Utente 139XXX
Salve, sono un ragazzo di 20 anni e sto veramente troppo male. Tutto è iniziato lo scorso Agosto, nel quale ho avuto un crollo psicologico in seguito a numerose delusioni ed è iniziato in me un forte stato d'ansia. Ho iniziato ad avvertire bruciori e fastidio allo stomaco, eruttazioni, diarrea, nausea, inappetito. Stavo molto male e il solo pensiero di mangiare mi dava la nausea. Verso metà agosto sono andato a visita da un gastroenterologo che mi ha dato la cura per la gastrite a base di peridon, omeoprazolo e gaviscon, mi ha fatto un'ecografia addominale, dalla quale è risultata solamente un po' d'aria e mi ha prescritto le analisi del sangue, con valori risultati tutti nella norma. Con questa terapia sono stato un po' meglio con lo stomaco anche se comunque l'ansia ha continuato a darmi il tormento, perchè comunque sentivo di non stare bene. Verso i primi di settembre ho avuto un altro crollo, di nuovo ho iniziato ad avere fastidio allo stomaco con numerose eruttazioni e continui borborigmi. Verso metà ottobre ho fatto un'altra visita dal gastroenterologo visto che i sintomi non mi passavano, il quale mi ha fatto fare le analisi del sangue per vedere se c'era malassorbimento, però le analisi sono risultate perfette e mi ha diagnosticato un disturbo funzionale, probabilmente dovuto al mio stato ansioso. Ora è passato un altro mese dall'ultima visita del gastroenterologo e oggigiorno, anche se da un punto di vista psicologico sento di stare meglio, ho fatto anche delle sedute dalla psicologa, ho continui disturbi alla stomaco e all'intestino, cioè durante l'arco della giornata avverto spesso un senso di tensione allo stomaco, con pesantezza dopo i pasti ed eruttazioni che si prottagono per tutto l'arco della giornata, continue flatulenze e continui e rumorosi borborigmi. Inoltre a volte sento come delle bolle nella pancia, con continui movimenti d'aria rumorosi, e continue contrazioni, che portanto a continue eruttazioni e flatulenze. Ad esempio oggi, circa mezz'ora dopo pranzo ho iniziato ad avvertire queste contrazioni, bolle, con rumorosi spostamenti d'aria, e ancora adesso avverto questi sintomi, concentrati principalmente nella parte sinistra. Questi sintomi non mi danno tregua, sebbene a volte si plachino in alcuni momenti della giornata, poi improvvisamente e senza alcun motivo riprendono a darmi il tormento. Comunque l'appetito mi è tornato, anche se in circa 3 mesi ho perso 2,5 Kg, ma non penso sia un problema, visto che prima mangiavo pochissimo. Inoltre ho notato che se mangio cibi che fermantano nella pancia, anche se per esempio mangio 10 piselli, la situazione peggiora notevolmente e per quasi tutto il giorno avverto questa continua presenza d'aria nella pancia, con rumori continui che si avvertono chiaramente. Ora volevo sapere se tutti questi disturbi possono ricondurre ad una sindrome di intestino irritabile e se è necessario effettuare ulteriori accertamenti. Grazie per l'eventuale risposta.

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signore,
i sintomi esposti, la storia clinica e la giovane età non orientano per la richiesta di ulteriori indagini strumentali, ma confernamo la priorità di affrontare la componente psicologica.
Un eventuale supporto farmacologico sintomatico temporaneo può impiegare tensioattivi (simeticone, carbone vegetale) per il meteorismo.
Per completezza le allego il link all'articolo sul colon irritabile presente sul sito
https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/332-colon-irritabile-sindrome-intestino-ibs.html
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente 139XXX

Ok, comunque il colon irritabile è un problema di origine funzionale, quindi agendo sulla componente psicologica, di cui il disturbo funzionale è una diretta conseguenza, quest'ultimo dovrebbe gradualmente attenuarsi? Il fatto è che questi continui rumori mi rovinano l'esistenza, cioè se sto insieme ad una ragazza, mi dà troppo fastidio che si sentano questi rumori, finchè è questione di mal di stomaco, me lo tengo, lei non lo avverte, ma i rumori li avverte anche lei, e mi imbarazzano molto...

[#3] dopo  
Utente 139XXX

Ma possibile che per tutto il santo giorno avverto questi continui movimenti in pancia? A volte sento come delle bolle che scoppiano, soprattutto nella parte sinistra, cioè questi rumori mi fanno preoccupare molto e soprattutto mi stanno creando molto disagio. Per non parlare delle eruttazioni, sto tutto il giorno ad eruttare. Inoltre tutto il giorno avverto fastidio nella zona addominale, sto vivendo malissimo e non riesco più a stare sereno, non mi godo più neanche i momenti belli della vita. Possibile che non c'è nessuna causa organica? Purtroppo il mio problema consiste anche nel fatto che penso di avere qualche grave malattia organica e ritengo siano necessari ulteriori accertamenti, quali gastroscopia e colonscopia, ma il mio medico e i miei genitori non me li fanno fare questi esami, poichè dicono che sono molto invasivi e nel mio caso non sono ritenuti necessari, che il mio è solo un problema di testa... Come devo comportarmi? Sono disperato...

[#4] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
come deve comportarsi?
Pensare "di avere qualche grave malattia organica" allorché ala visita medica non risultano estremi per richiedere esami strumentali invasivi è un sintomo di disagio psichico e va affrontato in modo opportuno. Le consiglio pertanto di non sottrarre altro tempo alla ricerca di una soluzione e di consultare uno specialista psichiatra.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.