Utente 290XXX
Buongiorno, sono una donna di 35 anni. Circa due mesi fa ho avuto un brutto esaurimento nervoso per cause lavorative che mi hanno portato a perdere l'appetito e perdere alcuni kg sino ad arrivare a 40kg. Ora però, nonostante io stia meglio e sia seguita e supportata da una terapia farmacologica adeguata al mio stato emotivo ho iniziato a soffrire di quanto segue:
premesso che sono stitica di natura, quando non riesco ad evacuare per 3/4 giorni giorni in genere prendo delle compresse a base di erbe naturali che mi aiutano poi a scaricarmi il giorno seguente e a stare meglio. Tuttavia sto notando ultimamente un'alternanza a momenti di stitichezza e momenti di diarrea improvvisa praticamente acqua "sporca" dove però anziché evacuare feci evacuo esattamente il cibo così come l'ho ingerito al pranzo o alla cena. Non sto parlando solo di quegli alimenti "normali" quali verdure a foglia verde, mais, bucce di frutta o cose simili, parlo di cibi quali patate, funghi, pezzi di carne, pasta, e così via.. . e come se non digerissi il cibo che mangio, e che andasse direttamente nell'intestino senza essere assimilato, almeno io ho questa sensazione perchè nell'ultimo mese ho perso 4 kg e ora sono a 36 e sinceramente la cosa mi preoccupa un pochino, se non altro per il peso e per questa irregolarità intestinale che ho.
Avendo avuto anche famigliarità con tumori del colon (mia mamma è venuta a mancare per questo), e avendo problemi di cisti ovariche, e un pregressa conizzazione al collo dell'utero, organi che comunque so che spesso sono in qualche modo correlati all'intestino, mi chiedevo se sia indicato fare qualche accertamento (colonscopia? visita specialistica? esami del sangue o delle feci? ) per capire meglio cosa stia succedendo al mio organismo da un mese a questa parte.
Cordialmente.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) trovare pezzi di cibo riconoscibili nelle feci è solo indice di una masticazione frettolosa ed incompleta.
2) faccia, prima di tutto, una visita gastroenterologica.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia