Utente 384XXX
Buongiorno, ho 65 anni e dal 2005, a seguito di un evento di IMA senza sopraslivellamento con conseguente applicazione di stent coronarico, assumo quotidianamente farmaci beta bloccanti (metoprololo), calcio antagonisti (Lortaan) e antitrombotici (Cardiaspirina). Al mattino, al momento dell'assunzione del primo dosaggio, prendo anche una pasticca da 20 mg di Pantoprazolo, come mi era stato prescritto 10 anni fa. Preciso che, prima dell'evento cardiaco, a causa di periodici fenomeni di reflusso esofageo, avevo assunto analogo farmaco gastroprotettore, se ben ricordo dell'Omeprazolo. Tempo fa, ho trovato sul web vari forum ed articoli che si occupano per l'appunto dei cosiddetti protettori gastrici, definiti in alcuno casi "sempre meno protettori e più aggressori". Vengono soprattutto evidenziati, secondo gli ultimi studi, i gravi effetti collaterali dovuti all'assunzione prolungata di questi inibitori di pompa protonica. Dai vari medici consultati a proposito, ho ricevuto risposte spesso vaghe se non, a volte, addirittura contraddittorie. Gradirei quindi conoscere un parere in merito ed eventualmente avere qualche consiglio per una efficace alternativa alla loro assunzione. Grazie per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le segnalo un recentissimo articolo di un Collega che risponde sul sito che potrà chiarire molti suoi dubbi!

https://www.medicitalia.it/blog/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/1378-attenzione-effetti-collaterali-omeprazolo-inibitori-pompa-protonica.html

Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia