Utente 450XXX
Salve, causa sindrome colon irritabile( prevalenza feci poco formate, meteorismo, senso di non completo svuotamento dopo la defecazione) stavo seguendo per la prima volta un ciclo di fermenti enterolactis plus( bustine, 24 miliardi), assunti a stomaco vuoto , una volta al giorno almeno tre ore dopo pranzo.
Dopo appena tre giorni dall’assunzione ,avverto un persistente dolore nel basso addome e feci abbondanti e non formate, a volte liquide, che mi stanno facendo mettere in allarme.
Non è la prima volta che assumo probiotici, ho assunto per mesi probactiol plus e lactoflorene plus senza nessuna controindicazione, ma sembra che questi fermenti mi causino evidenti disturbi.
Volevo sapere se era il caso di continuare la terapia e verificare se i dolori dovessero passare o sospendere ed utilizzare altri fermenti?
Possono dei semplici probiotici causare coliche e dolori addominali o sono solo fasi di assestamento alla terapia?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Potrebbe trattarsi di meteorismo. Ovviamente può sospendere e modificare i probiotici, concordando però con il suo medico.

Cordialmente
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 450XXX

Se fosse stato meteorismo mi sarei sentito più gonfio invece nei giorni dell’assunzione del probiotico la presenza di aria e borborigmi era notevolmente diminuita ed anche per questo ero intenzionato a proseguire.
È come se mi avesse causato un effetto “ purga” che mi ha fatto espellere un grosso quantitativo di feci poco formate e mi ha liberato l’intestino.
Intanto il dolore addominale persiste, ma più che altro volevo sapere se era controindicato assumere il prodotto in presenza di questo dolore, se potevo avere degli effetti collaterali di cui preoccuparmi.
Ho letto che di solito i probiotici non hanno effetti collaterali, certo ognuno ha i propri ceppi batterici che possono essere più o meno tollerati dall’organismo;nel caso di enterolactis il lactobacillus casei, 24 miliardi, potrebbe essere il responsabile..
Non ho possibilità di consultarmi con il mio medico perché l’assunzione di questo probiotico è stata una mia iniziativa, trattandosi di un semplice integratore.
Grazie