x

x

Colite spastica ansiosa

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Gentili dottori,

Come potrete notare dal mio precendete consulto (Maggio 2016). Inizialmente avevo dolore al fianco/addome sinistro e successivamente (e ancora ora occasionalmente) dolori al fianco/addome destro. Il tutto accompagnato da mal di schiena che aumentava con lo stare seduti. Il dolore all'addome non e' costante e a volte si presenta come una fitta quando faccio movimenti come abbassarmi o alzare una gamba. In aggiunta da molti anni (almeno 3) avverto la necessita' di andare subito al bagno dopo i pasti(non sempre), e le feci cambiano di forma: a volte ben formate, a volte piu' fine, a volte diarrea.

Ho fatto una ecografia addominale che non e' risultata in nulla(a londra) se non in eccessiva aria nello stomaco. Dopo di che ho effettuato un altra ecografia nell'area dove percepivo una specie di "bozzo" in italia. L'ecografia ha riscontrato un lipoma di piccole dimensioni al fianco destro e 4 calcoli al rene destro considerati come "rinella"(o qualcosa simile) poiche' molto piccoli.

Ho fatto tutte le analisi del sangue e urine possibili per valutare fegato pancreas etc e tutto e' risultato nella norma.

Il mio medico curante dopo un attenta visita ed aver valutato gli esami che ho effettuato, mi ha diagnosticato una colite spastica ansiosa e dato delle pillole da prendere prima dei pasti principali e la colifagina da prendere la mattina a stomaco vuoto. Ha anche detto che ho molta aria nello stomaco.

Il dolore all'addome destro continua ad esserci in modo discontinuo e soprattutto se faccio certi movimenti.

Nonostante la diagnosi, sono ancora preoccupato poiche' molto ansioso. Il mio curante non ha ritenuto necessaria una visita gastroenterologica, ma secondo voi sarebbe il caso di farla? O posso stare tranquillo?

Vi chiedo se per favore potete darmi un parere su questa diagnosi. Grazie mille e mi scuso se vi ho fatto perdere tempo.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 68,5k 2,1k 88
Come già riferito nel precedente consulto i disturbi sono compatibili con un colon irritabile e/o con un problema osteo-muscolare.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

Conosci l' endometriosi? Scoprilo con il nostro test