x

x

Consiglio disturbi intestinali

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Gentilissimi dottori, in seguito ad una visita gastroenterologica da un professore di Roma, mi è stato detto di avere un intestino irritato a causa di una contaminazione batterica con rallentato transito oro-cecale e con malassorbimento del latte. La terapia era alternare 5 giorni di Normix compresse 3 volte al giorno con 10 giorni di Enterogermina sempre 3 volte al giorno.

Dopo quasi 2 mesi di terapia seguita alla lettera purtroppo non ho visto alcun cambiamento degno di nota, ragion per cui ho pensato di affacciarmi da una biologa nutrizionista per cercare di correggere l'alimentazione.

La suddetta biologa mi ha fatto fare un esame del sangue (OMOCISTEINA) risultato nella norma e ho fatto anche un CYTOTOXIC TEST dove è risultato che per 2 mesi devo eliminare pomodori, patate, melanzane e tutto ciò che abbia lievito.

Premetto che tutti questi disturbi gli ho cominciati a sentire in maniera molto + intensa ed insistente poco dopo la cura antibiotica per l'Helicobater Pylori (eradicato).

I sintomi che accusavo prima della terapia e che accuso ancora sono:

Fastidio (non dolore) in tutta la zona addominale soprattutto nel quadrante basso di sinistra (talvolta presente, talvolta no). Quando sono steso o seduto lo sento meno.

Fastidio (non dolore) che si irradia dai glutei (soprattutto il sinistro) fino alla parte bassa della schiena e un pò ai fianchi (soprattutto il sinistro). Questo fastidio è più presente di quello addominale.

Fastidiosissima debolezza nella zona dell’ano ma la sento in tutta la zona posteriore del bacino come se avessi un continuo stimolo di dover defecare ma in realtà è solo una sensazione.

Un pò meno meteorismo rispetto a prima ma è comunque presente.

Urino spesso ma bevo anche tanto (circa 2 lt. al giorno).

La frequenza delle feci è completamente disordinata. Alcuni giorni evacuo solo una volta, altri anche 3 o 4 volte.

La consistenza delle feci è variabile ma principalmente sono più o meno normali (a volte più doppie, a volte più sottili, a volte si sfaldano, spesso morbide ma non lente). Una cosa che noto quasi sempre sono dei piccoli pezzettini neri mischiati nelle feci e talvolta pezzi altrettanto piccoli di cibo credo non digerito correttamente.

Dopo le evacuazioni il fastidio si attenua per pochi attimi per poi riprendere tono. Per fortuna la diarrea è molto rara.

Talvolta mi capita di avere inappetenza ma io mangio comunque.

Quasi per tutto il giorno avverto una forte debolezza fisica con astenia soprattutto a braccia e gambe.

Spesso durante il giorno avverto anche una leggera sensazione di sbandamento (leggeri giramenti di testa).

Vorrei tanto stare meglio e riprendere un pò di peso (attualmente sono 57 kg., a fine anno scorso ero circa 70 kg.) ma purtroppo non ci riesco.

Ho fatto tutti i tipi di esami tranne la colonscopia circa 2 mesi fa (calprotectina-sangue nelle feci-ecografia ecc.) tutti nella norma tranne le IgA con un valore di 477 mg/dl su 310 massimo. Voi cosa ne dite? Sono molto ansioso.
[#1]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25.8k 643 349
Farei la colonscopia.Probabilmente ha un intestino irritabile.Prego

Dottor Andrea Favara

http://www.andreafavara.it

[#2]
dopo
Attivo dal 2011 al 2015
Ex utente
Grazie per la risposta. Io vorrei farla più che altro a scopo terapeutico per togliere il pensiero ma tutti, professore e nutrizionista inclusi mi hanno detto di che non è necessaria. Lei la ritiene necessaria?
[#3]
Dr. Andrea Favara Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Colonproctologo, Chirurgo generale 25.8k 643 349
In base a quanto ha scritto,si.