x

x

Oppressione petto, fiacchezza, fame d'aria.

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Salve, sono un ragazzo di 26 anni.

Da circa tre settimane (questa é la quarta) soffro di qualche disturbo.

É cominciato tutto una mattinata in cui ho cominciato a sentirmi fiacco. La sensazione di fiacchezza era accompagnata da mal di testa, tremore alle gambe e una sensazione di oppressione al petto, con conseguente necessitá di respirare piú profondamente.

Il mal di testa é durato circa una settimana. Gli altri sintomi permangono tuttora.

Il dolore al petto é concentrato nella zona dello sterno (forse leggermente piú in basso) e l'intensitá é piuttosto bassa.
La sensazione diventa piú intensa quando faccio brevi sforzi come alzarmi da una sedia oppure piegarmi per raccogliere qualcosa.

La cosa strana é che faccio attivitá sportiva anche molto intensa, con sollevamento pesi (3 volte a settimana) e corsa (un paio di volte a settimana) e durante questi sforzi molto intensi non provo alcuna sensazione di dolore. L'unico status negativo che permane é la stanchezza che mi impedisce di fare prestazioni ottimali.

Ho effettuato giá esami del sangue, risultati totalmente nella norma (compresi esami per il diabete, da me richiesti vista la presenza della malattia in due parenti stretti).

Effettuati anche ECG, ECG sotto sforzo e ECG sulle 24h. Tutto regolare, nessuna aritmia, nessuna cosa degna di nota.

Mi chiedo quindi di cosa possa trattarsi. Ho letto qualche informazione sull'ernia iatale. Tuttavia io non presento nessun sintomo colelgabile al reflusso gastro-esofageo. Nessun bruciore in particolare.

Visto che questi sintomi sono spesso associati all'ansia, preciso subito di essere abbastanza ansioso ma di non essere particolarmente sotto stress in questo periodo.
Sto bene da un punto di vista psicologico. Il lavoro va bene, esco con gli amici.
Insomma non rilevo alcuna fonte di stress fuori dalla norma.

Cosa mi consigliate di fare?

Vi ringrazio anticipatamente.

[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
I suoi sintomi non appaiono di natura gastroenterologica, ma legati probabilmente a fenomeni ansiogeni.

Ne dovrà parlare con il suo curate.

Cordialmente

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Quindi un'ernia iatale non puó dare sintomi di questo tipo.
Visto che ho escluso problemi al cuore e diabete, non so a cosa altro pensare.

Speravo che il fastidio andasse via da solo ad un certo punto. Invece continua e in alcune giornate é proprio invalidante (la sensazione di fiacchezza e di oppressione al petto, unite ad un martellante battito cardiaco dopo dei minimi sforzi, mi rendono alcune giornate particolarmente pesanti).


Nonostante sia abbastanza ansioso, non sto attraversando un periodo particolarmente stressante, quindi troverei davvero singolare imputare tutto ció a manifestazioni psico-somatiche.

Parleró nuovamente con il mio medico curante.

La ringrazio.
[#3]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
D'accordo.

Cordialità

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio