Utente 252XXX
Buonasera,

Sono un soggetto molto sportivo (palestra..quando ne ho la possibilità corsa/calcio) ed anche in virtù di questo pratico un'alimentazione sana ed equlibrata (pasta-riso-cereali-frutta-verdura-latte-carne-pesce-uova...)..veniamo però al dunque..
Scirvo per segnalare un sintomo che è sorto da circa 1 mese e si ripete oramai con frequenza; non sempre tutti i giorni, ma quando capita, si ripete diverse volte, anche una decina durante l'arco della giornata.
Ovvero accuso dei tremori - spasmi interni, al basso ventre - precisamente al di sotto dell'ombellico - che durano per qualche secondo per poi ripeteresi dopo mezz'ora un ora o diverse ore. Inoltre talvolta accuso un senso di gonfiore/pesantezza nella zona alta dx dell'addome all'incirca all'altezza del fegato, risultando talvolta anche questa zona soggetta a tali tremori.
Non sò se può risultare utile segnalare che a maggio 2012, in seguito al verificarsi continiuo di fasciolazioni alle gambe-polpacci ho effettuto una ellettromigrafia alle stesse, scongiurando il pericolo di SLA e altre gravi patologie, ma rilevando una lieve perdita di unità motoria al polpaccio dx. Tali sintomi si sono sicuramente ridotti sia in termini di freuqenza che di intensità, ma nn sono scomparsi del tutto.

Non so se può esitere un collegamento tra le due manifestazioni.

In attesa di un vostro sicuro riscontro, porgo

Distinti Saluti

[#1] dopo  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente, da come descive i disturbi mi sembrano delle fascicolazioni, eseguirei, se non già fatta una visita neurologica.

saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2] dopo  
Utente 252XXX


quindi la visita neurologica potrebbe fornire indicazioni diverse rispetto all' EMG ?

[#3] dopo  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Quantomeno le potrebbe chiarire i suoi dubbi e dirle la cause di questi sintomi.
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#4] dopo  
Utente 252XXX

Gentilissimo Dottore,

Ho effettuato ulteriori esami (mi riferisco ad una risonanza magnetica) per chiarire le cause della patologia, e per fortuna è risultata negativa, scongiurando quindi il pericolo di SLA ( anche si mi è stato prescritto di monitorare periodicamente ogni 3-4 mesi tramite EMG lo stato delle gambe per queste fascicolazioni).

Tuttavia ho eseguito nuovamente le analisi del sangue e sono risultati fuori range alcuni valori, in particolare:

Azotemia 57 ( max 50)
Creatinina 1.25 ( max 1.2)

Considerando che sono un soggetto sportivo e seguo un'alimentazione carica di carboidrati e proteine (queste ultime circa 1.5gr x kg), mi è stato detto che probabilmente stavo facendomi del "male", in particolare ai reni...Quindi altri esami (ecografia addominale completa con particolare attenzione all'apparato urinario) dalla quale sono emerse le seguenti problematiche:

- note diffuse di meteorismo addominale
- marcate note atoniche della colecisti, a pareti più spesse, alitiasica, ma con modesta quantità di fango biliare luminale
- lieve ptosi renale destra, con fine, ma abbondante e bilaterale micro litiasi caliceale renale (renella)


Dati tali risultati reputa che possa esserci un collegamento tra le fascicolazioni/tremori che avverto( Le ricordo che si manifestano principalmente alle gambe ed ai polpacci, ma talvolta anche in altre parti del corpo quali spalle o braccia, e spesso in concomitanza con l'assunzione di cibo, qualunque esso sia) e questo "stato" dei reni e del sistema digestivo?

In caso affermativo, quali possono essere le possibili cure ( se esistono, perchè a quanto pare per queste problematiche non ci sono molti rimedi) e accorgimenti alimentari.

Sicuro di un Suo riscontro, Le porgo

Distinti Saluti

[#5] dopo  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Caro Utente, no direi che le fascicolazioni con i problemi da lei descritti non hanno nessuna correlazione.

saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#6] dopo  
Utente 252XXX

Gentilissimo Dottore


La ringrazio per la disponibilità


Distinti Saluti