Utente
Salve, ho 36 anni e vivo in Colombia da 8. Tre anni fa ho cominciato a soffrire di Colon Irritabile e da allora si alternano momenti di benestare ad altri di malessere che si risolvono con la trimebutrina. Pero da maggio 2017 a questo malestare se ne è aggiunto un altro. Tutto è cominciato con dei sintomi che io interpretavo come influenza. Non respiravo bene, sentivo le narici tappate e un dolore alla gola al momento di inghiottire il cibo ed a volte anche i liquidi. Ho fatto una visita con l otorino, il quale mi ha detto che il mio problema era in realtà dello stomaco e si trattava di reflusso. In conseguenza ho fatto una visita con il gastroenterologo, il quale mi ha prescritto pantoprazolo magnesico e un antiacido a base di magaldrato e dimeticona, inoltre continuavo con il trattamento per il colon. Mi ha prescritto un esame coprologico che ha rivelato la presenza dell helicobacter. Invece a livello intestinale non è emerso nessun batterio. Secondo lui, ero troppo provata dal reflusso e dalla colite per affrontare la aggressiva terapia di irradicazione dell`helicobacter. Con il trattamento sono migliorata notevolmente, pero ho dovuto eliminare dalla dieta moltissimi alimenti, molti perchè mi scatenavano la colite e molti perchè mi scatenavano il riflusso. Mi sono ridotta a non poter mangiare fuori, a dover cucinare tutto al vapore o bollito. Di per se solo peso 45 kg,non mangio carne e a causa di questi malesseri ho dovuto eliminare: lattei, legumi, patate, mais, dolci, peperoni, melanzane, pomodori!!!! Ero a punto di cominciare l irradicazione dell helicobacter, quando a causa di un viaggio familiare, non ho potuto rispettare la mia dieta ferrea e il reflusso è tornato ancora più violento. Non ho bruciore stomacale, nè gastrite, è la gola che mi fa male, fatico ad inghiottire e continuamente sperimento eruttazioni interne, quasi impercettibili agli altri. Sono piena di mocciolo, nel naso, nella gola e anche nelle orecchie.Mi fa male il collo e la testa, mi sento ansiosa tutto il giorno, però devo dire che ho appetito, anche piu del normale. Da maggio ormai non ho più interrotto la terapia Pantoprazol, Antiacido, Trimebutrina. Adesso il mio dubbio è questo: documentandomi su internet e con il mio dottore, ho scoperto che l helicobatter non causa reflusso e che probabilmente, nonostante l irradicazione, il reflusso resterà. Questo mi spaventa, perchè prenderei delle bombe antibiotiche che sicuramente peggiorerebbero la mia già delicata situazione ed inoltre non ne otterrei nessun beneficio!!!! Ho bisogno di un sincero consiglio professionale dato da qualcuno del mio paese, rivoglio la mia vita!!!! Vi ringrazio e vi saluto!

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non c'entra l'helicobacter mentre credo che il suo problema sia da inquadrare in una problematica d'intolleranze o di alterazione della flora batterica intestinale:


https://www.medicitalia.it/blog/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/6487-colon-irritabile-o-altro-intolleranze-sibo-lgs-ecc.html

Cordialmente
Felice Cosentino - Milano

.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Dottore la ringrazio per la sua risposta, ma mi chiedo: è possibile che un` intolleranza alimentare sorga ai 30 anni? Ed inoltre: L`esame coprologico, non avrebbe dovuto evidenziare sia eventuali intolleranze, che alterazioni della flora? Così mi aveva detto il mio Gastro almeno.....Come mi consiglia di procedere quindi? Che esami fare? Che trattameto seguire? Quando irradicare l`helicobacter? La ringrazio e la saluto!

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Le intolleranze alimentare possono arrivare anche a 90 anni....e l'esame delle feci non mostra tali intolleranze o l'alterazione della flora. Credo che abbia bisogno un "vero" gastroenterologo.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
la ringrazio dottore, mi fidavo di questo gastro ma sa qui in Colombia è veramente difficile trovare qualcuno competente. Un saluto!

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Capisco. Auguroni.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it