Utente 397XXX
Gentili dottori,
Da quest'estate le mie feci non sono quasi mai compatte: non sono completamente liquide, ma quasi. Ho letto che esiste una scala per la classificazione delle feci, appunto la scala Bristol (ve la indico in modo tale che se ne esistono altre sapete a quale mi riferisco), e classificherei le mie feci fra il tipo 5 e il tipo 6.
A questo punto pensavo di soffrire della sindrome del colon irritabile come alcuni miei familiari, ma una settimana fa ho iniziato una cura con ciprofloxacina 500 g 2 volte al giorno per curarmi un'uretrite stafilococcica (staphylococcus aureus) e le placche alla gola. Ho dovuto fare la cura per 6 giorni e, quando la iniziai, ero sicuro che i sintomi sarebbero peggiorati notevolmente visto che si sa che gli antibiotici, in genere, alterano la flora batterica intestinale causando diarrea ed altri disturbi.
Invece... con mio totale stupore noto che in questi 6 giorni le feci era completamente normali (probabilmente intorno al terzo grado della scala Bristol).
Ieri sospendo l'antibiotico e... stamattina ho notato già le feci erano più liquide (fra il quarto e il quinto grado della scala) e stasera di nuovo pastose/deformi come al solito (quinto-sesto).
Dalle analisi del sangue che ho fatto un mesetto fa risultano i neutrofili alti.
A questo punto mi sorge spontaneo pensare che sicuramente avrò un'infezione da qualche parte fra stomaco e colon... perché altrimenti non si spiega, d'altronde le mie feci da quest'estate non sono state MAI compatte per una settimana intera (massimo 2 giorni, ma proprio massimo) e la mia dieta non è cambiata.
Le analisi del sangue non risultato deficit di alcun genere e i globuli bianchi sono, appunto, alti, quindi posso supporre che il mio organismo si dovrebbe difendere bene da un'infezione... facendo qualche ricerca l'unica possibilità che ho visto è stata un'infezione da Helicobacter pylori: credete che la diagnosi sia compatibile? Che esami mi consigliate?
Insieme alle feci pastose ho anche gonfiore addominale, flatulenze davvero maleodoranti e alito cattivo.

Cordiali saluti, scusate se sono state prolisso ma non la sopporto più questa situazione.

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Potrebbe avere una SIBO, sindrome da sovracrescita batterica intestinale, che beeneficia della terapia antibiotica. É consigliabile eseguire, per conferma, il breath test al lattulosio.


Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 397XXX

Innanzitutto grazie della celere risposta, ho letto cos'è una SIBO e su Medicitalia stesso ho letto che porta a malassorbimento degli acidi grassi. Dalle analisi, in effetti, i trigliceridi e il colesterolo erano particolarmente bassi e nonostante seguo una dieta ipercalorica non ho notato nessun aumento della massa grassa, anzi un leggero calo.
Per quanto riguarda il malassorbimento la SIBO porta solo al malassorbimento degli acidi grassi? Protidi e carboidrati vengono assorbiti regolarmente?
Perché dall'esame delle proteine del siero, invece, risultano valori davvero ottimi.