x

x

Reflusso gastroesofageo

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Salve, circa un mese e mezzo fa ho iniziato con una tosse secca e improduttiva, bruciori di gola, abbassamento della voce (sintomo questo scomparso dopo qualche giorno)e affaticamento nel parlare. Ho tentato senza esito antinfiammatori, aerosol e antibiotici. Dopo circa 15 giorni dalla comparsa dei sintomi ho iniziato ad avvertire una sensazione di corpo estraneo in gola e allora ho consultato due otorini, entrambi mi hanno diagnosticato il GERD. Ho iniziato quindi la cura con lucen 40, riopan e dieta appropriata. Dopo circa dieci giorni di cura, dal momento che i sintomi non regredivano, ed anzi ho iniziato ad avvertire anche una lieve pirosi, ho consultato anche un gastroenterologo, lui sostiene che i sintomi che descrivo possono essere ascrivibili al GERD, ma che non è il caso ora di fare ulteriori accertamenti diagnostici dato che potrebbero risultare falsati dalla cura in atto, continuare quindi la cura per altre 12 settimane (solo lucen, riopan dice che non serve a niente) e poi rivederci per valutare il quadro. Faccio presente che i sintomi sono esclusivamente diurni, e questo mi sembra un pò in contrasto da ciò che leggo in giro sul GERD. Attualmente le costanti sono la tosse e l'affaticamento nel parlare, gli altri disturbi, pirosi e sensazione di corpo estraneo, vanno e vengono. Sono ormai più di tre settimane che sto facendo la cura ma non trovo alcun beneficio. Mi chiedo se ciò sia normale ed entro quanto tempo devo aspettarmi qualche miglioramento.
Ringrazio in anticipo chiunque voglia rispondere.
[#1]
Dr. Lucio Pennetti Chirurgo generale, Chirurgo vascolare 1,2k 27
Se dopo esame laringoscopico è stata avanzata l'ipotesi di reflusso gastroesofageo,al momento opportuno il gastroenterologo le prescriverà le indagini necessarie alla conferma diagnostica.Semmai in tempi brevi se la terapia in corso non è efficace.
Saluti

Dr. Lucio Pennetti
Specialista chirurgia generale
Specialista chirurgia vascolare
Chirurgia videolaparoscopica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille della risposta dottore.
Quindi mi sembra di capire che non devo attendere le 12 settimane, se continuo a non ottenere risultati devo tornare dal gastroenterologo e chiedere di fare subito gli approfondimenti diagnostici.
Ma entro quanto tempo la cura dovrebbe sortire effetti?
Considerato che la sto facendo da tre settimane devo attendere ancora?
[#3]
Dr. Lucio Pennetti Chirurgo generale, Chirurgo vascolare 1,2k 27
In tre settimane qualche benficio avrebbe dovuto avvertirlo.Le possibili cause di una risposta inadeguata potrebbero essere la presenza di HP o un reflusso di tipo biliare e non acido(in questo caso l'inibitore di pompa perde di efficacia)
Saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottore, tornerò da gastroenterologo.
Saluti.

Il reflusso gastroesofageo è la risalita di materiale acido dallo stomaco all'esofago: sintomi, cause, terapie, complicanze e quando bisogna operare.

Leggi tutto

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio