Utente
Buonasera sono una ragazza di 33 anni.
Ho cominciato a soffrire di emorroidi con la prima gravidanza, una è rimasta esterna e si è di nuovo infiammata con la seconda gravidanza, gonfiandosi e dandomi perdite di sangue e prurito. Dopo il parto cesareo di fine giugno, in ospedale ho cominciato ad avere frequenti scariche di diarrea, motivo per il quale mi è stato sospeso antibiotico per bocca ed ho trovato le prime tracce di sangue sulla biancheria. Scariche terminate dopo circa 10gg e da quel momento vado di corpo tutti I giorni.Nel corso di questi primi 4 mesi mi è capitato di trovare tracce di sangue, striature sulla carta igienica, finchè mi sono decisa ad egfettuare una rettoscopia I primi di ottobre risultata negativa, apparte l'emorroide esterna non infiammata a cui il dottore non ha dato alcun peso. Ha ipotizzato una papula (o papilla non ricordo bene) che si infiamma al passaggio delle feci.
Mi ha prescritto preparazione H per lubrificare il canale ed effettivamente non ho trovato più sangue sulla carta.
Pochi giorni fa mi sono accorta che le feci però lasciavano striature rossastre sulle pareti del wc e dunque ho pensato di raccoglierne un campione alla seconda evaquazione della giornata. La seconda evaquazione non presentava sangue ma qualche striatura di muco. Risultato sangue assente e assente sangue occulto.
Anche oggi nella raccolta del secondo campione per sangue occulto ho riscontrato tre chiazze, non striature, di sangue, mentre nella seconda evaquazione di oggi no.
Oltre alla ricerca del sangue occulto farò la colonscopia, emocromo, pcr e mucoproteine.
Ovviamente sono molto preoccupata. Ieri ho avuto anche una fitta al fianco sinistro che oggi è indolenzito.
Le mie domande sono:
È possibile che l'emorroide esterna sanguini al passaggio delle feci anche se non infiammata?E nel caso perché il dottore non gli ha dato rilevanza?
È possibile che sia di nuovo la papula o papilla?
Perché nella prima evaquazione trovo il sangue mentre quando mi capita di andare una seconda volta, no?
Grazie per la cortese risposta

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Si tratta di un sanguinamento di tipo emorroidario. A volte sono piccole vene, poco evidenti, e il sanguinamento si può avere solo alla prima defecazione.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la cortese risposta.
Mi chiedo come mai il dottore non abbia dato peso a questa emorroide esterna non infiammata. È a quella che Lei si riferisce, giusto?
Sono preoccupata perché la rettoscopia dei primi di ottobre non ha rilevato nè ragadi nè emorroidi e quindi temo che il problema sia più su.
Lei in ogni caso come mi consiglia di procedere?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Una piccola emorroide può essere causa del sanguinamento.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
Grazie di nuovo. Sono molto in ansia, come può immaginare, per la paura del tumore al colon retto.
Ora accuso anche altri sintomi come il dolore al fianco sinistro che le dicevo più su o crampetti nella zona bassa della schiena. Questi possono essere legati ad altre patologie o sono campanelli di allarme?
Quindi l'emorroide può sanguinare anche se esterna e non infiammata?
Grazie e mi scusi ancora,
Buona domenica

[#5] dopo  
Utente
Mi permetto di aggiungere solo una cosa:ieri ho verificato il prodotto della seconda defecazione e all'interno le feci erano rosate, tendenti a rosso. Non gli ho dato grande peso perché non c'era il sangue come quando lo trovo sull'esterno.
Stamattina per raccogliere l'ultimo campione ho trovato in alcune parti sempre questo colore rosato e alcuni puntini rossi che ho schiacciato sulla carta e che hanno lasciato segni rossi. Inoltre pulendomi ho riscontrato la presenza di muco.
Sembro delirare, ma sono preoccupata. Ho due bimbi piccoli e vorrei vederli crescere.
Mi può dire qualcosa di più?

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non si allarmi e, con i limiti del consulto a distanza, non penso proprio che lei abbia un tumore.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente
Dottore io la ringrazio tanto ma le chiedo se davvero tutti questi sintomi che le ho elencato non le mettono il dubbio.
Ho solo una enorroide esterna, al momento non infiammata...
Posso davvero attribuire questo sanguinamento intermittente da diverso tempo solo a questo?

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Direi di si.....
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
Volevo aggiornarla. Ho ritirato I campioni di feci e il sangue occulto è negativo in tutti e 3 I campioni mentre nel secondo è presente muco come le avevo detto e che continuo a trovare in qualche caso.
Sangue rosso vivo non lo trovo da sabato, anche se la consistenza delle feci di oggi era dura per via della preparazione della colon (non avrebbe dovuto sanguinare l'emorroide?).
Inoltre ho ritirato anche alcuni esami del sangue dove la pcr è negativa (attribuendo il muco a un colon irritato, non si dovrebbe alzare?
Transaminasi, azotemia, glicemia tutti nei range, come l'emocromo apparte questi valori:
Globuli bianchi 10,21 con range massimo 10.
Globuli rossi 5.05 con range max 5
Neutrofili 76.5 con range max75
Linfociti 18.2 range minimo 20 e poi di nuovo neutrofili 7.81 range max 7.
Pct 0,37 con range max 0.35

Che ne pensa?
Cosa può significare?

[#10] dopo  
Utente
Dottore può rispondermi?

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Nulla di rilevante dagli esami.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente
Non per tediarla ma la presenza saltuaria, simultanea o singola, di sangue e muco non si può ritenere dato certo di neoplasia?
Se avessi una banale infiammazione la pcr non sarebbe sballata?
Inoltre le chiedo un consiglio: proprio stamattina la bimba più grande ha manifestato I sintomi dell'influenza intestinale. Se dovessi averla anche io in incubazione, sarebbe un problema visto che alle 17 dovrei iniziare la preparazione per la colonscopia di domani?

[#13]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non ha senso fare ipotesi sulla diagnosi visto che a breve eseguirà la colonscopia.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it