Utente 528XXX
Salve. Circa un anno fa ho iniziato a soffrire di sintomi tipici di reflusso e da visita gastroenterologica mi è stato prescritto esomeprazolo 40 il quale ha eliminato i bruciori di stomaco e retrosternali, ma invece non sono scomparsi dolori a livello di addome, dolore di tipo trafittivo e sordo, senza una posizione ben precisa ma che a volte si scatena su un fianco, a volte sull altro, a volte al centro, ma per lo più sul fianco destro. Inoltre ho spesso dolore toracico per lo più dopo i pasti ma anche lontano dai pasti, dolore che dura qualche decina di minuti e poi scompare. Quasi quotidianamente ho dolori di tipo trafittivo di breve durata principalmente al torace e alla schiena all altezza di fegato/reni. Ho quasi sempre eruttazioni dopo un paio d ore dai pasti con senso di risalita del cibo nell esofago. Ho disturbi del sonno e a volte il mattino mi sveglio con acido in gola o in bocca. Ho eseguito esami per escludere problemi cardiologici. Ho eseguito emocromo e risulta tutto nella norma. Ho eseguito ecografia e risulta solo un po' di Aria nello stomaco. Ho eseguito colonscopia e risulta tutto regolare. Ho interrotto il trattamento con l esomeprazolo per eseguire una gastroscopia e la sintomatologia non è cambiata, ne migliorata ne peggiorata. Ho infine eseguito una gastroscopia da cui non è evidenziato nulla, per cui la diagnosi è di NERD. Secondo il gastroenterologo i dolori che ho sono di natura intestinale (soffro di periodi di stitichezza anche se non molto accentuata) per cui mi ha detto di non prendere più esomeprazolo e mi ha prescritto come terapia Raxar 10, NEOBIANACID e REGOLINT. La mia domanda è, possono questi dolori e fastidi avere veramente a che fare con l intestino? Dovrei eseguire altri esami? Questa condizione sarà continuativa a vita? Ho 26 anni, sono leggermente in sovrappeso e fumo 5 6 sigarette al giorno, faccio un po' di sport (calcetto 1 2 volte a settimana).

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

24% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Sono d ' accordo con quanto le ha detto il gastroenterologo. Non ha bisogno di eseguire altri esami. Inizi quella terapia, poi vedremo come starà.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente 528XXX

Passato un mese dalla cura, ho dolori addominali che mi accompagnano per molti giorni,poi qualche giorno di calma, e poi ritornano. È un dolore sordo e diffuso su tutto l'addome, a volte colpisce una zona, a volte altre.Si allevia quando cambio posizione. Inoltre ho spesso eruttazioni. Potrebbe essere un eccesso di aria nello stomaco/intestino? Non so descrivere bene i sintomi, ma ho un certo senso di pienezza, diversa però da quella tipica dopo un abbuffata. Non so se rivolgermi di nuovo al mio specialista o aspettare che magari passi naturalmente.

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

24% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
I dolori addominali possono esser dovuti a due cause : spasmi della muscolatura del colon e formazione di aria. Per il primo motivo possono essere utili blandi antispastici, ma questi devono essere prescritti dal suo medico. Per il secondo motivo sono utili quei preparati antimeteorici a base di simeticone.
Prof. alberto tittobello