Utente 352XXX
E’ da circa un’anno che soffro di diarrea ormai diventata cronica e sintomi quale gonfiore, mal di pancia. Ho fatto di recente una visita gastroenterologia, esami delle feci e test del glucosio per vedere se avessi la SIBO (in quanto da anni prendo IPP): tutto negativo. Il gastroenterologo mi ha dato probiotici e antispastici con effetto quasi nullo. Ho provato diversi fermenti lattici e farmaci effetto cerotto per l’intestino; effetto quasi nullo. Adesso voglio incominciare a provare a prendere l’enzima lattasi per vedere se fa qualcosa. Ma in conclusione, l’unica cosa che mi permette di andare avanti è prendere in media 1 compressa di loperamide al giorno. Volevo chiedere: l’uso a tempo indeterminato (visto che non c'è altra soluzione) della loperamide può essere dannoso?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Consideri una celiachia o un effetto collaterale degli ipp.Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2] dopo  
Utente 352XXX

Grazie per l'indicazione, soprattutto per la celiachia. In quanto agli IPP li ho presi per diversi anni e non mi hanno dato disturbi di diarrea. E se fosse, dal momento che mi avevano riscontrato un'ernia iatale con conseguente reflusso gastroesofageo, come potrei fare a meno degli IPP?
Volevo chiedere una cosa riguardo la visita Gastroenterologica. Dopo la visita ho chiesto al Gastroenterologo: quando devo tornare per una visita di controllo? Mi ha risposto: non c'è nessuna visita di controllo, rimando tutto ai medici che verranno dopo.
Secondo lei avrei il diritto a chiedere un'altra visita Gastroenterologa (da un'altro gastroenterologo) al mio medico di base (che non mi suggerisce nessuna soluzione) senza che debba ricorrere io stesso o al farmacista, o ad internet o a consunti online (per questi ultimi non voglio sminuire i vostri consigli che sono sempre stati per me preziosi)?

[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Credo sia corretto riparlarne con il suo medico. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#4] dopo  
Utente 352XXX

Come da suo consiglio sulla possibile celiachia, l’ho riferito al mio medico di base che mi ha fatto fare gli esami ematici per il test della celiachia ed inoltre mi ha prescritto una visita gastroenterologia che avrò in aprile 2019. Al laboratorio di analisi mi hanno detto che potrebbe anche trattarsi di una intolleranza alimentare e il test complessivo su 108 alimenti è costoso mentre con ricetta medica si può fare il “pannello alimentare su 12 alimenti” senza pagare nulla.
Cosa ne pensa su questo secondo test?
Ed infine, non sapendo bene le regole del sito, avendo la visita gastroenterologia in aprile 2019, quindi molto tardi, devo chiudere quanto prima questa mia domanda (non posso aspettare aprile 2019 per chiuderla)?
Molte grazie di nuovo

[#5] dopo  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
MARIANO COMENSE (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Gastroscopia con biopsie duodenali. Prego.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#6] dopo  
Utente 352XXX

Ho visto che per avere una diagnosi certa bisogna fare anche Gastroscopia con biopsie duodenali, ma con il test ematico non si può avere un'indicazione?
E cosa ne pensa delle possibili intolleranze alimentari?

[#7] dopo  
Utente 352XXX

Ho fatto gli esami ematici per la celiachia:
Tansaminasi GPT 14
Transaminasi GOT 17
Ferritina 40
Bilirubina totale 0.87
Bilirubina indiretta 0.58
Bilirubina diretta 0.29
Amilasi pancreatica 32
IMMUNOLOGIA
Transglutaminasi Abs IgA 0.3
Gliadina Abs IgA Deamidata 0.50

Ho fatto vedere le analisi al mio medico che ha detto che non c’è nessun sospetto di celiachia per cui la biopsia duodenale non è necessaria.