Utente
Salve, ho 34 anni e soffro di esofagite da reflusso diagnosticatami nel 1998 dopo gastroscopia. Assumo al bisogno Mepral ma a volte capita di avere un pò di bruciore di stomaco ( soprattutto con cibi che so non essere indicati tipo condimento al pomodoro, recentemente anche con l'anguria ). 4 giorni fa ho avvertito tale fastidio, poi il giorno successivo ho avuto dolorini che si spostavano in varie parti della pancia ( a volte perfino dolori tipo puntura sull'esterno coscia e ieri mattina fino al pomeriggio un fastidio più che dolore al lato sinistro ma in zona più alta rispetto all'ombelico, a volte quasi sul fianco mentre lavoravo addirittura a volte spariva e lo avvertivo appunto sulla coscia, poi magari sopraggiungeva un altro dolorino a destra... Cosa strana che poi ho sicuramente aggravato stando lì a pensarci su! Tornato dal lavoro ho pranzato e dopo una porzione di macedonia ho avuto un dolore alla parte destra come se fosse piena d'aria ( i classici mal di pancia che da bambino ti facevano stare a pancia in giù ), sono andato in bagno, il dolore é continuato ( sempre sopportabilissimo ed anzi ricordo che in passato avevo avuto episodi del genere dopo l'evacuazione ) ed é passato dopo essere salito in auto ed aver guidato per circa venti minuti. Da lì poi non ho più avuto neanche il dolore della mattina a parte 2/3 brevi fitte. Iei in particolar modo piegandomi sentivo male alla base della schiena parte sx tipo acido lattico. Aggiungo che dopo colazione avevo avuto un pò di fastidio allo stomaco, quasi leggera nausea ( ho evitato di bere latte e mangiare yogurt ). Oggi tutto ok tranne stamattina che ogni volta che avevo come la sensazione di dover "ruttare" ma ovviamente non facendolo sentivo un dolorino alla bocca dello stomaco. Ora il dolore alla sx é ripreso ma non più praticamente continuo come ieri. Ieri sera ho preso un integratore di fermenti lattici e da tre giorni faccio colazione con camomilla ed anche la sera la bevo invece del caffé o la sostituisco con una tisana. Oggi ho notato che le feci erano giallastre, ho il dubbio che non sia la prima volta ma non ne sono sicuro é che l'essere "allarmato" da questi sintomi me l'ha fatto notare poiché parto per le ferie domani e mi era venuta la paura di star poco bene mentre sono via. Ricordo che questo dolore l'ho sicuramente avuto ancora nel corso della mia vita ed ho pensato potesse trattarsi di uno scombussolamento dovuto al cambio del tempo di questi giorni! Non ho più fatto dopo anni la gastroscopia anche se 4/5 volte all'anno anche meno mi capita di svegliarmi con mal di testa ed ai cervicali che mi prende lo stomaco e finisco per vomitare tutto il giorno se anche solo bevo, fatto più visite neurologiche e mi é stato detto trattasi di cefalea che ogni tanto mi prende più forte interessando lo stomaco ed a volte facendomi vomitare. Risolvo con Difmetrè supposte quando riconosco la situazione "pesante".

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
credo debba usare dei procinetici e del Simeticone,
le miglioreranno la cinesi intestinale e ridurranno il suo meteorismo.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto dottore! Il dolore nelle ultime ore é praticamente scomparso a parte la sensazione di un pò di bruciore dopo mangiato e di aver l'addome gonfio quasi come avessi necessità di evacuare. Due mesi fa circa ho avuto problemi con una tosse che mi causava sensazione di soffocamento e siccome avevo avuto due o tre episodi di rigurgito notturno che mi avevano fatto svegliare di colpo il mio medico mi ha prescritto inizialmente Bentelan e Clavulin poi ipotizzando fosse dovuto all'esofagite Mepral da prendere nel pomeriggio e Gaviscon dopo cena, sto attualmente terminando la terza scatola poi in teoria dovrei aver finito. Chiamerò il mio medico per chiedere se devo proseguire questa cura e farò presente il suo consiglio in modo che mi possa fare la ricetta cosicchè possa acquistare i farmaci prima di partire e godermi le ferie. E' stato veramente gentile e le farò senza dubbio sapere.

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Molto bene.

Mi aggiorni pure.

Distinti saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Oggi a pranzo e anche poco fa a cena ho inoltra avuto la sensazione deglutendo ed anche dopo semplicemente con la saliva di un fastidio allo sterno a dx come se ciò che deglutisco faccia fatica a passare e sulle pareti dell'esofago, fastidio non fortissimo ma fastidioso perché da la sensazione di un peso. Riferirò anche questo, che so può essere causato dall'esofagite da reflusso! Proprio ora che per alcuni giorni non posso farmi visitare!

[#5] dopo  
Utente
Mi sono recato al Pronto Soccorso in quanto in mattinata il mio medico non avrebbe potuto visitarmi e il fastidio mi era nuovo a quell'altezza. Mi é stata fatta una flebo di Plasil e Pantorc, fatto prelievo, elettrocardiogramma e Rx addome e torace.
Esame Obbiettivo: Eupnoico,normosudorante. E.O. torace nella norma. MV normotrasmesso e buona espansibilità polmonare. Basi mobili. Non stasi nè rumori aggiunti. Toni puri, pause libere. Non sfregamenti. Non edemi declivi nè segni di scompenso emodinamico. Iperemia del faringe. Addome piano, non cicatrici, trattabile, non dolente nè dolorabile. Mc Burney, Blumberg, Murphy e giordano negativi. ACV neg bilat. Normotimpanismo colico. Non ottusità. Peristalsi valida. Non soffi. Polsi femorali validi, sfigmici e simmetrici.
Diagnosi in uscita: Reflusso gastro-esofageo.
Note e prescrizioni: Alla dimissione pz asintomatico in buone condizioni cliniche. Esami ematochimici nella norma ( si segnala solo lieve ipokaliemia= 3,4 e lieve piastrinopenia = 137.000 da ricontrollare tra 10-15 gg. ) A domicilio dieta ( Come da fogli oallegato ) e terapia prescritta. Si affida al curante per controllo e per il proseguo delle cure.

Le piastrine le ho sempre avute basse ma farò un controllo appena tornato a casa dalle ferie entro due settimane. Ho specificato di soffrire di esofagite da reflusso e che cosa prendo ma che i sintomi erano nuovi. Dopo la flebo il fastidio é riamsto solamente alla bocca dello stomaco con ripercussioni sul dorso, quasi avessi dormito su qualcosa di duro, resta poi un pò di fastidio in gola per cui due mesi fa mi ero già rivolto al mio medico senza pensare potesse dipendere dallo stomaco ma che fosse un semplice raffreddore.
Devo prendere Levopraid 25 mg una compressa mezz'ora prima dei pasti principali e Lansoprazolo 30 mg una capsula al mattino a digiuno. Inoltre Polase bustine una volta al dì per 5 - 6 giorni. Spero che questo dolore simile a quando si deglutisce un boccone troppo grosso sparisca ed ora mi adopererò a seguire la dieta. Magari come ho chiesto al medico é il caso che faccia una gastroscopia anche se ho brutti ricordi di quella effettuata nel 1998 ma so che ora si può fare da sedati. dottore, io la ringrazio per l'attenzione e la gentilezza e le chiedo se ha altri consigli o pareri da darmi. Le fitte sembrano sparite, resta a volte la sensazione come di dover evacuare ma niente di più dolore a parte. Finora i sintomi principali erano sempre stati bruciori ed a volte sensazione di far fatica a digerire, non nascondo che mi sono spaventato accentuando ancor di più dal fatto che dovendo assentarmi da casa non potevo rivolgermi al medico curante.

[#6]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Quanto ha riferito
richiama la Malattia da Reflusso Gastroesofageo,
non sarebbe sbagliato, dopo 14 anni,
effettuare una nuova verifica endoscopica.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#7] dopo  
Utente
Salve, aggiorno sulla situazione. Il giorno dopo l'intervento del Pronto Soccorso il fastidio era rimasto, poi alla sera, tra la confusione del viaggio ho erroneamente preso un altra dose di Lansoprazolo prima di cena e da quel momento i sintomi sono spariti, ho avuto solamente nei giorni successivi un pò di dolore una notte e al ritorno un pò di nausea e sensazione di acqua nello stomaco ma non avendo altre alternative contro di me va detto che ero stato "costretto" a cenare in un fast food. Per il resto sono stato davvero bene e l'unico per modo di dire fastidio era che a votle sentivo specie da sdraiato come se il ventre si contraesse velocemente quasi a livello muscolare ma nulla di doloroso. Oggi sono andato dal mio medico di base e mi ha prescritto esami del sangue e visita dall'ematologo pur ritenendo nulla di rilevante i valori riscontrati. Inoltre farò una gastroscopia, stavolta in sedazione ( brutti ricordi ). Stamattina mi sono alzato col solito dolore cervicale e di testa che però é andato via via scemando pur rimanendo e che mi ha causato fastidi tipo nausea non continuativi tant oche ho potuto fare tutte le mie cose. Ho poi avuto la malsana idea di masticare un chewing gum in quanto in passato mi aveva aiutato quando avevo problemi di digestione, una decina di minuti e stavo meglio, invece stavolta ho vomitato. Finora ciò é sempre stato riferito essere causato dalla cefalea di cui soffro ma con la gastroscopia almeno mi toglierò il dubbio che non sia dovuto ad altro visto che mi capita 4/5 volte all'anno. Ho deciso poi di continuare con il Levopraid avendo notato notevoli benefici mentre ho termianto con il Gaviscon Advance. Sto limitando il caffè e sempre dopo i pasti mai a digiuno e le bibite gassate, se penso a come stavo sono contento.

[#8]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Molto bene.

Ci aggiorni pure, se desidera.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#9] dopo  
Utente
Salve! Aggiorno la situazione! La situazione é migliorata e sto bene anche se ieri sera mi sono concesso una pizza e avvertivo un pò di bruciore. Venerdì ho effettuato gli esami del sangue e domani avrò l'esito quindi prenoterò la visita dall'ematologo. Riguardo alla gastroscopia ho sentito diversi ospedali, in uno la fanno o da coscienti oppure in sedazione profonda però richiedono una visita dall'anestesista ma mi hanno detto di ripassare perché c'era da aspettare fino a sera e mi sconsigliavano di restare quindi non l'ho fatta ancora. Il problema sta che prima di maggio non c'è posto e finché non ho il parere dell'anestesista non mi prenotano. Mi sono rivolto anche in un altro e nemmeno qui hanno preso l'appuntamento perché non avevano modo di farlo ma mi hanno spiegato che oltre che da coscienti loro la fanno in sedazione profonda senza bisogno dell'anestesista perché fa tutto il gastroenterologo con un farmaco tipo il Valium. In un ambulatorio privato infine, l'esame mi costerebbe quasi 300 Euro compreso l'esame istologico ma anche qui devo farmi visitare dall'anestesista che vuole esami del sangue, ecg ecc... Un bel costo ma non é quello il problema. Non capisco perché da una parte sia richiesto l'anestesista e dall'altra no! Se mi rivolgessi dove fa tutto il gastroenterologo sarebbe sicuro e indicato? I tempi sarebbero notevolmente più brevi ma leggendo sul web mi sembra di aver capito che quando si tratta di addormentare una persona é semrpe indicato avere uno specialista accanto. Io semplicemente non voglio sentire nulla, voglio dormire e svegliarmi come se non fosse successo nulla ma se devo aspettare tutti questi mesi faccio in tempo a peggiorare ed a questo punto la faccio da cosciente.

[#10]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Si faccia guidare dal suo curante per la scelta,

.... in mani esperte non avrà alcun problema ==> scelga quelle!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#11] dopo  
Utente
Salve! Giovedi ho la gastroscopia con biopsia in sedazione! Almeno così mi hanno assicurato, non nascondo che pur avendola fatta da cosciente la prima volta, adesso man mano che si avvicina il giorno mi sto un pò agitando! Soprattutto perché ho dovuto sentire vari ospedali e come dicevo alcuni per addormentare e svolgere l'esame richiedevano visita da parte di un anestesista, esami del sangue, elettrocardiogramma ecc. mentre dove ho prenotato ( Ospedale di Padova ) mi hanno assicurato che verrò addormentato ma non ho dovuto effettuare nessun esame o visita! E' possibile o le persone con cui ho parlato mi hanno detto così solo per stare tranquillo! Non me ne intendo e quindi non so se sia possibile addormentare così una persona come se nulla fosse anche se alcuni consoscenti mi dicono che fu così quando sostennero l'esame, altri che poi alla fine invece fu loro fatta da cosciente! Addirittura ina mia collega la settimana scorsa ha effettuato la stessa e l'endoscopia senza venire addormentata ed oggi quando me l'ha detto mi é venuto qualche dubbio! Ok non si muore però non mi paice neanche soffrire così! Comunque, tra alti e bassi sto abbastanza bene, ogni tanto i bruciori si sentono soprattutto con alcuni cibi però a parte il periodo cambio di stagione non ho più avuto dolori! Semmai mi accorgo che dall'epoca del ricorso al PS ogni tanto sento l'addome come contrarsi, cioè, fa dei movimenti come se aprissi e chiudessi la mano continuamente, credo si possa vedere ad occhio nudo. Nessun fastidio né dolore e non succede tutti i giorni però mi sembra sia iniziato da quei giorni tale fenomeno! Ora attendo l'esame sperando di riuscire a ridurre anche i restanti fastidi con uan cura appropriata!

[#12]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Non si preoccupi,
affronti serenamente l'esame e vedrà che non ci saranno problemi.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#13] dopo  
Utente
Salve, in ritardo torno a scrivere per informarvi dell'esame effettuato il giorno 21 Febbraio! Tra l'altro fatto con 2 linee di febbre che poi sarebbero sfociate in una ricaduta di uno stato influenzale patito il mese prima. Per svolgere l'esame mi é stato spruzzato uno spray in gola e poi una sedazione. L'infermiere mi ha detto che avrei sentito girare la testa, io ricordo solo che tra me e me pensavo che ciò nona ccadeva dopodichè rammento l'infermiera che mi diceva di ascoltare il medico quando ho avuto dei conati mi pare con tosse e lo stesso medico che diceva che erano nello stomaco e poi che avevano finito. Il bello é che poi nella stanza del risveglio mia madre mi ha detto che ho pure parlato col medico ma io ricordo solo vagamente di aver ricevuto l'esito e basta! Tornato a casa ( non ero in formissima ), ho dormito per circa un ora e poi mangiato una minestra che però non ho trattenuto a causa della tanta aria che avevo nello stomaco e che me l'ha fatta espellere, dopo un pò però la situazione é migliorata e pian piano ho ripreso a mangiare anche se mi sono fatto una settimana a casa con la febbre. Questo il referto:
Esofago regolare per calibro e aspetto e peristalsi sino al terzo medio; in sede distale minuta erosione ovalere ( credo si dica ovalare ma riporto quello che é scritto ) sovragiunzionale anteriore; segue ernia jatale da scivolamento di circa 3 cm; stoamco a uncino con discreta quantità di bile; fondo e corpo regoalri; pliche plastiche; antro marezzato; piloro pervio; bulbo e II porzione duodenale indenni.
lac 1 antro parete ant antro parete post
flac 2 angulus

Conclusioni: Esofagita Classe A sec LA; ernia jatale; gastrite compatibile con reflusso bilaire in stomaco a uncino
Farmaci somminsitrati: Xylocaina Midazolam 4

Ho sotto mano pure l'esito della gastroscopia del 1998 che é il seguente:
Agevole introduzione dello strumento. Esofago regoalre per tutto i ldecorso sino al terzo distal precardiale che appare iperemico.
Cardia posto a 41 cm dall'a.d, discinetico.
Stomaco ampio anche se ripiegato ad uncino.
Pareti plastiche con rivestimento mucoso roseo.
Piloro in sede, competente. Negativa la U-turn.
Bulbo rivestito da MUCOSA LIEVEMENTE IPEREMICO.
A livello della porzione distale, prima del ginocchio superiore é presente piccolo pseudopolipo ( biopsia ) sessile. Nella norma il lume e la seconda porzione.
Conclusioni: esofagite distale iperemica in sogg. con note di duodenite bulbare cronica e discinesia dei tratti esplorati. Si consiglia Prepulsid 1 cps x 3 e Mepral 1 cps la sera, il tutto per 2 mesi.
La biopsia poi riportava che trattavadi di uno Pseudopolipo infiammatorio.

In settimana se riesco vado a ritirare il referto della biopsia ma intanto ho già mostrato questo referto al mio medico di base che mi ha detto di continuare la terapia che seguo ormai da 15 anni ovvero Lansoprazolo o Omeprazolo al bisogno oltre a badare a ciò che mangio. Devo dire che comunque va meglio rispetto ai tempi passati anche se pure in questi giorni un pò di bruciore si é fatto sentire soprattutto dopo aver mangiato cibi con pomodoro e caffè che mi concedo ancora mentre ho praticamente eliminato le bibite gassate che consumo raramente e ne sto sentendo i benefici. L'esofagite e lo stomaco ad uncino mi erano già stati diagnosticati nella gastoscopia del 1998 e per questo ero stato invitato a mangiare poco e spesso piuttosto che fare pasti abbondanti e devo dire che non semrpe, causa lavoro ho potuto seguire il consiglio. Ora attendo l'altro esito, il medico mi ha fatto capire che gli attacchi di nause di cui soffro 4/5 volte all'anno unitamente al mal di testa sono causati appunto da ciò e non dallo stomaco e per me é già una buona cosa pur potendo dire di non essermi fatto mancare i disturbi e precisando che non ci capisco molto di tutti questi termini medici.

[#14]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
In pratica una conferma della malattia da reflusso,
che ovviamente dovrà gestire rispettando le norme alimentari antireflusso e seguendo le indicazioni terapeutiche del suo curante.

Cordialità
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#15] dopo  
Utente
Salve, oggi ho ritirato l'esito dell'esame istologico!
Descrizione Macroscopica

Materiale inviato in esame come:
1) n. 2 campioni bioptici della mucosa dell'antro gastrico
2) n. 1 campione bioptico della mucosa dell'angulus gastrico

Il materiale inviato si processa in toto per esame istologico.
Informazioni cliniche ( come segnalate in richiesta ):
- GERD
-Reperto endoscopico: Esofagite classe A sec Los Angeles, ernia jatale, gastrite con reflusso biliare in stomaco a uncino.

DIAGNOSI
Campioni di mucosa gastrica dell'area di transizione ossintico-antrale con iperplasia delle foveole e della muscularis mucosae, ectasia delle ghiandole e con minima flogosi linfomonocitaria e angiectasie della lamina propria ( reperto morfologico compatibile co ngastropatia da reflusso duodeno-gastrico 9 (1).
Mucosa gastrica dele tipo dell'area di transizione ossintico-antrale con angiectasie della lamina propria interfoveolare (2).
Non sono stati istologicamente documentati ( colorazione Giemsa-modificata ) batteri con morfologia compatibile con Helicobacter pylori.

Inutile dire che ho capito solo che non hanno trovato il batterio che cercavano.

Io continuo a seguire i consigli ricevuti e non ho fastidi anche se ora arriva un odei momenti più delicati dell'anno, continuo solo a sentire ogni tanto e neanche tutti i giorni come se i muscoli della pancia si muovessero da soli, cosa che magari avevo anche prima ma che noto solamente da quando sono stato al Pronto Soccorso!

[#16]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Il referto esposto << gastropatia da reflusso duodeno-gastrico>> non muta quanto detto in replica #14.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#17] dopo  
Utente
Bene allora! Cioè, meglio se non avevo nulla ma sono felice non vi sia niente di più grave! Al più presto mi recherò dal mio medico per aggiornarlo e ne lfrattempo continuerò a seguire i consigli ricevuti! La ringrazio sentitamente Dottore per la professionalità e le indicazioni che mi ha dato e spero che questo consulto possa magari essere d'aiuto per chi ha i miei stessi problemi! Buon lavoro e grazie mille ancora! Distinti Saluti.

[#18]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Lieto di esserle stato di aiuto.


Distinti Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it