Utente 390XXX
Salve, premetto che non ho mai lamentato in passato dolori o fastidì allo stomaco.
Da 2 mesi lamento dolori alla bocca dello stomaco abbastanza fastidiosi che persistono così il mio medico mi ha prescritto l’esame feci per l’helicobacter che è risultato positivo.

Da 2 settimane ho terminato la terapia antibiotica composta da 10 giorni di 2x1g di amoxicillina, 2x500mg di claritromicina e 40 mg di pantoprazolo la mattina.
Dal termine della cura antibiotica non ho più assunto nessun antiacido ne gastroprotettore.

In genere quanto tempo occorre affinché i sintomi cessino dopo l’eradicazione dell’hp?
È normale che persistano dopo 2 settimane dal trattamento?


Grazie in anticipo

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Evidentemente il disturbo non era legato all'helicobacter. Riprenda l'IPP.



Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 390XXX

Salve, le scrivo per aggiornarla sulla situazione, dopo essermi stata prescritta dal mio medico ho effettuato una gastroscopia che ha rilevato incontinenza cardiale e gastropatia antrale con mucosa lievemente eritematosa, tutto il resto era nella norma. Il medico che ha eseguito la gastroscopia mi ha prescritto 2 mesi di esomeprazolo 40mg al mattino e 2 bustine di Marial al giorno dopo i principali pasti per 4 settimane. A un mese dall’inizio della cura non sento nessun giovamento e continuo ad avvertire fastidio e dolore alla bocca dello stomaco e sotto lo sterno. Così mi sono rivolto ad uno specialista Gastroenterologo che dopo avermi visitato e consultato l’ecografia , la radiografia e tutti gli esami mi ha confermato che secondo lui dalle foto presenti nel referto della gastroscopia il mio cardias in realtà è nella norma se non leggerissimamente incontinente e di non preoccuparmi , secondo lui non ho niente che non va tant’è che ha detto che posso mangiare ciò che voglio compresi cibi acidi e alcolici. Per rassicurarmi mi consigliato una tac torace addome con mezzo di contrasto che a detta sua scioglierebbe ogni dubbio, ma ho letto che è pericolosa e non sono propenso a farla. Io in tutto ciò però continuo ancora a stare male e la situazione da 3 mesi non migliora e mi sta frustrando a tal punto che sono molto stressato. Non so più a cosa appellarmi, secondo lei cosa può essere?