Utente
Buonasera.
Da alcuni mesi ho un serio problema di stitichezza con feci caprine e significativo movimento di gas nella pancia.
Circa 1 anno e mezzo fa avevo fatto una colonscopia con esito negativo.
Ho assunto fibre liquide e mucillagini di semi acquistati in erboristeria senza beneficio.
Dalle ultime analisi del sangue (che faccio di routine perchè in passato sono stata operata al seno e ho fatto chemio e radio) ed è risultato un lieve abbassamento del ferro (46 anzichè 60 ug/dl).
CEA, CA15.3 e fosfatasi alcalina sono nella norma.
Sempre recentemente ho un dolore sotto l'ultima costola destra che si protrae anche verso la schiena, specie quando sto seduta, ma mi sembra un dolore superficiale sotto pelle. Ho fatto emitorace ed ecografia con esito negativo.
Mi capita di soffrire di candida vaginale.
Ho letto che ci sono alcuni sintomi da candida intestinale che io possiedo: stipsi, arrossamenti oculari, dolore muscolare e/o articolare (quello sotto l'ultima costola), cefalea, bruciore vaginale, insonnia. Ho visto che anche un abbassamento del ferro può accompagnare la candidosi.
Stante i miei pregressi sono piuttosto preoccupata e Vi chiedo un cortese parere.
Grazie.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La stipsi orienta piuttosto per un colon irritabile.
Utile esame delle feci e soprattutto ... farsi visitare,
... meglio se da un Gastroenterologo.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie della risposta.
Il medico di famiglia mi ha prescritto la coprocoltura per miceti e candida e la determinazione della calprotectina fecale.

[#3] dopo  
Utente
Rieccomi. Gli esami delle feci hanno dato esito negativo sia per coprocoltura che candida e la calprotectina era nei limiti minimi (valore 15). Il medico di fiducia ha anche proceduto nella palpazione del ventre senza rilevare nulla, a parte la zona dolente al fianco destro. Certe volte sento anche un dolore pulsanze sul lato opposto, cioè nella schiena e non riesco a capire se è un dolore riflesso o indipendente. La stipsi l'ho risolta con dei semi che prendo la sera, ma il dolore c'è sempre. Mi viene il dubbio che si tratti effettivamente di colon irritabile. Cosa mi suggerite come ulteriori accertamenti? Nel caso si tratti effettivamente di colon irritabile nella parte ascendente, quali probiotici consigliate? Grazie...sono molto preoccupata..

[#4]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
In realtà si parla di Intestino irritabile, che riguarda tutto il colon ma in qualche modo anche il tenue.
La cura è complessa ed i probiotici (non possiamo consigliare/prescrivere nomi commerciali) sono solo uno dei rimedi terapeutici,
che vanno personalizzati, possibilmente da un gastroenterologo esperto.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#5] dopo  
Utente
Grazie. Ma stante i miei pregressi debbo fare altri esami e quali? Grazie ancora

[#6]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il colon irritabile non prevede alcun esame ma solo terapia.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#7] dopo  
Utente
Avevo compreso che la diagnosi andava per esclusione di altro, per cui mi chiedevo se gli esami che ho fatto (sopra indicati, tra cui sangue ed eco addome che faccio di routine, raggi e feci) sono sufficienti per escludere altre cause plausibili. Ovviamente sono preoccupata soprattutto per i miei pregressi. Grazie.

[#8]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La sola visita anamnesi+clinica (accurata e competente)
ha una precisione diagnostica del 98%,
... se poi ci aggiunge gli esami fatti direi che non c'è spazio per ulteriori dubbi.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#9] dopo  
Utente
Grazie Dottore. Come da Suo suggerimento ho preso appuntamento per visita intra moenia con un Suo Collega del reparto di Gastroenterologia ed endoscopia digestiva dell'Ospedale di zona. Intanto domani farò l'esame urine per determinare indacano e scatolo, al fine di valutare una eventuale disbiosi. Purtoppo il dolore al fianco destro c'è sempre, nonostante abbia acquisito maggior regolarità nelle evacuazioni coi semi che assumo la sera. La terrò aggiornata e nel frattempo La ringrazio ancora per la sua cortese attenzione.

[#10] dopo  
Utente
Eccomi per un aggiornamento.
Ieri sono stata dal gastroenterologo e mi ha prescritto altri accertamenti (Amilasi
Lipasi Anticorpi anti helicobacter pylori Iga totali Anticorpi anti transglutaminasi ed ecografia alle anse intestinali nella sede del dolore). L'esame sull'helicobacter deriva dalla considerazione che la localizzazione del dolore (a destra) possa essere attribuibile al duodeno.
Tuttavia questa sera mi hanno comunicato i dati del disbiosi test e mentre lo scatolo è negativo, il valore dell'indicano è positivo, anche sedi grado lieve (valore 18).
Ho letto che mentre lo scatolo si riferisce all'intestino crasso, l'indicano individua un'attività batterica anomala nell'intestino tenue.
Tale situazione può essere collegabile al mio dolore che sembra come un qualcosa che mi trafigge per qualche istante un po' sotto le costole al fianco destro e poi sparisce?
Grazie.

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si, il fastidio può essere legato a meteorismo indotto da tale situazione.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente
Buonasera.
Ho iniziato ad assumere probiotici per la disbiosi.
Sto attendendo gli esiti del helicobacter pylori e anticorpi per celiachia.
Sempre su indicazione del gastroenterologo ho fatto una Risonanza Magnetica alla colonna vertebrale per indagare eventuali cause ortopediche e mi è stata evidenziata una:
Tendenza ad orizzontalizzazione del sacro.
I primi quattro dischi intersomatici lombari appaiono regolari per altezza e segnale ed i loro profili appaiono contenuti.
Il quinto disco lombare si presenta disidratato, di altezza sostanzialmente regolare e profili contenuti.
Mi chiedevo se ci può essere una correlazione in termini di posizione tra la quinta vertebra ed il dolore al fianco destro, in posizione sotto l'ultima costola.
Inoltre, in via teorica, quali potrebbero essere i rimedi per reidratare il disco vertebrale.
Grazie ancora.

[#13]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Nessuna correlazione.
Per la discopatia è corretto chiedere lumi in sede opportuna e competente (ortopedia/neurochirurgia).
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14] dopo  
Utente
Buongiorno e grazie ancora.
Mi sono pervenuti gli esisti delle analisi del sangue.
Tutto nella norma (helicobacter pylori e anticorpi per celiachia), mentre invece la LIPASI risulta BASSA con valore 12 (range riferimento 22-67).
L'Alfa Amilasi invece è nella norma 52 (range riferimento 28-100).
Il CA 19.9 è anch'esso nella norma 10.7 (range riferimento 0-35).
Preciso che la glicemia è nella norma (valore al limite inferiore) ed il colesterolo l'ho sempre avuto lievemente superiore al massimo di riferimento (212 contro 200).
Da cosa può dipendere un valore di Lipasi così basso?
Grazie.

[#15]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non è significativo.
Non è un dato che va interpretato come patologia.
Si tranquillizzi.

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it