Utente
Salve, Vi scrivo per il seguente problema: sono un ragazzo di 38 anni e da qualche mese ho dei fastidi, che vanno e vengono, del quale non riesco a capirne la causa . Avendo mamma con un tumore al colon avrei, comunque, un poco di preoccupazione.
Tutto è incominciato nel Novembre 2015 con un fastidio al fianco sinistro che si manifestava in modo diverso (dal semplice fastidio oppure come una spina nel fianco) e in posizione diversa (sotto le costole o più in giù, sempre al lato sinistro), alternandosi a periodi in cui scompariva e poi ricompariva; ogni tanto avevo la sensazione che perdessi qualcosa dall’ano ma non vi era nulla.
Dopo qualche mese questo fastidio è scomparso ma è iniziato un mal di pancia sotto l’ombelico, poi scomparso anch’esso, e poi un fastidio allo stomaco, sotto lo sterno, che, con la cura col peptazol è pure quasi scomparso.
L’unica cosa che è rimasta è questa: pur andando in bagno regolarmente, quando mi pulisco, la carta igienica sembra che sia bagnata; inoltre le feci si presentano con umide e qualche volta con un poco di muco.
Inoltre, qualche settimana fa, ho fatto delle feci più dure e, questo, sforzandomi, mi ha macchiato di rosa sangue la carta igienica; nei giorni successivi mi è capitato una sola volta di vedere una strisciolina di muco con una striatura di sangue. Poi, quello che mi è rimasto è un fastidio all’ano che è poi scomparso.
Di seguito le visite effettuate:
- Colonoscopia: irregolarità dell’alvo, isolato episodio di ematochezia. Referto: nulla all’ispezione, colon normoconformato con pareti normodistensibili, la mucosa appare rose normoirrorata e priva di lesioni. Conclusioni: Emorroidi congeste del canale anale
- Ecoaddome: volumi regolari, nulla di anomalo
- Esame delle feci (comprensiva di analisi muchi, ricerca sangue occulto, calcoprectina e parassitologico), ricerca dell’ h pylori, shigella; esito: negativo; ripetuta a distanza di 4 mesi, esito negativo.
- Esame del sangue, nulla di anomalo.
- visita proctologo; esito: colon irritabile, emorroidi di II grado, prolasso mucoso del retto. Rettoscopia: mucosa del retto rosea e ben distinguibile, prolasso mucoso del retto, emorroidi lievemente congeste.
- gastroscopia: Esofago regolare sino al cardias, che è beante. Stomaco a pareti ben distendibili all’aria; mucosa a tratti iperemica Ibiopsie in antro). Lago limpido. Piloro pervio. I E II duodeno regolari. Conclusioni: Beanza cardiale, gastropatia iperemica, in attesa di istologia.
- Esame istologico: Frammento di mucosa gastrica con moderata flogosi linfocitaria. Assenza di equivalenti morfologici per helicobacter pylory
- test celiachia e test dell'intolleranza al glutine, esito negativo.
Visita gastroenterologo: sindrome da reflusso ge. Colon irritabile. Terapia per 8 settimane con Peptazol 40 mg e poi da 20 mg.
Potrebbe non essere colon irritabile?
Ci sono degli esami aggiuntivi che dovrei fare per escludere eventuali malattie serie?

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Esami ne ha fatti sin troppi.
A distanza non posso che confermare sindrome dell'intestino irritabile.
Si affidi al Collega che le ha prescritto gli esami per una terapia adeguata al suo caso!
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore, grazie innanzitutto per l'immediata risposta.
Aggiungo che, a seguito dell'esito della diagnosi da colon irritabile, sto facendo un po di terapia da uno psicologo.

L'unica paura me l'ha messa il medico di famiglia, che, pur avendogli fatto vedere tutte le analisi effettuate, secondo lui le feci bagnate sono un'infiammazione della mucosa dell'intestino e pertanto mi ha prescritto una terapia a base di fermenti, per l'intestino, e venamix per le emorroidi, dicendomi che se tra 20 giorni non miglioro dovrei rifare la visita da un altro gastroenterologo ed eventualmente anche la colonoscopia, visto che la precedente l'ho fatta sei mesi fa!!

Da come dice non mi sembra che lui pensi ad una sindrome da colon irritabile.

Un'ultima cosa: purtroppo sono caduto nel tranello di internet e quindi si legge davvero di tutto, a questo punto vorrei chiedere ma questi sintomi potrebbero essere, invece, un problema del pancras?

Grazie mille.


[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
segua i consigli del Gastroenterologo......
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore; a distanza di qualche mese vorrei aggiornarla della mia situazione e capire che strada prendere.
A seguito della cura del proctologo, il fenomeno della carta igienica unta è quai scomparso;
Ho terminato la cura per la gastrite cronica (col peptazol) e il puntino dolente è scomparso ma se premo sotto lo sterno sento un pò dolore oppure, qualche volta ma non sempre, ho la sensazione di muco in gola.
Dopo la cura con il colonir sto meglio con l'intestino anche se, riprendendo a mangiare regolarmente, ho notato che la reintroduzione di pizza, latticini e yogurt mi fa risentire un fastidio sotto la costola sinistra che poi si affievolisce e solo una volta mi è capitato di defecare molle con un poco di muco; qualche volta, dopo che mangio qualcosa, sento un fastidio sordo nel basso ventre e devo andare in bagno.
Ogni tanto mi è capitato di avere mal di testa, soprattutto la notte, e localizzato dietro la nuca o alla fronte ma poi scompare.
Infine da circa un mese ho un problema alla mano destra: dopo aver alzato un peso ho sentito un dolore nell'attaccatura delle dita della mano; tale fastidio è rimasto nei giorni seguenti, dopo che ho lavorato con la mano destra, per poi affievolirsi. Ora sento solo questa specie di dolore quando faccio qualche movimento particolare (es. apro il tappo ad una bottiglia) ed è localizzato tra la l'attaccatura dell'indice e del medio.
Inoltre, tornando da una corsa, ho avvertito lo stesso fastidio alle dita del piede destro.
All'inizio pensavo che il problema fosse l'uso del pc e del mouse, per la mano, mentre qualcolsa legato alla corsa per le dita del piede ma ho letto su internet che esiste un collegamento tra intestino infiammato e fenomeni di artrite.
Inoltre il nutrizionista mi ha detto di fare, per questa cosa, l'analisi dell'acido urico.

Pertanto vorrei chiederle se:
- per la gastrite ed il colon mi conviene aspettare qualche mese e poi ricontattare il gastroenterologo;
- mi conviene ripetere a distanza di 8 mesi la colonoscopia e chiedere di effettuare la biopsia (che non mi è stata fatta la volta precedente);
- se potrrebbe esserci un legame tra intestino infiammato e fastidio alla mano;
- perchè il nutrizionista vuole vedere le analisi sull'acido urico.

Infine, trovandomi a fare il prelievo di sangue, ci sono parametri specifici che mi converrebbe ricontrollare oltre l'acido urico?

Come le sembra la mia situazione?

Grazie e saluti

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) può ricontattare il gastroenterologo per perfezionare eventualmente la terapia
2) non ha senso
3) nessun legame tra intestino irritabile e mano
4) lo chieda a lui
Cordialmente!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
ok

Grazie.

La aggiornerò.

Saluti

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
bene!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,
le scrivo per aggiornarla della situazione e chiederle qualche consiglio.
L’ultima volta che le scrissi ebbi nuovamente dei fastidi allo stomaco e ricontattati il mio gastroenterologo il quale, dicendomi che la gastrite cronica e il colon irritabile si presentano periodicamente ma in forme diverse e, inoltre, sono curabili ma non guaribili; pertanto mi consigliò di ripetere la terapia col peptazol (prima da 40 mg e poi da 20 mg) per 8 settimane.
Nei giorni seguenti decisi di non fare la terapia ma di aspettare per vedere se le situazione sarebbe migliorata da sola anche perché, in tutti questi mesi, ho sospettato che i problemi allo stomaco ed all’intestino fossero causati anche da una componente alimentare, visto che mangiavo abitualmente a pranzo alla mensa aziendale, dove il cibo non è eccezionale anzi, più di una volta, ho notato che alcuni cibi, all’apparenza semplici, mi provocavano la comparsa di brufoli.
All’inizio decisi di mangiare alla mensa cibi semplici, tipo pasta in bianco con un filo d’olio, pasta al pomodoro semplice o pesce in bianco, ebbene dopo, qualche giorno, quei fastidi allo stomaco e intestino scomparvero, solo ogni tanto avevo la sensazione di muco in gola che ho letto essere causato dagli acidi gastrici.
Dopo circa una settimana mi accadde un fatto strano; ricordo che mangiai alla mensa pasta in bianco con olio e mi accorsi che quest’ultimo aveva un colo molto chiaro, diverso dal giallo carico dell’olio di oliva, ma non detti peso alla cosa. La sera, invece, dopo che cenai a casa, mi venne uno strano prurito su tutto il corpo, era una sensazione di spilli che punzecchiavano che si spostavano da una part all’altra del corpo senza manifestazioni cutanee. Nei giorni seguenti il prurito andava diminuendo ma notai che in alcune parti del corpo erano comparse delle macchioline rosa un pò in rilievo (probabilmente pomfi o almeno così ho visto su internet) che però scomparivano dopo qualche giorno; preso dalla paura mi sono recato a fare gli esami del sangue.
Di seguito i risultati:
Esame emocromocitometrico
Globuli rossi 4.670.000 mmc (4000000-5800000)
Globuli bianchi 5.200 mmc (4000-10000)
Emoglobina 13,8 gr/dl (13,7-17)
Ematocrito 43,6% (40-52)
MCV 93,4 fl (82-98)
MCH 29,6 pg (27-31)
MCHC 31,7 gr/dl (32-36)
Piastrine 167.000 mmc (150000-300000)
FORMULA LEUCOCITARIA
Neutrofili 61,8% (43-65)
Linfociti 28,2% (20,5-45,5)
Monociti 4,1% (5,5-11,7)
Eosinofili 3% (0,9-2,9)
Basofili 2,9% (0,2-1)
Neutrofili 3.100 mmc (2200-4800)
Linfociti 1.500 mmc (1300-2900)
Monociti 200 mmc (300-800)
Eosinofili 200 mmc (0-200)
Basofili 200 mmc (0-100)
V.E.S.
I Ora 10mm (3-18)
II Ora 25mm
Indice di Katz 11,3 (0-18)
SIDEREMIA 134 mcg/dl (66-175)
TRANSFERRINA
Transferrina Totale 287 mg/dl (200-400)
Transferrina Libera 153 mg/dl (172-230)
Transferrina satura 87% (14-42)
URICEMIA 4,1 mg/dl (3,5-7,2)
Metodo:uricase perox
AZOTEMIA 42 mg/dl (13-43)
BILIRUBINA TOTALE E FRAZIONATA
Totale 1,0 mg/dl (0,2-1,2)
Diretta 0,2 mg/dl (0,1-0,3)
Indiretta 0,8 mg/dl (0,1-0,9)
CREATININEMIA 1,03 mg/dl (0,72-1,18)
GLICEMIA 90 mg/dl (74-110)
COLESTEROLO TOTALE 166 mg/dl (140-220)
TRIGLICERIDI 79mg/dl (40-165)
FOSFATASI ALCALINA 108 U/L (43-115)
Gamma GT 32 IU/L (0-55)
GOT(AST) 24 IU/L (0-37)
GPT (ALT) 26 IU/L (0-41)
IgE Totali (Prist) 9 Ul/ml <20 (ambito normale)
Quadro proteico elettroforetico:

Frazioni % int. rif.% g/dl int. rif. g/dl
Albumina 60,3 52-67 4,58 3,12-5,36
Alfa1 3,2 2-4 0,24 0,12-0,32
Alfa2 11,1 7-11 0,84 0,5-0,9
Gamma 14,4 9-16 1,09 0,6-1,6


Dalle analisi sono risultati dei basofili alti ma, nel complesso, sia il medico curante che un altro dottore e sia la biologa del laboratorio mi hanno detto di stare tranquillo, potendo trattarsi di qualche problema di tipo alimentare. A questo punto decisi di non mangiare più a mensa.
Attualmente la situazione è la seguente: non ho più fastidi allo stomaco e all’intestino, il prurito ogni tanto ritorna ma in maniera più blanda e poi scompare anche se noto qualche arrossamento della pelle dove mi prude, così pure i pomfi dove ogni tanto me ne compare qualcuno ma poi scompare.
A questo punto vorrei chiederle:
1- Conviene ripetere la terapia col peptazol pur non avendo sintomi di mal di stomaco?
2- Le analisi del sangue come sono?
3- Mi devo preoccupare dei basofili alti?
4- Per il prurito non faccio nulla o mi conviene interpellare qualche specialista?
5- Potrebbe esserci legame tra gastrite, colo irritabile e il purito?
6- Ci potrebbe essere qualche neoplasia in forma iniziale, anche se tutti gli esami fatti sono risultati negativi (gastroscopia con biopsia, rettoscopie, colonoscopia, esame feci, esami sangue ed esami tiroide) ?
Chiedo scusa se insisto ma purtroppo su internet si legge di tutto.

Cordiali saluti.

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Credo che lei debba curare la sua ansia!
Glibesami sono normali.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente
Ok

Grazie Dottore