Utente 555XXX
Salve, volevo sapere un vostro parere su vari sintomi che avverto.
Mi succede che dopo i pasti mi si accelera il battito cardiaco premetto che sono ansioso ma credo la tachicardia sia scaturita dai pasti, ovvero dopo aver mangiato avverto tachicardia, respiro affannoso, peso nella bocca dello stomaco che s'irradia al petto, il ché termina tutto dopo la digestione o dopo aver evaquato, I fatto mi durano qualche ora, sia dopo la colazione, che dopo pranzo e anche per cena. A cosa potrebbero essere associati questi sintomi?

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Si tratta della Sindrome di Roemheld, ossia di una distensione gastrica con riflessi gastro-cardiaci:

https://www.medicitalia.it/blog/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/6459-sindrome-gastro-cardiaca-roemheld.html

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Verosimilmente sindrome gastro-cardiaca.
Su codesto sito troverà un articolo sulla sindrome suddetta scritto dal Prof. Cosentino in cui troverà tutte le informazioni.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#3] dopo  
Utente 555XXX

Grazie tante anzitutto per le tempestive risposte, ho letto l'articolo e mi rivedo molto sui sintomi e sulle precauzioni, specie sul fatto che mangiare veloce influisce, io ad esempio mangio molto veloce. Ma perdonatemi una domanda, ci sono cure? O magari la protezione può giovare, e se per caso si può rilevare se c'è veramente questo problema, e come fare?
Che controlli si possono fare? Se per esempio ho ernia iatale o reflusso?
Magari fare ecografie o endoscopia?

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Si tratta di una sindrome funzionale legata a una distensione gastrica per cui deve eliminare le cause (come riporto nell'articolo) che sono alla base di tale distensione (il mangiare veloce, cibi flatogeni, ecc.). Utili farmaci procinetici ed eventualmente antisecretivi.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it