Utente
Salve,
inizio con il dire che il mio problema nasce dalla scorsa estate. Dolore nella zona addominale destra (diciamo poco vicino all'ombelico per essere precisi). Il mio medico mi aveva prescritto dei fermenti lattici e una dieta. E dopo pochi giorni la situazione era migliorata e successivamente sparita nel giro di pochi giorni. Con poco più di un'anno di distanza (dopo essere tornato a mangiare regolarmente senza aver avuto più problemi) mi si è ripresentato lo stesso sintomo con qualche aggiunta. Il dolore era sempre presente nella stessa zona ed in più si è spostato sul fianco destro (dorso). Un po' in basso un po' più in alto. Questo dolore non era ne continuo ne doloroso, era più che altro un fastidio, delle fitte. Per esempio nei primi giorni in cui mi si è presentato mi dava fastidio stare sdraiato sul letto con la pancia in giù. Sono tornato dal medico (dopo aver preso fermenti lattici e fatto dieta per alcuni giorni ma questa volta il fastidio non mi è scomparso) e mi ha prescritto esami per vedere se fossi celiaco. Oltre a questo fastidio nella zona addominale/fianco destro avevo problemi di intestino. Dopo aver mangiato sentivo l'esigenza di andare in bagno (andando di "diarrea" ma solo dopo aver mangiato). Ho fatto gli esami prescritti e sono risultato negativo alla celiachia. Nel frattempo (visto che i risultati sarrebero stati pronti 2 settimane dopo) ho mangiato prodotti senza glutine e continuato a prendere fermenti lattici e il fastidio è praticamente svanito. I primi fastidi sono datati poco dopo ferragosto e ora che è passato èiù di un mese ho ancora qualche leggero fastidio (sempre comunque non doloroso e sempre meno continue ma alcune fitte durante il giorno e adesso praticamente solo sul fianco) e ho notato che non sempre ma saltuariamente le mie feci sono di un colore più chiaro del solito (nel racconto mi sono dimenticato di scrivere che durante la mia dieta senza glutine sono tornato ad andare regolare di intestino, cosa che avviene tutt'ora). Per scrivere qualche altro dettaglio posso dire che negli ultimi giorni ho scaricato un camion di legno e sollevato scatole senza problemi. Sto continuando a mangiare sano senza fritti, pizza, cioccolata, dolci sto pian piano integrando la mia dieta di pasta bianca (normale visto che gli esami per la celiachia hanno dato esito negativo) patate bollite, carne, prosciutto cotto/crudo, sogliola con pesta al pesto, patate al forno ecc. Se ha bisogno di qualche ulteriore chiarimento sono a disposizione. La mia preoccupazione nasce dal fatto che navigando in internet ho letto che feci chiare e dolore addominale possono essere sintomo anche di tumori al pancreas o qualche altra grave malattia.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Eviti le autodiagnosi su Internet,
è possibile che nel suo caso, ad un colon irritabile,
si sovrapponga una Gluten Sensitivity.

Si faccia correttamente inquadrare da un gastroenterologo di fiducia.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la sua disponibilità e per la sua prontezza nella risposta. Quindi non sarebbe una cosa grave? Mi potrebbe consigliare una dieta particolare? Grazie ancora.

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Continui, come sta facendo, a mangiar sano,
per il meteorismo e l'alvo alterno
Può utilizzare anti meteorici ed addensanti fecali come la Diosmectite,
le consiglio però di farsi seguire da uno specialista.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Ci tengo a ringraziarla ancora una volta per la sua tempestiva risposta e per avermi tranquillizzato sulla situazione.

Arrivederci.

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Si figuri.

Auguroni
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Scusi se la ricontatto nuovamente ma dopo i suoi preziosi consulti precedenti avrei bisogno di un ulteriore aiuto. Oggi per la prima volta dopo più di 40 giorni ho mangiato la focaccia con il formaggio e prosciutto. Di primo riso in bianco. Dopo aver terminato di mangiare dopo circa mezz'ora sono andato di corpo (diarrea). Visto che da circa un mese non andavo cosi non penso sia un caso che dopo aver mangiato la focaccia al formaggio mi è nuovamente capitato. In questi giorni continuo a mangiare sano. Però con alimenti con glutine (pasta soprattutto anche se sto alternando con il riso bianco o in brodo e al mattino il pane tostato) e infatti continuo ad avere feci molto chiare. Come le avevo già detto avevo fatto gli esami per vedere se fossi celiaco ma l'esito è stato negativo. Lei mi aveva parlato di Gluten Sensitivity. Dopo l'episodio di oggi pensa possa essere davvero questo il mio reale problema? O comunque è possibile che ho un intolleranza al glutine senza essere celiaco?

In attesa di una sua risposta la ringrazio e la prego di scusarmi per il disturbo.

Cordialmente

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Non posso che riconfermarle quanto scritti in replica #1,
sarebbe però utile affidarsi ad un gastroenterologo per un corretto inquadramento.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente
Salve,
dopo quasi un mese dal ultimo nostro contatto volevo informarla sulle mie condizioni. Continuo a mangiare i prodotti senza glutine, prendere fermenti lattici e mangiare sano evitando dolci, cioccolato, fritto ecc.
Nonostante ciò le feci in maniera alternata continuano ad essere di colore giallo/chiare. Mi spiego meglio. Rispetto a prima, in cui erano completamente di colore chiaro ora è raro che ciò avvenga (un paio di volte per la precisione), ma sono presenti sia feci chiare che di colore più scuro (normale). E talvolta le feci invece sono normali. Mentre le fitte nella parte alta addominale destra si presentano in maniera discontinua; giorni che non ne accuso altri invece che gli accuso (sempre in maniera non forte e compaiono/scompaiono anche nell'arco della giornata). A tutto ciò non so se può collegato a questi disturbi intestinali, aggiungo che negli ultimi giorni ogni tanto ho leggeri giramenti di testa, come se dovessi svenire da un momento all'altro (ma questo potrebbe essere anche una mia sensazione). Può essere che nella mia dieta ci sia ancora qualche cibo che mi provoca disturbi e perciò le feci sono ancora di colore chiaro e sono ancora presenti queste fitte?
Ringraziandola per la sua disponibilità porgo Cordiali Saluti.

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
<< Continuo a mangiare i prodotti senza glutine, prendere fermenti lattici e mangiare sano evitando dolci, cioccolato, fritto ecc.
Nonostante ciò le feci in maniera alternata continuano ad essere di colore giallo/chiare>>,

le confermo che trovo molto valida l'ipotesi del colon irritabile,
e che le occorre un gastroenterologo per un corretto inquadramento.

Prego
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente
La ringrazio sempre per le sue tempestive risposte.
Se non le dispiace vorrei chiederle ancora un paio di cose. Per esempio ho notato un paio di volte (e perciò l'ho tolto dalla mia alimentazione) che dopo aver mangiato lo speak sono dovuto andare poco dopo in bagno e le feci erano appunto chiare/gialle. Può essere un'alimento che infastidisce chi come me è intollerante al glutine? Perchè su siti in cui indicano le cose da mangiare per chi soffre di celiachia ho trovato speak e prosciutto cotto e altri insaccati tra gli alimenti a rischio, che a seconda della lavorazione potrebbero essere fastidiosi. E se mi poteva cortesemente indicare se la mia alimentazione che ormai ho da quasi 1 mese è corretta.
Colazione: latte con fette biscottate senza glutine oppure prosciutto (ultimamente crudo che a differenza di quello cotto o speak non viene indicato a rischio).
Pranzo/Cena: spaghetti senza glutine di primo quasi sempre a pranzo, di sera alterno riso asciutto/in brodo, minestrone, minestrina o ancora spaghetti senza glutine; come secondo vario tra uova, salumi (stesso discorso fatto in precedenza) con crackers senza glutine, patate bollite o al forno o con stracchino, carne (bistecca, svizzera con sottiletta principalmente), sogliola (non impannata), piadina (senza glutine) con mozzarella e tonno.
Frutta: mela
All'incirca mangio questi alimenti.
Le sembra una dieta corretta? C'è qualche alimento che dovrei evitare oltre allo già citato speak o prosciutto cotto? O qualche alimento che invece manca e che sarebbe importante integrare?

La ringrazio veramente tanto per tutto, ai primi sintomi mi ero spaventato molto perchè leggendo su internet avevo trovato possibili gravi malattie. I suoi consulti sono stati molto preziosi e mi hanno davvero tranquillizzato moltissimo.

Cordiali Saluti.

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Penso che questo link le potrà essere utile

http://www.celiachia.it/dieta/Dieta.aspx

Saluti Cordiali
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it