Utente 398XXX

Gentili dottori, Sono veramente preoccupato! È da un po di tempo che soffro di reflusso gastroesofageo ma solo da domenica scorsa ho iniziato a curarlo seriamente. Sto assumendo esomeprazolo al mattino e GAVISCON ADVANCE dopo ogni pasto. La cosa che mi preoccupa è che, oltre ad avere quella sensazione di bruciore allo stomaco, MI MANCA IL RESPIRO. Non riesco a respirare bene. Faccio questa premessa: ho sempre il naso completamente chiuso, non ho muco nè raffreddore, eppure da li fatico molto a respirare.. Se respiro poi con la bocca, mi arrivano forti dolori al petto ma soprattutto, stando molto in piedi, mi vengono dolori forti dietro la schiena, nella zona in basso a destra e sinistra.. io associo la zona ai reni, ma non so se sia corretto. Il problema respiratorio si accentua soprattutto da sdraiato, ma da qualche giorno anche quando sono in piedi, e in particolare dopo i pasti. Mercoledì sono stato al pronto soccorso, e li mi hanno fatto due flebo, una con RANIDIL e una di PARACETAMOLO, mi hanno effettuato un elettrocardiogramma e una eco ai polmoni e sembrava tutto apposto. Alla sera di mercoledì mi sembrava andasse meglio, ma il giorno dopo ero punto a capo. Sono preoccupatissimo, datemi un parere! Secondo voi la cattiva respirazione potrebbe essere collegata al reflusso? Oppure riguardare una forma allergica? Volevo provare a prendere un antistaminico, per esempio la cetirizina. Il problema della respirazione secondo voi è dovuto al reflusso o dalle narici congestionate? È normale la sensazione di fastidio a respirare e di pesantezza/oppressione se non respiro bene dal naso? I dolori alla schiena e al petto potrebbero essere dovuti alla cattiva respirazione visto lo sforzo di respirare con il naso? Sento un forte senso di pesantezza e di oppressione immediatamente sotto il collo, e quando inspiro aria provo una sensazione di oppressione, pesantezza e fastidio. Grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,
dalla descrizione della sintomatologia è opportuno che si sottoponga a visita otorinolaringoiatrica. In questa occasione sarà più semplice valutare la pertinenza del reflusso esofageo sulla sintomatologia respiratoria.
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2] dopo  
Utente 398XXX

Gentile medico, la fibroscopia eseguita ha diagnosticato una ipertrofia dei turbinati e un GERD LARINGEO DI GRAVE ENTITÀ. Cosa può voler dire? La causa della cattiva respirazione è quella del reflusso?

[#3] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2007
E' molto probabile che la difficoltà di respirazione dipenda dall'ipertrofia dei turbinati per la quale occorre una terapia specifica (probabilmente chirurgica). Il reflusso esofageo (GERD) inoltre è causa, in questo caso, di infiammazione della laringe che può aggravare la difficoltà respiratoria. Per questa patologia è utile terapia farmacologica (inibitori dell'acidità gastrica) e - poiché in questi casi il reflusso è principalmente notturno - l'accorgimento di sollevare la testata del letto di almeno venti cm. per acquisire una posizione antireflusso ottimale.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.