Utente
Salve, sono un ragazzo di 23 anni e da due mesi e mezzo soffro di meteorismo. È una sensazione piuttosto sgradevole perché mi comporta eruttazioni frequenti ed anche flautolenza(mi vergogno perché anche in pubblico molte volte mi capita). Ho effettuato una gastroscopia circa un mese e mezzo fa dalla quale è risultato questo:esofago regolare per motilita delle pareti ed aspetto della mucosa. Linea Z coincidente con la giunzione G E che appare in sede.
Cardias beante. Stomaco normalmente distensibile con normali quantità di succo gastrico a digiuno;regolare disegno plicale, la cui mucosa presenta un aspetto variegato come da gastrite cronica:biopsia. Piloro in asse, mobile e pervio come di norma. Bulbo duodenale è D2 endoscopicamente nella norma. Sono stato anche ricoverato in ospedale per circa una settimana dove mi hanno effettuato numerose analisi(tutto nella norma, rx al torace perfetto, spirometria, test anti allergici dove hanno segnato quella agli acari della polvere tanto per, holter al cuore normale, test calprotectina fecale 526 dove hanno riscontrato una possibile infiammazione dell'intestino che sto curando con l'assunzione di fermenti lattici da circa due settimane; vado a bagno regolarmente ma alterno feci dure a feci normali e lunghe, ed anche grosse. Non ho diarrea da moltissimo, anzi, a dir la verità non ricordo proprio quando l'abbia avuta la diarrea ) . Premetto che questo meteorismo mi costringe ad effettuare respiri profondi perché non riesco a sollevare bene il diaframma, è come se lo sentissi contrattato;infatti respiro toracicamente e questo mi comporta sempre tachicardia. L'altra sera sono stato in pronto soccorso visto che mi ero svegliato con un giramento di testa, ma la pressione era 120 70, il battito era 92, la saturazione 100 su 100. Mi hanno fatto un emogas venoso per vedere il ph ed altri valori ma era tutto nella norma, infatti le hanno classificate come pseudovertigini, dandomi delle gocce per tranquillizzarmi. Premetto che sono in cura da una settimana con cortisone ed amoxicillina per curare una faringite e sinusite che mi porto dietro da due mesi, ma non credo che il meteorismo sia da collegare a questo. Può invece essere collegato ad un fattore ansiogeno e di stress visto che il periodo che sto vivendo è abbastanza duro? Inoltre c'è qualcosa che potrei fare per migliorare il modo di respirare visto proprio questo fastidio addominale, per eliminare questo continuo eruttare e per tornare a stare bene? Premetto che ieri sono andato anche da una psicologa per migliorare la situazione.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Le posso solo indicare quali sono le possibili cause del meteorismo che dovrà analizzare con il suo gastroenteroloho:


https://www.medicitalia.it/blog/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/6487-colon-irritabile-o-altro-intolleranze-sibo-lgs-ecc.html

Cordialmente
Felice Cosentino - Milano


.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Ho effettuato i test anti allergici e inerenti alle intolleranze alimentari ma apparte quella agli acari nulla. Sono stato dal gastrointerologo il quale ha escluso crhon ed ulcere (in quanto anche le mie analisi del sangue sono buone tutt'ora). Le uniche cause che ha ritenuto possibile sono colon irritabile, sovracrescita batteria intestinale(il tutto accompagnato da molta, ma molta ansia). Quello che mi ha detto è che il mio respiro sia diventato qualcosa di forzoso e non più involontario, come se dovessi per forza respirare profondamente a qualsiasi costo. Per via della consistenza delle feci ha escluso qualsiasi tipologia maligna anche perché vado a bagno regolare, di color marrone e defeco feci morbide alternate a volte a feci due proprio per via del meteorismo che ho. Mi ha semplicemente detto di assumere fermenti lattici per riattivare e ripristinare il movimento intestinale. Cosa ne pensa lei? Può essere invece qualcosa di grave rispetto a quello segnalato dal mio gastrointerologo?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non posso che confermare quanto riportato nel mio articolo.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Non ho capito la sua risposta dottore. Secondo lei può essere qualcosa di grave o appunto una sovraccrescita batterica intestinale, colon irritabile il tutto condito con tanta tanta somatizzazzione? Prima le ho spiegato anche la questione del respiro che sto controllando sforzandomi di respirare diframmaticamente e normalmente. Inoltre i fermenti lattici fin quando possono essere assunti? Premetto inoltre che soffro della sindrome di Gilbert

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Mi scusi, ma ha letto il mio articolo ?
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Assolutamente, specialmente l'ultima parte dove dice di affrontare la malattia (se così si può definire) in maniera del tutto tranquilla in quanto non evolverà mai in una patologia grave.

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Quindi nel mio articolo ci sono le motivo azioni del meteorismo e bisogna procedere con gli accertamenti e trattamenti indicati.
Ha eseguito il breath test al lattosio, il breath test al glucosio, la dieta FODMAP, il disbiosi test, la titolazione della zonulina fecale, ha eliminato il glutine nel dubbio di una intolleranza non celiaca ?
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Dai test sono risultato positivo solo agli acari della polvere, ma ne grano, ne latte, ne tutto quello che ne seguiva dopo. Quello che mi preme è innanzitutto sapere per quanto altro tempo è possibile assumere i fermenti lattici (ne prendo una fiala al giorno, da circa due settimane). In secondo luogo:un risultato di calprotectina fecale di 526 può essere rischioso? Il gastrointerologo mi ha detto che appunto può riguardare un colon irritabile e che con l'ausilio dei fermenti lattici il tutto torna nella norma. Fra 3 mesi se i valori sono ancora alti allora effettueró la colonscopia (il gastrointerologo ha ipotizzato anche che si ha avuto un risultato di 526 per via di alcune emorroidi). Cosa ne pensa lei dottore?

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Penso che lei non abbia assolutamente capito quello che ho scritto e detto. Non saprei cos'altro aggiungere .
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
Se allora è così gentile da spiegarmelo lei.

[#11]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Continuammo a non capirci. Tutto quello che le ho da dire l'ho già detto nel mio articolo :

https://www.medicitalia.it/blog/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/6487-colon-irritabile-intolleranze-sibo-lgs-ecc.html

E poi le ho indicato gli accertamenti da fare nel post # 7.

Ma lei continua a non capire come è già successo in un precedente consulto:

https://www.medicitalia.it/consulti/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/653857-meteorismo.html

Motivo per cui il consulto è chiuso.


Auguroni.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#12] dopo  
Utente
Salve Dottore. Innanzitutto vorrei scusarmi con il comportamento tenuto ieri durante il consulto nei suoi confronti. Ho riletto nuovamente il suo articolo in merito al meteorismo e come detto anche da lei ho appurato il suo contenuto. Parlandone nuovamente con il gastrointerologo(visto che oggi ho visto una leggera stiratura di sangue sulle feci) mi sono allarmato per paura potesse essere qualcosa di grave. Solo che io due giorni fa ho effettuato analisi del sangue dalle quali tutto risulta assolutamente nella norma(premetto che dopo aver defecato ho sentito bruciore quindi questa stiratura l'ho ricollegato ad emorroidi). Ora vorrei porle questo quesito :dal test di calprotectina fecale effettuato un mese fa il suo valore si attestava a 526. Però è anche vero che da fine settembre io ho assunto inibitori della pompa protonica quotidianamente. Non ho diarrea, non vedo muco nelle feci, anzi, le mie feci sono lunghe, grosse e morbide alternate a feci dure e grosse. Proprio per queste motivazioni io escluderei a priori un tumore, anche per via dell'età. Il gastrointerologo ha escluso chron. Questo secondo lei a cosa potrebbe essere attribuito? In attesa di una sua risposta mi scuso nuovamente per ieri e le auguro un buon e sereno Natale.

[#13]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ritorniamo sempre al punto di partenza. Non vedo via d'uscita con tale consulto per cui non mi resta che augurarle

Buon Natale
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#14] dopo  
Utente
Dottore guardi che la mia domanda riguardava la calprotectina fecale e la vista di sangue sulle feci. Come non detto, buon natale anche a lei