Esito biopsia egds

Sono una ragazza di 32 anni, in seguito a degli esami immunologici prescritti dal mio neurologo ho scoperto di avere anticorpi anti-gliadina IgA elevati mentre nella norma Transglutaminasi e anti Endomisio. Ho seguito da subito una dieta priva di glutine e dopo due mesi ho ripetuto le analisi, gli anti gliadina erano rientrati nella norma. Mi sono rivolta a un gastroenterologo che mi ha detto di reintegrare il glutine almeno per due mesi e di eseguire una gastroscopia in modo da non falsare l'esito degli esami. Premetto di soffrire di esofagite da reflusso, gastrite eritematosa antrale, duodenite cronica ed ernia iatale. Inoltre ho un quadro di anemia sideropenica e leucopenia,sono perennemente stanca, gonfiore e dolore addominale, periodi diarrea/stipsi .Ho eseguito un' EGDS con biopsia ma il mio dottore è in ferie per cui Vi chiedo un parere.. questo è il referto :

ESAME ISTOLOGICO
Sede del prelievo
Duodeno-Biopsia endoscopica

Quadro macroscopico
Campione bioptico costituito da quattro frammenti.

DIAGNOSI
Frammenti di mucosa duodenale sede di flogosi linfomonocitaria.
Non si repertano alterazioni della citoarchitettonica dei villi.
Nella norma il rapporto linfociti(CD3+)/enterociti.

Volevo sapere se un periodo di due mesi di dieta cn glutine sia sufficiente per non falsare gli esami e se il pantoprazolo che ho assunto per più di 6 mesi fino al momento della gastroscopia possa aver influito in tal senso. Inoltre qualora non risultassi celiaca e gli anticorpi anti-gliadina continuassero a non risultare nella norma come devo comportarmi? La ringrazio
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 28.7k 1.1k 12
La biopsia descritta NON depone per malattia celiaca!
Due mesi di dieta libera sono sufficienti per la regolarità della diagnosi.
Il pantoprazolo è ininfluente!
se istologicamente il quadro è normale e se non ha sintomi/segni relativi alla mattia celiaca, si deve comportare in modo normale (dieta libera).
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per la Sua risposta. I sintomi che ho sono quelli descritti nel post ; gonfiore e dolore addominale, affaticamento, non riesco a mettere peso,formicolii agli arti, stipsi costante intervallata a periodi con diarrea, anemia e leucopenia.. L'aspetto positivo che ho riscontrato con la dieta priva di glutine è che il cibo non mi rimaneva sullo stomaco e che riuscivo ad evacuare anche due volte al giorno quasi un miracolo per me che vado in bagno una o max due volte a settimana. Assodato ormai il fatto di non essere celiaca a cosa possono essere dovuti questi fastidi? La ringrazio nuovamente
[#3]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 28.7k 1.1k 12
Potrebbe trattarsi di "Ipersensibilità al Glutine" una entità di identificazione recente che presenta gli stessi sintomi della celiachia ma tutti i tests (istologia compresa) risultano essere negativi.
Le consiglio di farsi seguire da un gastroenterologo che potrà aiutarla in merito!
[#4]
dopo
Utente
Utente
Seguirò il Suo consiglio. Ancora grazie per la sua disponibilità.
Cordialità
[#5]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 28.7k 1.1k 12
di nulla!

Cos'è la celiachia e come si manifesta? Caratteristiche della malattia celiaca in adulti e bambini, esami da fare e consigli di alimentazione senza glutine.

Leggi tutto