Utente 248XXX
Salve a tutti, sono una ragazza di quasi 19 anni e da un paio di settimane accuso degli irritanti fastidi al fianco destro. Non li considero prettamente dolori, perchè riesco a sopportarli e non mi provocano esattamente una situazione estrema, tanto che riesco comunque a svolgere le azioni quotidiane e gli sforzi soliti.

Ho consultato il mio medico circa 10 giorni fa perchè oltre al fastidio avevo dei problemi di diarrea alternati a totale mancanza di defecazione, e ha eseguito la palpazione di tutto l'addome e non ho riscontrato nessun dolore neanche al contatto. Ha quindi ipotizzato che nella migliore delle ipotesi si trattasse di problemi di alimentazione. Mi ha quindi prescritto il normix (2 compresse prima di colazione e prima di cena per 6 gg) e il Codex (1 capsula prima di pranzo per 20 gg).
Terminata la terapia del normix e continuando ancora quella del codex mi sono resa conto che i problemi per andare al bagno sono pressochè spariti, dato che ora riesco ad andare tranquillamente da corpo (nonostante io sia sempre stata un po' stitica di mio).
Invece il fastidio al fianco, che spesso si estende anche nella parte destra appena più sopra dell'ombelico e sotto l'ultima costola, è rimasto, tanto che in settimana ho nuovamente chiamato il mio medico e mi ha detto di prendere il Codex 2 volte al giorno.

Ora, questo fastidio che avverto lo sento in maniera particolare quando sono seduta avvertendolo come se avessi qualcosa che preme contro la parete della pancia. Quando sono stesa a pancia in giù, invece, mi sembra come di sentire qualcosa che preme da dentro e lo avverto in maniera particolare quando mi "stiro" o tendo a contrarre i muscoli. Quando starnutisco, invece, avverto doloretti all'addome. Inoltre il fastidio e il dolore stesso passano completamente se mi raggomitolo con le gambe contro il fianco o se poggio qualcosa di soffice contro la parte e ancora meglio con la borsa dell'acqua calda.
Nessun calo di appetito o disturbi per quanto riguarda l'alimentazione e inoltre pare che il fastidio a volte si irradi verso l'ovaia destra.
Di cosa si può trattare? Grazie mille e in anticipo!

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Senza una visita diretta, ovviamente, non è facile dare suggerimenti. La cosa più probabile è che si tratti di una distensione del colon dai gas intestinali ed in questo caso il disturbo dovrebbe ridursi con l'evacuazione. Non è da escludere, in alternativa, un problema osteo-muscolare ed inoltre sarebbe da approfondire con eventuale ecografia dell'addome.

Cordialmente
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 248XXX

Grazie mille per la sua pronta risposta, Dottore.
In ogni caso posso escludere qualcosa di grave o per la quale ci sia bisogno di un soccorso in brevi tempi?

[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Mi sento proprio di dire che non vedo motivi di allarme.
Le chiedevo prima, il disturbo a riduce con l'emissione di aria ?

Saluti




Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 248XXX

Non in maniera particolare, Dottore, e neanche con la defecazione. Ad ogni modo ripeto che più che un dolore è un fastidio che tuttavia risulta ingombrante e che mi suscita ansia. Aggiungerei anche che attendo il mio ciclo mestruale che dovrebbe giungere a giorni. Potrebbe c'entrare?
La mia ansia per quanto riguarda un ipotetico allarme, perchè sono un soggetto MOLTO ansioso, è dovuta al fatto che tra una settimana avrei un viaggio in programma e non vorrei dovermi trovare con la paura che possa capitare qualcosa per cui sia necessario un pronto intervento.

Ad ogni modo, la ringrazio per le sue risposte Dottore
Le auguro una buona domenica!

[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Di nulla si figuri e buona domenica a lei.

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it