Utente 413XXX
Buongiorno Dottori, come da titolo mi interessa sapere quale tra breath test al glucosio e lattulosio è più sensibile nel determinare una contaminazione batterica del piccolo intestino.
Inoltre avendo diarrea cronica da quasi un anno e un esagerato riflesso gastrocolico in seguito all'introduzione di quantità di cibo maggiori del solito (a tal punto da dovermi ogni volta allontanare con urgenza dal ristorante) posso dare per scontato che il tempo di transito oro-cecale documentato dal breath test al lattulosio sia diminuito? Questo mi porterebbe a preferire il breath test al glucosio ma vorrei avere la vostra conferma in quanto spero in un risultato più attendibile possibile.
Non è altro che l'ennesimo tentativo di capire le cause e risolvere un presunto colon irritabile che non risponde al trattamento con probiotici (peggiorano la diarrea), all'alimentazione a basso contenuto di Fodmap (dopo 6 settimane di eliminazione ancora diarrea) e si accompagna a esiti negativi di tutti gli esami che ho fatto (colonscopia, entero RM, breath test al lattosio, parassitologico delle feci etc.).
Ringrazio chiunque abbia la pazienza di rispondermi, cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Il BT al glucosio da informazioni sulla sovracrescita batterica, mentre quello al lattulosio anche sul transito. Il fatto che abbia un riflesso gastro-colico accelerato non significa che lo sia anche per il tempo di transito globale.

Cordialmente

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 413XXX

Ne approfitto a questo punto per chiederle quale test è più opportuno che io esegua e nel caso quanto tempo deve passare tra l'uno e l'altro? Il deficit di IgA che mi hanno diagnosticato può essere la causa dei miei disturbi?

[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Credo sia utile il test al glucosio. Il valore delle IgA non hanno influenza sui suoi distribuì.

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 413XXX

Dott. Cosentino approfitto della sua disponibilità per comunicarle l'esito negativo del breath test al glucosio. è superfluo fare quello al lattulosio o valuterebbe la proliferazione batterica per un tratto più esteso di intestino?
Nella mia storia di colon irritabile gli unici farmaci presi in modo continuativo sono stati Debridat poi sostituito con Spasmomen per un totale di un mese. Dolore diminuito ma persistono feci molli nonostante l'alimentazione restrittiva.
Attualmente assumo Spasmomen a scopo preventivo nelle occasioni conviviali perché all'introduzione di quantità di cibo leggermente maggiori del solito rispondo con un esagerato riflesso gastro colico.
In passato, prima dell'insorgenza cronica dei sintomi, probiotici a base di lattobacilli rhamnosus mi hanno causato diarrea in diverse occasioni.
Come scritto sopra, le numerosi indagini cliniche sono tutte negative: colonscopia, entero Rm, esami feci, breath test al lattosio, indici di infiammazione etc.
Pur avendo un deficit di IgA sono negative anche le analisi genetiche per la celiachia.
A questo punto, mi corregga se sbaglio, sono alle prese con una disbiosi conclamata che in effetti non è stata mai trattata e l'alimentazione controllata da sola non sembra bastare.
Le chiedo gentilmente delle indicazioni terapeutiche per compattare le feci e reintegrare la flora batterica.
Diosmectite, altri ceppi probiotici...? Con che posologia?
Grazie

[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Assumerei solo antispastici e diosmectite. Non farei altro.

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 413XXX

La ringrazio dottore. Secondo quale schema assumerli? Come ripristinare un'eubiosi intestinale senza l'uso concomitante di probiotici?
Purtroppo non rivedrò il gastroenterologo prima di fine luglio

[#7] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Per tali prodotti non c'è uno schema, ma si assumono secondo necessità.


Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it