Utente 373XXX
Buonasera sono un ragazzo di 26 anni che ormai dal lontanto 2012 soffre di problemi intestinali. Ricostruire per filo e per segno tutta la storia clinica è impossibile dato l’enorme lasso di tempo quindi cercherò di farne un sunto. Nella primavera 2012 sospetto virus intestinale con 20-25 scariche di cui due con sangue vivo, dopo calprotectina positiva ma esami del sangue negativi effettuo una colonscopia dove risulta un colon discendete con flogosi da capirne la natura dall’esame istologico. Esame istologico che riporta in quella porzione edema della tonaca e noduli linfoidi. Diagnosi evento acuto virale con sanguinamento: passano i mesi permangono sintomi sporadici di feci molli flautolenza nausea. Effettuato Breath test, negativo risonanza anse negativa, ecografia addome negativa, esami ematici negativi , calprotectina negativa. Consultati vari gastroenterologi nessun deposizione per Crohn anche se l’ultimo evidenzia come la colonscopia non sia stata né carne né pesce cito sue parole, significato ambiguo ma non ritiene necessario ripeterla. Estate 2016 altro fenomeno di dissenteria con febbre e 20-25 scariche in una e una soltanto perdita ematica frammista a feci di colore rosso scuro. Di nuovo esami totalmente negativi, di nuovo evento avuto virale su intestino sensibile. 2016-2018 mai più attacchi di diarrea ma alternanza di feci molli con muco e pezzi di fibre non digerite 1 volta al di massimo due e feci normali anche se chiare o dure.Alterno periodi di totale benessere a fasi invece di malessere, che si manifesta come detto oltre con le feci con molto meteorismo a volte arrossamento anale. Dolore raramente e spesso collegato allo spostamento dell’aria all’interno dell’intestino. Ammetto di avere un pessimo regime alimentare causa prima studio e poi lavoro quindi cene e pranzi alle ore più disparate e spesso con cibo da fast food. Inoltre soffro di emicranie con aura di origine ereditaria quindi assumo in media da ormai 10 anni Fans da un minimo di una volta al mese ad un massimo di 3 Fans che via via alterno a seconda dell’efficacia e che spesso riacutizzano il problema anche se non sempre e non so se vi è collegamento. Domanda finale, devo armarmi di pazienza e intraprendere un nuovo iter diagnostico nonostante 8 esami ematici negativi in 6 anni una risonanza magnetica del piccolo intestino un breath test una ecografia addome è una colonscopia ( né carne né pesce ).

[#1] dopo  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Buongiorno. Per prima cosa le consiglierei di migliorare la sua alimentazione che sicuramente sta alla base dei suoi problemi. Dopodiché curerei i suoi sintomi come colon irritabile e se continua a stare male rifarei la colonscopia con biopsie a livello dell'ileo terminale a questa aggiungerei anche, se il quadro clinico fosse poco chiaro, anche una gastroscopia con biopsie nella seconda porzione duodenale.
cordialità
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 373XXX

Prima di tutto la ringrazio per la risposta. Cercherò di attenermi ai suoi consigli e vedrò l’evoluzione. Volevo solo farle due ultime domande. La prima, secondo lei perchè quella colonscopia che tra l’altro fu fatta con un notevole esborso economico e stata considerata “ né carne ne pesce” e solo successivamente a distanza di tempo, nonostante vi sia la presenza di più biopsie valutabili oggettivamente, questo dubbio me lo porto dietro da anni e la cosa mi turba alquanto. In secondo luogo mi ha consigliato un eventuale gastroscopia perché sospetta una celiachia ? Perché dopo l’ecografia addome negativa ma con dei linfonodi attivi mi fu paventata questa possibilità nonostante gli esami ematici specifici per la celiachia negativi.

Grazie e buonagiornata

[#3] dopo  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
perché molte volte ci sono delle forme che diventano conclamate nel tempo e quindi se i disturbi persstono o si aggravano pur eseguendo terapia medica è corretto rivalutare il tutto.
cordialità
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#4] dopo  
Utente 373XXX

Buonasera a seguito della sintomatologia persistente nonostante cura con fermenti lattici il dottore mi ha fatto sostenere l'esame della calprotectina fecale, risultato negativo. Il medico mi ha detto che con calprotectina fecale negativa è impossibile avere una MICI. Conferma ?