Utente 543XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 30 anni.
Da circa un anno a seguito di continui bruciori alla gola e alla lingua, ho visitato un gastroenterologo sotto consiglio del mio medico, che ha escluso problemi di tipo gastroenterologo.
Allora sono andata da un otorinolaringoiatra che effettuando fibroscopia ha segnalato tracce di reflusso, prescrivendomi un gastroprotettore (mepral) e consigliandomi di effettuare una gastroscopia.
Ecco il referto: esofago ben canalizzato.
Stria zeta marcata Cardias parzialmente beante.
Mucosa del fondo e corpo endoscopicamente indenne.
Mucosa antrale pre pilorica iperemica su cui si esegue biopsia e ricerca H: Pylori: Piloro parzialmente beante.
Mucosa del bulbo e della seconda porzione indenne: in inversione non segni riferibili ad ernia iatale
Risultato biopsia: Minuto frammento di mucosa gastrica esente da alterazioni istologiche di rilievo.
Negativa la ricerca di H: pylori.
Perció sono tornata dal mio medico curante, di cui mi fido molto, con i risultati della gastroscopia e mi ha consigliato di continuare con il mepral, aggiungendo gaviscon dopo i pasti.
Ma dopo circa tre mesi di cura la situazione non é cambiata molto.
Continuo ad avere bruciori a gola e lingua, sempre arrossati, stomaco sempre gonfio e bocca asciutta e sensazione di sete perenne.
Nonostante da agosto ho cambiato alimentazione, eliminando tutti i cibi acidi e bevande.
Adesso non so cosa fare.
Dovró prendere per tutta la vita un gastroprotettore e convivere con questi sintomi?
O c'é qualcosa che posso fare che ancora non é stata fatta, che possa migliorare questa situazione?
Grazie

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non e un problema di reflusso ma di possibile intolleranza alimentare (lattosio, glutine)

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it