cisti  
Utente 345XXX
Buonasera Gent.Li Dott.ri,
mio marito (56 anni) nell'Aprile del 2014 è stato operato per un tumore al colon destro T3;N2;M0. Da allora ha sempre eseguito tutti i controlli di follow up previsti ( con TAC TOTAL BODY lo scorso anno a causa di markers che tendevano ad una crescita costante sebbene nei limiti) e i risultati sono stati nella norma. Lo scorso settembre gli esami ematici mostravano una discesa dei markers a: CEA 1.9 e CA 19.99 e tutto il resto nella norma. In questi giorni ha eseguito gli esami di controllo semestrali prescritti e tutti i valori ematici sono apposto a parte il colesterolo totale a 270 e si registra un piccolo rialzo dei markers a: CEA: 2.4; CA 19.9: 24.6.
Ciò che sul quale vorrei chiedere il Vostro parere è relativo al referto dell'ecografia addome che dice:
"L'esame confrontato con precedente TC di 03/17 e di ecografia 10/17, fa rilevare:
il fegato permane nei limiti volumetrici con ecostruttura finemente disomogenea un po' accentuata da steatosi; nel suo contesto tuttora apprezzabili formazioni cistiche a margini lobulati la maggiore a sinistra nei piani anteriori di 2.4 cm circa. Non lesioni focali sospette nel contesto del parenchima epatica. La vena porta é pervia. Colecisti normoespansa a parenti nette alitiasica. Milza nei volumi volumetrici".
In tutti i referti appare il fegato con numerosi cisti ma vi chiedo se una cisti di quella dimensione associata ad un rialzo dei valori ematici può essere sospetto di metastasi e se, nella Vostra opinione, si rende necessario un approfondimento diagnostico, come una TAC?
I valori epatici sono i seguenti: AST 20; ALT 21; GGT: 50.

Inoltre, mio marito non mangia carne o dolci, mangia molta verdura, beve circa 1.5 di vino alla settimana - in che modo può aggiustare la dieta per abbassare il colesterolo e la steatosi?

Naturalmente abbiamo già prenotato un controllo con lo specialista che ci segue ma essendo fra un paio di settimane e noi molto in ansia chiedo gentilmente un vostro primo riscontro in merito all'esito di questi esami.
Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione,

Cordiali Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Per quanto ha rappresentato
non vi sono elementi decisivi per sospettare una ripresa di malattia.

Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista digestivo
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 345XXX

Grazie Dott. Quatraro della sua celere risposta.

Secondo Lei sarebbe opportuno attendere o effettuare ulteriori esami diagnostici?

Inoltre, come mai il fegato presenta steatosi ma i valori epatici sono nella norma?

Mi perdoni l'insistenza ma sono davvero molto confusa e preoccupata.

[#3] dopo  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
"un po' accentuata da steatosi" ... mi sembra nulla!
Si tranquillizzi.

Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista digestivo
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente 345XXX

grazie per il gentile e celere riscontro.
Ha ragione: provo a tranquillizzarmi...!
Le auguro un buon proseguimento di giornata.