Utente 232XXX
Buongiorno,
in seguito ad alcuni sintomi quali dissenteria, perdita di sangue durante la defecazione, senso di pesantezza e male al lato sinistro dell'addome (a volte focalizzato nel quadrante basso ed altre esteso all'intero fianco) ho iniziato (dopo circa un mesetto con alimentazione prevalentemente "in bianco" senza nessun miglioramento) a fare tutta una serie di controlli quali:
- Analisi del sangue
- Analisi delle feci
- Analisi delle urine.
Tutti gli esiti sono stati negativi (anche la ricerca del sangue occulto).
Ho così deciso di farmi vedere da un gastroenterologo il quale mi ha sottoposto a colonscopia con biopsia.
Riporto di seguito l'esito:

Colonscopia:
Preparazione colica adeguata.
Esame condotto fino al cieco con risalita per alcuni cm nell'ultima ansa ileale.
Si rileva:
- ultima ansa ileale regolare;
- colon dx e traverso di norma con RV ben rappresentato;
- colon sx e sigma interessati parzialmente da microeresioni aftose ma senza alterazioniparete e di RV
- retto interessato da multiple erosioni con attenuazione dell'RV e pareti congeste in modo particolare al giunto retto/sigma.
Biopsie seriate.
Residui fecali contaminati da minuti coaguli nel retto e tracce di muco.
Circolo emorroidario congesto.
Conclusioni:
Proctite aspecifica lieve;
Sigmoidite aftosa lieve.

Biopsia:
Notizie cliniche:
A: biopsie colon dx traverso
B: biopsie colon sx sigma
C: biopsie dle retto

Reperto macroscopico:
A-B-C: frustoli grigo rosei

Giudizio diagnostico:
A: Lembi di mucosa di grosso intestino edematosa congesta con lievi segni di cronica flogosi di tipo aspecifico;
B: Lembi di mucosa di grosso intestino edematosa congesta con noduli di tessuto linforeticolare e focale flogosi in parte ad impronta granulocitaria con discreta quota eosinofila;
C: Lembi di mucosa di grosso intestino con intenso edema e congestione, lieve fibrosi e lievi segni di cronica flogosi aspecifica.

In attesa del consulto del mio gastroeneterologo e dell'esito dei seguenti esami del sangue: pAnca, Sca, PCR, VES, FAN, ANA le mie domande sono:
1) Cosa ho?
2) Leggendo qualcosa in giro mi è venuto il dubbio che possa avere qualche malattia tipo MC o RCU, sono compatibili con i risultati o è altro?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Nulla di preoccupante.Una lieve infiammazione del colon ma non IBD( malattie infiammatorie come MC o RCUE). La presenza di eosinofilia potrebbe consigliare un esame coprologico.
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente 232XXX

Buongiorno,
grazie per la risposta.

Ho già fatto l'esame coprologico (delle feci) ed era tutto negativo anche se non ricordo bene cosa era stato cercato tra i vari parassiti.
Lei ha qualche suggerimento in proposito?

Grazie

[#3] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Se l'esame delle feci è negativo il problema della proctite aspecifica non è preoccupante. Attenda il risultato dei test per ascludere la presenza di malattie autoimmuni e in seguito senta un coloproctologo per la valutazione del prblema emorroidario.
Dr. Roberto Rossi

[#4] dopo  
Utente 232XXX

Le riporto l'esito dell'esame delle feci:
Aspetto: non formato
Colore: colico
Consistenza: pastosa
Reazione: alcalina
Grassi neutri: assenti
Fibre carnee indigerite: +
Fibre vegetali indigerite: +
Granuli di amido: +
Leucociti: rari
Emazie: +++
Spore fungine: +
Acidi grassi assenti
Ricerca sangue occulto feci: negativo
Es. Parassitologico feci: nel campione in esame no protozoi parassiti, metazoi parassiti, loro cisti o uova.

Cosa ne pensa?

Mi diceva di attendere l'esito degli esami per escludere malattie autoimmuni, si riferisce a MC e RCU o anche ad altro?
Ultima cosa, se possibile, mi puo' dare un'indicazione di massima su come leggere gli indio degli esami del sangue che le ho scritto prima?
Lunedi' ritirero' gli esiti ma vedro' il mio gastroenterolo martedi'.

Grazie di tutto

[#5] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Gli esami del sangue richiesti servono a escludere la presenza di malattie autoimmuni . Esistono moltissime malattie autoimmuni( es. Lupus eritematodes, diabete giovanile,alcune forme di tiroidite ecc. ecc.) non solo RCUE e MC. Le malattie autoimmuni sono patologie causate dal sistema immunitario che per cause diverse non riconosce più lo stesso organismo che lo ospita e aggredisce le cellule dei vari tessuti danneggiandoli in maniera più o meno grave.
Dr. Roberto Rossi

[#6] dopo  
Utente 232XXX

Grazie delle informazioni.

[#7] dopo  
Utente 232XXX

Buonasera,

Ho ritirato gli esami del sangue ed e' tutto negativo tranne il valore PCR che e' 0,10 (valore di riferimento < 0.5).
La diagnosi e' stata colite eosinofila o (ipotesi meno probabile) RCU sieronegativa.
La cura e':
2 capsule al giorno di enterolactis plus per 3 mesi
3 capsule di Clipper per un mese, poi 2 per un altro mese e poi 1 per l'ultimo mese
20 capsule di Antra, 1 al giorno.
Dieta: si puo' mangiare qualsiasi cosa tranne i legumi.

Non sono rimasto molto soddisfatto di questa diagnosi soprattutto per l'incertezza e per la mancanza di cause... Oggi mi sono sottoposto al vega test dal quale e' venuto fuori che ho qualche intolleranza al glutine, al latte e alla farina di grano.
Mi e' stato consigliato di effettuare il test per la celiachia (tramite analisi del sangue) ed una cura omeopatica al fine di sostituire il cortisone che al momento lavora sull'infiammazione senza agire sulle cause della mia patologia.

Sono un po' confuso e confesso molto scoraggiato in quanto i dolori al fianco sinistro continuano e non so piu' cosa mangiare ed inoltre non vedo prospettive di miglioramento.

Aspetto fiducioso un suo parere dottore.

[#8] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Mi pare che gli esami fatti escludano patologie gravi. E' probabilmente una forma di colite aspecifica come dice il riscontro istologico ad impronta eosinofila. L'ipotesi di IBD siero negativa sembre meno ipotizzabile anche perchè l'istologia non evidenzia gli elementi che si riscontrano nelle malattie infiammatorie come quelle paventate. Le cause scatenanti delle coliti aspecifiche(come del resto anche delle IBD)non sono del tutto note. Mi pare anche che la dieta consigliata non sia restrittiva e per quanto riguarda le eventuali intolleranze alimentari saranno i test ematologici e il prelievo bioptico sulla seconda porzione duodenale a escludere una intolleranza al glutine ed il breath test all'idrogeno per quella al lattosio.
Dr. Roberto Rossi

[#9] dopo  
Utente 232XXX

Buongiorno dottore,

intanto grazie per la risposta...
Volevo chiederle un ulteriore parere, è daccordo con la seguente cura:

1° MESE
- Enterolactis plus: 1 pastiglia 2 volte al giorno
- Clipper: 2 pastiglie al mattino, 1 pastiglia al pomeriggio
- Antra: 1 capsula al mattino (20 capsule in tutto)

2° MESE
- Enterolactis plus: 1 pastiglia 2 volte al giorno (per 20 giorni al mese)
- Clipper: 2 pastiglie al mattino


3° MESE
- Enterolactis plus: 1 pastiglia 2 volte al giorno (per 20 giorni al mese)
- Clipper: 1 pastiglia al mattino

Per quanto riguarda la dieta è giusto mangiare un po' tutto tranne i legumi?

Grazie per l'attenzione

[#10] dopo  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
4% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2011
Ritengo che sia corretto affidarsi al professionista scelto. Per quanto concerne la dieta deve essere varia e ricca di frutta e verdura fresca di stagione.
Dr. Roberto Rossi

[#11] dopo  
Utente 232XXX

Grazie dottore e Buone feste