Utente 461XXX
Buonasera, vi scrivo per conto di una mia parente disabile che da diverso tempo soffre di disfagia.

Si tratta di un problema che spesso durante i pasti le dá un senso di soffocamento e le provoca un immediato rigurgito.

Il medico generico ci ha consigliato un esame radiologico con assunzione di bario o una gastroscopia e fin qui niente di eccezionale se non fosse che questa persona ha una disabilità mentale.

Il suo stato psichico è tale da renderla quasi violenta nel momento in cui si rende conto che un medico la vuole visitare.
È successo anche in casi in cui avrebbe semplicemente sottoporsi ad una visita oculistica.
Ho quindi bisogno di capire come poter affrontare questa situazione difficile e se esiste un centro specializzato nel trattamento di questi casi.
Sarei disposta ad accompagnarla ovunque pur di trovare le persone giuste a cui affidarmi per questi esami.
Sono al corrente che si potrebbe affrontare la gastroscopia sotto anestesia totale ma credo occorra prima avviare degli ulteriori accertamenti e da qui ancora una volta subentrerebbe il suo trauma.
Vi prego di aiutarmi perché non so come affrontare questa difficile situazione.

Grazie a chiunque voglia suggerirmi una possibile soluzione.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
In genere occorre sempre, nella attività medica, valutare il rapporto costo-beneficio.
Non sapendo lo stato della persona in questione mi chiedo: ammesso di riuscire a fare gli esami ipotizzati, esiste poi una terapia???
Farei prima una valutazione neurologica con parallela valutazione del fisioterapista e del terapista occupazionale.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia