x

x

Bruciori dopo la terapia per helicobacter

Egregio dottore,
Sono una ragazza di 21 anni, per ben due mesi ho sofferto di senso di pienezza allo stomaco, eruttazione frequente, continua e persistente e moloto forte senso di nausea. Dopo una serie di accertamenti dall analisi sulle feci sono risultata positiva all helicobacter pylori. Ho seguito la seguente terapia:
Primi 5 giorni amoxicillina (mopen), poi 5 giorni di claritocimina e tinidazolo(macladin e trimonase) il tutto accompagnato dal peptazolo.. La cura dura un mese i primi 10 giorni con gli antibiotici, gli altri con il peptazolo mezzora prima di colazione.
Durante l assunzione degli antibiotici sono stata molto male, senso di debolezza, nausea e dopo l assunzione del trimonase senso di amaro in bocca molto forte. Il medico curante mi ha detto che non potevo sospendere la terapia perche questa è la migliore per eradicare il batterio e che questi erano solo effetti collaterali e cosi ho resistito fino alla fine. Gli ultimi due giorni di antibiotico ho avvertito un fortissimo bruciore di stomaco, questa volta il medico mi ha detto che potevano essere citotossine degli hp che ormai erano mortie le stavano rilasciando. Da che ho iniziato a stare male ho perso 4kg poiche non avevo piu fame. Il primo giorno dopo la cura antibiotica mi sentivo molto debole, ora sono passati 4 giorni da che ho finito e ogni tanto prima dei pasti ho un lieve ma persistente bruciore di stomaco. Il medico mi ha detto che devo aspettare due mesi per verificare se l hp è andato via e che questo bruciore è regolare, non a caso devo prendere per molto tempo il peptazolo per preservare lo stomaco dall eventuale gastrite che il batterio puo aver causato. Ora mi chiedo, secondo lei è possibile che questo bruciore sia una lieve gastrite e non piu il batterio? Ammetto di stare bene e di aver ripreso a mangiare ma questo bruciore mi spaventa, sono una persona ansiosa e non voglio piu stare male come prima! La cura che mi è stata assegnata era giusta? Devo continuare com il peptazolo o devo fare altri accertamenti e sospendere la cura?? Attendo chiarimenti, grazie mille, distinti saluti
[#1]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25,4k 632 347
E' possibile.
Prosegua la terapia.
Se persistono sintomi consideri una gastroscopia.
Prego.

Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottore, seguirò il suo consiglio e proseguirò con la terapia! :)

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio