Utente
Gentili Dottori,
ho 39 anni, negli ultimi 2 anni ho avuto occasionali episodi di "blocco intestinale", con pressione bassa,ero sul punto di svenire. Questi episodi sono stati il campanello d'allarme per fare degli esami che riporto di seguito.Il GE a luglio mi ha dato cura per il colon inf.:levopraid,normix e probiotici per 14gg con interruzione di 1 mese, durante il quale ho avuto riacutizzarsi dell'infiammaz con episodi di diarrea e feci molli e presenza costante del muco nelle feci, oltre a continuo dolore al fianco sx che persiste a tutt'oggi. Inoltre mi preoccupano i problemi di familiarità, purtroppo mia madre è deceduta a 42 anni per tumore allo stomaco successivamente diffusosi all'intestino e colon.
7/2016,Gastrosc:
MRGE in ernia jatale con alcune erosioni giunzionali di 4-5 mm (Esofagite di grado A sec.Los Angeles)
Precedente riscontro istologico di positività per H P.
Precedente esame istologico (controllo dopo eradicazione)
Sede e procedura: Antro Gastrico, Biopsia Endoscopica
Biopsie endoscopiche dalla mucosa dell'antro gastrico, lievemente discronica.
Diagnosi: frammenti bioptici di mucosa gastrica di transizione antro-corpale coniperemia e attivazione delle cellule della gastrina; l'infiltrato flogistico della tonaca propria non è significativo. La ricerca istologica dell'HP è negativa. Quadro di gastropatia reattiva.

5/2017 ECG addome
Fegato lievem aumentato di volume e presenta un'ecostruttura caratterizzata da addensam degli echi parenchimali compatibilmente con modesta steatosi.
La colecisti risulta asportata chirurgicamente (causa peritonite, 2006)
Le vie biliari intra ed extra epatiche non sono dilatate
Il pancreas risulta morfo-volumetricamente normale.
Milza regolare per dimensioni e struttura.
Aorta addominale presenta calibro regolare
Reni regolari per morfologia, dimensioni e spessore parenchimale.
Vie esecretrici non sono dilatate e non si apprezzano immagini sicure di litiasi.
Vescica è ben distesa e presenta profili regolari e contenuto omogeneo.
Prostata, visualizzata unicamente per via soprapubica, presenta dimensioni e profili regolari.
Vescicole seminali sono normoconformate.
no residuo post minzionale.

8-2017 Colonscopia
Esame condotto fino al ciecoe all'ultima ansa dell'ileo.
Adeguata toilette intest (3+3+3 sec.BBPS)
Viscere ben distensibile in tutti i tratti, l'austratura è conservata.
Per i primi 15 cm di margine anale si repertano aree di iperemia mucosa associate ad alcune afte (b2). Nulla da segnalare a carico dell'ileo distale e degli altri segmenti colici esplorati (b1). Biopsie
Conclusioni: Colite segmentaria sx distale; Istologia in corso.
Terapia: PR: Argonal 800 1cpx3/die - Argonal sosp.rettale 2g 1 clisma la sera.
Controllo: riceverà istologico fra 40gg con successive indic.

Il GE sospetta Morbo di Chron o RCU.
Il periodo di attesa è lungo e l'ansia cresce.Nel frattempo ci sono altre analisi che posso effettuare?
Ringrazio tutti voi per la disponibilità e la professionalità.
Un caro saluto,
Luigi

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Nè Crohn nè RCU attualmente ipotizzabili con quanto disponibile con i dati riportati.

Occorre necessariamente attendere l'istologia per chiarire la natura di queste lesioni minime riscontrate nel retto.

Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista Digestivo
www.enterologia.it
www.transnasale.it
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dr.Quatraro,
innanzitutto La ringrazio per la sua disponibilità e cortesia nella celere risposta.
Solo per regorlarmi, non voglio pertanto indurla in una violazione del regolamento del sito, l'attuale terapia (3cp da 800 di mesalazina + sosp rettale alla sera, che purtroppo non sto facendo) mi è stata somministrata perchè il GE che ha eseguito la colonscopia crede che si tratti di RCU o MC oppure è legata solo all'infiammazione in corso?
Preciso che dopo una settimana di cure inizio ad stare un pò meglio, i dolori al fianco sinistro si sono alleviati (non spariti) e mi sembra diminuita la presenza di muco nelle feci, mi è comparso invece un senso di bruciore in gola al risveglio ed inolre un dolore (sopportabile) al rene sx e dolori (tipo punture di spillo) in zona anale.
Preciso che ho effettuato gli esami di Gastroscopia e EMG addominale c/o il Sant'Orsola di Bologna mentre la colonscopia a Rionero in Vulture in quanto mi rientrato da poco in Basilicata.
Ho visitato il Suo sito e l'ho trovato molto interessante, non escludo di contattarla per una visita vista la vicinanza. Secondo Sua esperienza, tenendo sempre in debito conto che si tratta di un consulto a distanza, di cosa potrebbe trattarsi (SII?!).
Cordiali saluti,
Luigi

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
La Mesalazina copre ogni eventualità infiammatoria del colon, pertanto la prescrizione è appropriata.
Il bruciore in gola richiama il reflusso.
Attendiamo l'istologia.

Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista digestivo
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Gent.mo Dr.Quatraro (ed altri che vogliano esporre la propria opinione),
sperando di avere ulteriori delucidazioni, per quanto possibile, Le riporto gli esami istologici
Materiale in esame - Dati clinici
1.Cieco - colon dx - trasverso - colon sx
2.Retto: aree di mucosa associate ad afte

Descrizione macroscopica
1.In formalina
a) alcune biopsie endoscopiche, la maggiore di 0,3 cm
b) n.4 biopsie endoscopiche, la maggiore di 0,3 cm
in toto

Tecniche Speciali
Dako cytomation Autostainer
Dako Primary Antibodies and Related Products
Dako Artisan Staining System

Diagnosi
1-2) Colite cronica attiva con edema della lamina propria
Reperto aspecifico
Utile follow-up

Utile dosaggio (?!non leggo bene la vs scrittura :-) ) calprotectina fecale. Prosegue terapia per 3 mesi complessivi.

Colite Aspecifica...cosa sarà mai?!
La mia idea è che forse sono stato precoce nel passare dalla sintomatologia agli esami.
Quindi dr.Quatraro potrebbe trattarsi di una delle malattie croniche intestinali (RCU/MDC) come temevo...
Riguardo l'attuale sintomatologia, al momento posso solo dire che il dolore al fianco sx dopo i pasti (forse dovuto alle afte?) mi è passato e non osservo muco nelle feci che sono ben formate e con giusta consistenza, tuttavia accuso dei lievi dolori addominali, stanchezza e mal di testa.
Ci sono ulteriori esami (e cure) che potrei fare per cercare di dare un nome alla mia malattia?
Ho notato che una parte della medicina sta cercando di curare/prevenire la malattia piuttosto che curarne i sintomi. In particolare attraverso diete e alcuni addiittura con la tecnica del trapianto di microbiota. Quest'ultimo è possibile solo per alcune patologie?Qual è il Suo parere a riguardo?
Grazie infinite per la Sua disponibilità.
Luigi

[#5] dopo  
Utente
Gentilissimi,
purtroppo noto che nessuno ha avuto modo di rispondere al mio precedente quesito.
Riporto ultimi aggiornamenti:
Al controllo:
-buone condizioni cliniche
-addome trattabile
-ECT anse: LIEVE ISPESSIMENTO (non è indicato nessun valore) DELLA PARETE DEL SIGMA. (e qui iniziano le mie preoccupazioni)
-alvo: 2-3 scariche/settimana (tenesmo rettale)

Terapia
- Mesavancol 3cp/gg (agisce nel colon a differenza dell'agonal?)
- Pentacol supposta 1gr ore 8-20 per 10gg al mese
- Enterolactis plus 1cp h.16 per 10gg al mese
- rettosigmoidoscopia a 5-6 mesi

Diagnosi:
- proctosigmoidite (aspecifica). (Ovvero probabile RCU?)

Ora, al di là delle mie preoccupazioni (credo legittime). scientificamente non capisco una cosa...ispessimento delle anse depone è associabile ad un MDC? invece la diagnosi propende per una RCU...sono confuso.
Inoltre...le fitte continue al fianco sx sono associabili ad un meteorismo/tenesmo rettale...alle afte...o a questo ispessimento (che spero non diventi una STENOSI!)?

Spero vogliate dare un vs contributo nell'alleviare le mie ansie sulla scorta delle vs significative esperienze professionali. Purtoppo noi malati siamo coinvolti ed a volte pensiamo al peggio...il problema è che talvolta ci azzecchiamo, purtroppo! :-(

Cordialmente
Luigi

[#6]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
"Colite cronica attiva con edema della lamina propria
Reperto aspecifico"

La diagnosi istologica è assolutamente aspecifica e non lascia ipotizzare alcuna IBD (nè MDC nè RCU), nè la sintomatologia depone per IBD.

Pertanto deve semplicemente affidarsi con fiducia alle indicazioni terapeutiche di uno specialista di acclarata esperienza.

Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista digestivo
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#7] dopo  
Utente
La ringrazio molto dr.Quatraro,
farò tesoro delle Sue parole.
Purtroppo al giorno d'oggi la moltitudine di informazioni che possiamo ricavare dal web ci induce a volerne sapere sempre di più e spesso ci riconosciamo/autodiagnostichiamo patologie dovute alla preoccupazione di non sentirsi bene.

Non so se può essere rilevante per valutare lo stato infiammatorio il fatto che da circa 20gg non vi è più traccia di muco nelle feci (del sangue non vi è mai stata traccia).

Secondo Suo parere, se ho ben capito, la proctosigmoidite indica solo la zona dell'infiammazione e non è una forma di RCU, la ringrazio per avermi tranquillizzato.
Ci sono ulteriori esami che posso fare nell'immediato per capire lo stato dell'infiammazione, e per tranquillizzarmi a riguardo?

Le auguro una buona giornata.
Cordialmente
Luigi

[#8]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
L'assenza di sangue è senz'altro elemento di serenità.

Nell'immediato deve solo seguire quanto indicatole dallo specialista di sua fiducia.

Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista digestivo
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it