Utente
Salve dottore.L'anno scorso sono stata operata al colon per una Fap.Dopo un mese mi hanno tolto la stomia ma dopo quattro giorni dalla ricanalizzazione hanno ceduto i punti e mi hanno operato d'urgenza e mi hanno riconfezionato la stomia.Ho portato la stomia fino a gennaio poi mi hann ricanalizzato.Nei mesi successivi dall'intervento ho avuto i problemi delle troppe scariche in bagno (dalle 20 alle 25 scariche in bagno).Durante questi mesi il medico che mi segue ha provato tanti farmaci per cercare di diminuire le scariche ma senza nessun risultato.Le scariche non diminuivano nemmeno con i farmaci ed avevo tante scariche e blocchi intestinali.Dall'ecografia all'addome è uscito che ho un ernia vicino a dove avevo la stomia.Tre settimane fa mi hanno fatto i raggi con il contrasto per vedere il transito intestinale ed è risultato che il transito è regolare e senza blocchi,anzi più accellerato del dovuto.Giorni fa mi hanno fatto l'esame delle feci per vedere se c'erano parassiti ed è risultato negativo.Ieri ho preso il risultato della calprotectina ce è risultata alta 439 con il valore massimo che è 70.Cosa significa questo valore di calprotectina alto?C'è qualche esame altro che posso fare per vedere perché questo valore è così alto?Può essere la calprotectina il motivo di queste troppe scariche e blocchi che ho?Grazie,spero di avere presto una risposta.Saluti

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) la calprotectina indica alcuni tipi di infiammazione intestinale (in particolare IBD).
2) non avendo il colon è normale avere molte scariche al giorno (anche se nel tempo dovrebbero diminuire).

Si faccia seguire presso un reparto di gastroenterologia di un grande ospedale: il caso è troppo complesso per aiutarla via web!
Buon anno!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore per la sua risposta.. Grazie Tanti auguri di buon anno anche a lei.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Mi aggiorni se le fa piacere!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Certo che mi fa piacere dottore.. Le farò sapere.. Saluti

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ho dimenticato di chiederle se l'intervento di colectomia è settato completato con il condizionamento di una pouch?
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
Da quello che mi hanno spiegato parlano di anamastosi ileo anale, e mi hanno detto che mi hanno fatto una sacca di raccolta e mi hanno lasciato 10 cm di retto ...perché me lo chiede dottore.?

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Perché spesso con l'intervento di colectomia si confeziona una pouch che è una sacchetto di raccolta feci fatta con un tratto di Iseo.
Questa pouch frequentemente s'infiamma.
Se così fosse è sufficiente una terapia antinfiammatori.
Ne parli con chi la segue!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente
Ho chiamato ora il mio medico per informarlo di questo valore alto e mi ha detto di prendere questi farmaci, :medrol 16 1 compressa mattina e 1 la sera, pentacol 2 compresse da 800 per tre volte al giorno, e il lansox da 30 una compressa al mattino..secondo lei va bene come terapia?Parlerò con il mio medico riguardo quello che mi ha appena scritto.. Grazie ancora dottore. Saluti

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Se l'infiammazione è della pouch serve una terapia locale.
Però io non posso visitarla......
Segua i consigli di chi la conosce.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente
Ok dottore grazie mille..

[#11]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Perché spesso con l'intervento di colectomia si confeziona una pouch che è una sacchetto di raccolta feci fatta con un tratto di Iseo.
Questa pouch frequentemente s'infiamma.
Se così fosse è sufficiente una terapia antinfiammatori.
Ne parli con chi la segue!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#12] dopo  
Utente
Salve dottore volevo chiederle un altra cosa:il mio medico mi vuole fare la gastroscopia e la rettoscopia per vedere il punto dove c'è questa infiammazione intestinale.Per controllare il moncone intestinale e il tenue,ma con la gastroscopia e la rettoscopia si può vedere il tenue?O c'è qualche esame altro da fare?se si quale?

[#13]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
con la gastroscopia si possono esplorare i primi centimetri di tenue (duodeno).
Nel suo caso con la colonscopia (non avendo più il colon) si può osservare la pouch e l'ileo (ultimo tratto del tenue) per diversi centimetri.
Farei prima la colonscopia, non credo che la parte superiore dell'apparato digerente possa avere problemi!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#14] dopo  
Utente
Grazie per la sua risposta dottore. Le volevo chiedere un altra cosa:vicino a dove avevo la stomia ho un ernia e lo vicino quando mi ha visitato il medico mi ha detto ke vado dura.. Cosa può essere?con questa rettoscopia si può arrivare a vedere quella zona dove avevo la ileo stomia?

[#15]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Mi chiede troppo, dovrei poterla visitare!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#16] dopo  
Utente
Si lo so.. Se fossi vicina sarei venuta da lei.. Grazie comunque dottore.

[#17]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Sì affidi ad un reparto di gastroenterologia o di un grande ospedale o universitario!
Mi aggiorni se le fa piacere!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#18] dopo  
Utente
Salve dottore,le scrivo per aggiornarla sulla situazione, martedì ho fatto la gastroscopia,l'leoscopia e la rettoscopia, mi hanno fatto le biopsie,ora devo aspettare i risultati,più o meno quanto tempo ci vuole per avere i risultati delle biopsie?Per ora intanto non arrivano i risultati devo continuare la cura con cortisone e antibiotico anche se non sta portando nessun miglioramento.

[#19]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
I risultati delle biopsie, tecnicamente, necessitano di alcuni giorni.
Macroscopicamente che cosa hanno osservato?
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#20] dopo  
Utente
Grazie per la sua risposta dottore. Siccome me li hanno fatti con l'anestesia totale non ho avuto ancora modo di parlare con il medico e non mi ha dato nessun risultato mi ha detto per telefono perché l ho chiamato ieri e ha detto che dobbiamo aspettare i risultati delle biopsie ma non mi ha detto se ha visto qualcosa. Microscopicamente cosa si può vedere? Se c'è infezione? Cosa si può vedere?Siccome per le biopsie dei polipi gastrica che mi analizzano ogni volta passa un mese per queste altre biopsie ci vuole tanto tempo o dovrebbero uscire prima i risultati?Sono in ansia do sapere il risultato.

[#21] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,ho ritirato i risultati della rettoscopia e esofagogastroduedonscopia le scrivo i risultati.
Rettoscopia:strumento introdotto per via anale fino all'anastomosi ileo rettale la mucosa appare regolare si effettuano comunque biopsie.
Esofagogastoduedonoscopia:esame condotto fino al duodeno II porzione,esofago regolare,cardias in sede continente,stomaco: la mucosa del corpo-fondo appare tappezzata da polipi di circa 2-4 mm di diametro,si effettuano biopsie(provetta B) qualchepolipo isolato all'antro,duodeno: assenza di polipi sulla mucosa che appare regolare.Il medico mi ha detto che non ha visto infezione ,è preoccupato perché ha visto molti più polipi allo stomaco e secondo lui potrebbe essere qualche polipo gastrico che sia qualche adenoma enon più polipi amartomatosi come ha visto nelle altre biopsie.Guardano i polipi endoscopicamente si può vedere se è un adenoma e non un polipo amartomatoso? Se è qualche adenoma come dice che si può fare?Si deve fare intervento?

[#22]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) molto difficile/impossibile.
2) si valuta sul singolo caso.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#23] dopo  
Utente
Che vuoi dire dottore? Puoi spiegarmi meglio? Grazie