi sintomi, che trovo davvero limitanti , è bere alcuni sorsi di liquido gasato (come coca cola). A quel punto comincio a eruttare aria ( dall’odore pessimo)e immediatamente la tachicardia passa, infatti il cardiologo mi ha ventilato l’ipotesi di una tachicardia parossistica. Finito questo sto di nuovo perfettamente bene.
A cena posso mangiare un po di piu senza sentirmi male, ma senza mai esagerare!. Sono stufa di questa situazione, sto andando avanti a pesce al vapore, pollo ai ferri, poca frutta e zucchine bollite da mesi! Ho fatto il test anticorpi antiparete gastrica ed è negativa. Il peridon mi aiuta abbastanza ma in me produce un fastidioso aumento della prolattina con tensione al seno perdita di latte e disturbi del ciclo.
Il mio medico avendo escluso con elettrocardiogramma problemi cardiaci dice che non c’è altro da fare che è un problema funzionale e che deve passare da solo, ma io sto male da tanti mesi e non ne posso piu.
Ps. Ho fatto il test delle intolleranze alimentari, che ha segnalato solo intolleranza al lattosio (il latte NON mi causa nessun disturbo essendo liquido)

[#1]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Il latte sembra apparentemente ben sopportato, ma probabilmente la sua fermentazione le provoca piu' di un disturbo, anche in considerazione del fatto che all'apposito test e' risultata positiva. Per prima cosa proverei ad eliminare latte, latticini e tutto cio' che ne contiene: e' un tentativo che vale la pena di fare.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#2] dopo  
Utente
non bevo piu latte da mesi ...

la mia dieta è la seguente:

colazione- succo di frutta all'ananas (non sopporto niente che sia solido per alcune ore dopo la sveglia)

pranzo- tonno al naturale o filetto di pesce al vapore (un paio di volte a settimana quando sono fuori casa, al posto del pranzo bevo un semplice succo di frutta o mangio una mela)

cena- pesce o fettina di manzo ai ferri piu verdura cotta (zucchini,asparagi o spinaci) una banana o un altro frutto

raramente mangio un po di riso o pasta però solo alla sera

il mio medico dice che mangio troppo poco, ma in realta non ho neppure appetito, specie durante il giorno (e comunque non ho perso un etto dopo un mese e mezzo di questa dieta)

non credo si tratti di intolleranze ...

[#3]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Non sono un dietologo e non so dirle quanto sia realmente bilanciata la sua dieta. Il mio era soltanto un tentativo di trovare una soluzione...
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#4] dopo  
Utente
ma io ho scritto cosa mangio non per avere un parere dietetico, ma per dimostrare che la mia alimentazione è molto scarna e che non mangio mai ne latte ne "schifezze" ... speravo di avere almeno qualche idea su come uscire da questa situazione che ormai è invivibile!

[#5]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Questi purtroppo sono i limiti di una valutazione a distanza: mi creda, se avessi un'idea gliela comunicherei senz'altro.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com

[#6] dopo  
Utente
grazie lo stesso! il fatto è che sono proprio disperata e dopo gli ultimi attacchi (sempre piu forti) sto cominciando ad avere il terrore di mangiare ... e questo non mi piace per nulla, ma d altronde quando mi prendono queste crisi sono cosi brutte che non posso evitarlo!
se la cosa puo aiutare dopo arrabbiature o pianti mi capita di avere, anche per una settimana di seguito, sapore amaro in bocca, lingua giallastra e bruciore alla gola al mattino ... mia madre dice che è la bile ...è possibile? e se fosse quello a impedirmi la digestione? grazie ancora se vorrà rispondermi!

[#7]  
Dr. Stefano Spina

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Veramente la bile ha il compito di favorirla la digestione... Comunque sembra che la componente psicosomatica, come spesso accade in questi casi, giochi anche per lei un ruolo piuttosto importante. Rimango dell'idea che debba affidarsi ad un Dietologo oppure ad un Gastroenterologo che sappia seguirla con pazienza soprattutto regolando al meglio le sue abitudini alimentari.
Cordiali saluti
dott. Stefano Spina
www.stefanospina.com