Utente 393XXX
Gentilissimi dottori,

Nel settembre 2018 iniziai ad avere una tosse persistente e dei frequenti laringospasmi. Mi venne diagnosticata con una laringoscopia un reflusso faringeo-laringeo, curato con 1 mese e mezzo di Peptazol, Peridon per 10 giorni e Gastrotuss per 15. I sintomi scomparvero del tutto e tornai a stare bene.

Da quel momento ho modificato la mia alimentazione. Ho fondalmente eliminato, o fortemente ridotto, l’assunzione del cosiddetto cibo spazzatura : merendine, patatine, bevande gassate, prodotti da forno, gelati, fritti ecc.. che ero solito mangiare con una certa frequenza. Ultimamente ho iniziato a darmi qualche libertà in più (bibite, patatine, fast food o pizza nel weekend). Inoltre, per problemi di nausea e acidità ho eliminato dalla mia colazione latte o succo di frutta. O anche iniziato a bere molta più acqua rispetto a prima.

Al momento la mia dieta tipo si compone così:

-Colazione: 4 biscotti
-Pranzo: un piatto di pasta con vari condimenti o riso con passato di verdure, una fettina di carne o uovo o pesce. A volte una merendina.
-Cena: Un panino, una piadina o un toast con affettati o tonno.
A volte mangio una merendina nel pomeriggio.

Mi accorgo che, facendo un calcolo delle calorie, probabilmente ne assumo molte meno di quante ne necessiti.

Fino all’età di 18 anni sono stato un soggetto molto esile ma, negli ultimi anni ero ingrassato di anche 15 kg, iniziando a presentare pancetta, maniglie dell’amore e grasso sulle cosce.
Ora mi ritrovo ad essere nuovamente molto magro.
A inizio settembre 2018 pesavo all’incirca 70/72 Kg. Adesso sono arrivato a pesare 58 Kg (quasi come prima dei 18 anni) per 1, 82 di altezza. C’è da dire che ho una struttura ossea molto piccola (circonferenza polso 14, 5 cm).

Già 4 anni fa ebbi un dimagrimento abbastanza importante e anche in quel caso (a causa di un sospetto colon irritabile) eliminai il cibo spazzatura dalla mia dieta. Successivamente, tornato a mangiare di tutto, ripresi i chili persi.

La mia domanda è questa: È possibile che, solamente eliminando dalla dieta giornaliera, gli snack e gli spuntini (molto calorici) e riducendo di molto la colazione si possa perdere così tanto peso? E soprattutto in così poco tempo?

Da qualche settimana ho nuovamente una sensazione di nodo in gola alla deglutizione e sento come dell’aria che risale dallo stomaco alla gola. Inoltre quando mangio sento come se il cibo scendesse con difficoltà. Questi sintomi non sono sempre presenti, ci sono dei giorni in cui sto bene. Inoltre sono tutti sintomi che avevo già sperimentato l’autunno scorso, ma questa volta in forma molto più lieve.


Ho da poco effettuato analisi del sangue e della tiroide ed una ecografia addominale che non hanno riscontrato nulla di anomalo.

Il fatto di non aver avuto problemi per tutti questi mesi, potrebbe escludere un qualcosa di più grave? Dovrei approfondire con una gastroscopia?

Vi ringrazio anticipamente e vi porgo i miei più cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il dimagrimento è possibile.
Per il reflusso, giudicare o meno se c'è bisogno di una gastroscopia si può fare solo dopo una visita.
Da quello che racconta, a distanza e senza visita, non la riterrei necessaria ma è una mia impressione "da lontano".
Ne parli con un gastroenterologo che può visitarla.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 393XXX

Gentilissimo Dott. Bacosi,

La ringrazio per la sua celere e precisa risposta.
Capisco perfettamente il limite di un consulto a distanza ma vorrei porle due domande.
Crede sia un problema aspettare a settembre per una nuova visita gastroenterologica? Perché tra qualche giorno partirò per le vacanze.

Secondo lei, nel caso dovessero riacutizzarsi i sintomi, potrei iniziare ad assumere Peptazol da 20mg?

Le auguro una buona giornata

Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) si
2) si
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 393XXX

Gentile dottore,

Con si alla prima domanda intende quindi che sarebbe un problema farla a settembre o che posso aspettare?

Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
il primo si è inteso nel senso che se lei non riesce ad ingerire i cibi, il controllo deve esser fatto subito.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente 393XXX

Gentile dottore,

Probabilmente mi sono espresso male nel primo consulto e Le chiedo scusa. La sensazione che provo è come una sorta di muco in gola che comprare soprattutto dopo i pasti. Questo fastidio a volte mi accompagna anche nella deglutizione del cibo, ma non ho mai avuto problemi ad ingerirlo. Oggi ad esempio non ho quel fastidio ed ho mangiato senza alcun tipo di disturbo.
Cosa ne pensa? Rimane una situazione allarmante?
Detto ciò provvederò ugualmente a programmare una visita il prima possibile.

La ringrazio nuovamente per la sua celerità e pazienza

Cordiali saluti

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
In questo caso può aspettare
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente 393XXX

Gentilissimo dottore,

Grazie mille per la risposta.

Mi permetto di chiederle un ulteriore parere.

Il fatto di aver risolto del tutto il primo episodio con una cura adeguata, che mi ha portato ad una remissione totale dei sintomi per alcuni mesi potrebbe escludere possa trattarsi di qualcosa di più grave?

La ringrazio per la sua pazienza e gentilezza.

Cordiali saluti

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Certamente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente 393XXX

Gentilissimo dottore,

Leggo solamente ora la sua risposta. La ringrazio tantissimo.
Ne approfitto per farle una domanda.
In questi giorni i sintomi laringo faringei sono fortunatamente quasi spariti.
Ho però un sintomo che ho già avuto in passato. In pratica avverto un dolore nella parte centrale del dorso, un po’ più in basso delle scapole. Più che un dolore lo definirei un fastidio. Sembrerebbe di origine muscolare ma ho notato che compare o si accentua dopo i pasti. Il dolore è soltanto sul retro, non avverto nulla nella zona dello sterno.
Lei crede possa essere un dolore associabile a reflusso o infiammazione esofagea?
Il fatto che il dolore compaia o si accentui dopo i pasti ho pensato possa essere relativo alla cattiva postura che assumo a tavola. Potrebbe essere un’ipotesi plausibile visto che non ho attualmente altri sintomi gastroesofagei (appare un po’ di eruttazioni frequenti)?

La ringrazio in anticipo e le auguro una buona serata.

Cordiali saluti.

[#11]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si, è verosimile
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#12] dopo  
Utente 393XXX

Gentilissimo dottor Bacosi,
La ringrazio nuovamente e ne approfitto per chiederlo un ulteriore chiarimento.
In alcuni momenti della giornata, soprattutto al mattino a stomaco vuoto, avverto dei borborigmi ed in concomitanza avverto delle contrazioni alla bocca dello stomaco, come una sorta di battiti che non mi causano alcun tipo di dolore, soltanto un po’ di fastidio, e sono visibili anche dall’esterno. Sono un soggetto molto magro ed avverto facilmente il battito dell’aorta addominale. Ecco, quando ho queste contrazioni è come se si accentuasse fortemente il battito che avverto in quella zona. A cosa potrebbe essere riconducibile.
RingraziandoLa in anticipo, Le auguro una buona giornata
Cordiali saluti

[#13]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Forse gas intestinale in eccesso.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#14] dopo  
Utente 393XXX

Gentilissimo Dottore,

Purtroppo non ho ricevuto la notifica nella mail e quindi leggo solamente ora la sua risposta. La ringrazio.
Vorrei chiederLe un parere. Sto assumendo Xanax 3 volte al giorno per uno stato ansioso ed attacchi di panico. In questi giorni si stanno riacutizzando i sintomi da reflusso e, in vista anche del cambio di stagione, vorrei iniziare nuovamente a prendere Peptazol 20 e Gastrotuss dopo i pasti.
Ci sono incompatibilità tra I farmaci suddetti e lo Xanax.

La ringrazio e le auguro una buona serata!

Cordiali saluti