x

x

Cardioaspirina e finasteride

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Buona sera dottori, sono un ragazzo di 25 anni.
Volevo chiedervi alcune informazione sulle possibili precauzioni per lo stomaco da utilizzare per l'assunzione di questi due farmaci.
Il primo è la Finasteride 1mg che uso giornalmente( la mattina a stomaco vuoto) da 5 anni per curare una grave e precoce alopecia androgenetica. Grazie a questo sono riuscito a migliorare notevolmente, il problema è che il miglioramento è legato unicamente all'assunzione giornaliera. Il dermatologo da cui sono in cura mi ha detto più volte che il farmaco è sicuro e la sua assunzione può avvenire in qualsiasi momento della giornata. Cosa mi consigliate??
Il secondo è la cardioaspirina 100mg che assumo da 1 anno e 6 mesi dopo pranzo( senza alcun protettore). Il motivo di questa assunzione è che sono stato operato per un aneurisma all'arco aortico, quindi ora ho una protesi in DACRON sia per l'arco aortico che per la succlavia.
Proprio ieri ho avuto la visita di controllo dal chirurgo vascolare che mi ha operato e mi ha comunicato che dovrò continuare l'assunzione della cardioaspirina a vita. L'unica precauzione che mi ha detto di avere è quella di assumerla a stomaco pieno.
In merito a questo sono preoccupato, perchè leggo di persone che dopo anni si sono ritrovati con gastriti e dolori lancinanti.
Visto che vorrei evitare di avere altri problemi di salute chiedo un vostro consiglio a riguardo.
Ringraziandovi tanto
porgo cordiali saluti
[#1]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 139 98
Gentile signore,
nella situazione descritta non è necessaria l'introduzione di farmaci a protezione dell'apparato digerente; la precauzione suggerita dal suo medico è sufficiente.
Cordiali saluti.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buona sera dottore, mi scusi se la disturbo, ma ho bisogno di chiederle altri consigli su alcune mie perplessità.
Attualmente sto continuando l'assunzione giornaliera di cardioaspirina 100mg che, come le avevo anticipato tempo fà , molto probabilmente sarà a vita.
All'ultimo controllo cardiologico ,eseguito quattro mesi fa, mi è stato consigliato vivamente di intraprendere l'assunzione di un gastroprotettore ( pantoprazolo o omeprazolo) a cicli ( 3settimane di assunzione ogni 3 mesi) per evitare gravi problemi allo stomaco con il passare degli anni. Anche se io ora ( dopo circa due anni e mezzo di assunzione senza alcun protettore) NON HO ALCUN FASTIDIO.
Il mio medico di base mi ha sempre consigliato di EVITARE LA SOMMINISTRAZIONE di tali farmaci, in quanto secondo lui, sarei troppo giovane per intraprendere l'utilizzo di un inibitore dell'acidità di stomaco. Soprattutto mi ha spiegato che non sono farmaci testati per una somministrazione a lungo periodo.Tuttavia mi ha prescritto Gastrogel, un farmaco che riveste lo stomaco e non inibisce l'acidità, da utilizzare tutti i giorni.
Ho iniziato l'assunzione da 3 settimane di una bustina al di la sera prima di coricarmi, il problema è che l'assunzione mi crea nausea e stitichezza, inoltre noto che le feci sono diventate Nere.
Sinceramente ora ho un bel pò di confusione e non so cosa devo assumere.
Lei cosa mi consiglia riguardo la terapia da intraprendere ???
Secondo lei sarebbe più indicato il gastroprotettore a cicli o il gastrogel???
E' in commercio un farmaco con lo stesse proprietà del gastrogel ma non in bustina??? ( sotto forma di pillola, come il pantoprazolo)
Ringraziandola per l'attenzione
porgo cordiali saluti



[#3]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 139 98
Gentile signore,
non posso che ripetere quanto già scritto precedentemente: nella situazione descritta non è necessaria l'introduzione di farmaci a protezione dell'apparato digerente.
Cordiali saluti.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Buona sera dottore, grazie mille per la sua cortese risposta.
Farò come mi ha consigliato.
Volevo chiederle se l'assunzione di cardioaspirina gastroprotetta o NON gastroprotetta può cambiare qualcosa. Le chiedo questo perchè sul foglio illustrativo ho trovato scritto quanto segue:

In confronto ad una eguale dose di 100 mg di acido acetilsalicilico (priva di rivestimento gastro
protettivo) la concentrazione ematica massima di salicilati è ritardata di circa 3 ore.

Sinceramente non ricordo se ho assunto sempre quelle gastroresistenti o no, può cambiare qualcosa sulla modalità di assunzione???
Ringraziandola per la sua professionalità porgo
cordiali saluti
[#5]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 139 98
Gentile signore,
l'azione gastrolesiva dell'acido acetilsalicilico è indipendente dal contatto diretto con la mucosa gastrica al dosaggio normalmente impiegato per l'azione antinfiammatoria, analgesica e antifebbrile; questo dosaggio è molto più elevato dei 100mg della formulazione utilizzata come antiaggregante piastrinico.
Il basso dosaggio della compressa "cardiologica" è per solito ben tollerato nel soggetto che non ha concomitante gastrite o ulcera peptica (in questo caso è controindicato). La formulazione "gastroprotetta" della compressa limita ancor di più gli eventuali danni (minimi) derivanti dal contatto diretto tra farmaco e mucosa gastrica.
La precauzione di assumere il farmaco a stomaco pieno rende le condizioni ancor più favorevoli.
Cordiali saluti.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Buona sera dottore, grazie mille per le sue esaurienti risposte, mi ha veramente aiutato.
Cordiali saluti
[#7]
dopo
Utente
Utente
Buona sera dottore, mi scusi se la disturbo di nuovo, ma volevo avere il suo parere su un integratore, da usare per 3 mesi 1 cpr al di, datomi dal dermatologo per curare la dermatite seborroica.

L'integratore è il LIPOSKIN e contiene:

Acetil-LCarnitina cloridrato, Zinco solfato eptaidrato, Antiagglomerante: Talco, Vitamica C protetta tit. 97,5% (acido ascorbico, agente di rivestimento: etilcellulosa), Antiagglomerante: Magnesio stearato, Coenzima Q10, Palma (Elaesis guineensis), frutti estratto tit. min.15,2% in tocotrienoli (palma, amido di mais modificato), Antiagglomerante: Silicio biossido, Piridossal fosfato, Biotina. Agente di carica: Cellulosa microcristallina. Ricopertura delle compresse: agente di rivestimento: Idrossipropil metilcellulosa, Umidificante: Glicerolo, Emulsionante: Polisorbato 80, Coloranti: E171, E120.
Nel foglietto illustrativo si consiglia l'assunzione dopo cena.

Ho letto che contiene acido e visto che io assumo anche acido acetilsalicilico 100mg volevo chiederle se può causare disturbi allo stomaco.

Ringraziandola per l'attenzione porgo
Cordiali saluti
[#8]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 139 98
Gentile signore,
i componenti del prodotto non sono gastrolesivi.
Cordiali saluti.
[#9]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottore,
Cordiali saluti