Utente 390XXX
Salve, sono un ragazzo di 21 che non ha mai li avuto problemi di stomaco, da 3 mesi lamento Pirosi e dolore alla bocca dello stomaco che pur avendo effettuato terapia eradicante dell’helicobacter non mi è passata, quindi su prescrizione del mio medico ho effettuato una gastroscopia che ha rilevato incontinenza cardiale e gastropatia antrale con mucosa lievemente eritematosa, tutto il resto era nella norma.
Il medico che ha eseguito la gastroscopia mi ha prescritto 2 mesi di esomeprazolo 40mg al mattino e 2 bustine di Marial al giorno dopo i principali pasti per 4 settimane.
A un mese dall’inizio della cura non sento nessun giovamento e continuo ad avvertire fastidio e dolore alla bocca dello stomaco e sotto lo sterno.
Così mi sono rivolto ad uno specialista Gastroenterologo che dopo avermi visitato e consultato l’ecografia, la radiografia e tutti gli esami mi ha confermato che secondo lui dalle foto presenti nel referto della gastroscopia il mio cardias in realtà è nella norma se non leggerissimamente incontinente e di non preoccuparmi, secondo lui non ho niente che non va tant’è che ha detto che posso mangiare ciò che voglio compresi cibi acidi e alcolici.
Per rassicurarmi mi consigliato una tac torace addome con mezzo di contrasto che a detta sua scioglierebbe ogni dubbio, ma ho letto che è pericolosa e non sono propenso a farla.
Io in tutto ciò però continuo ancora a stare male e la situazione da 3 mesi non migliora e mi sta frustrando a tal punto che sono molto stressato.
Non so più a cosa appellarmi, secondo voi cosa può essere?

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Deve eseguire, mente sta assumendo l'inibitore della pompa protonica, un prelievo per GASTRINEMIA.
In questo modo sapremo se in lei l'inibitore agisce.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 390XXX

Dottore grazie per la risposta, provvederò a parlarne col mio medico e farmelo prescrivere. Nel frattempo secondo lei com’è possibile che a distanza di 3 mesi non trovo nessun giovamento pur avendomi detto il Gastroenterologo che non ho nulla? Inizio ad avere paura che questo disturbo mi accompagnerà per sempre.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
io non l'ho visitata.........

in ogni caso non ha nulla di visibile ma il reflusso non si vede.....
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 390XXX

Capisco, ha perfettamente ragione. Posso solo chiederle se lei ritiene utile la tac con mezzo di contrasto che mi ha prescritto? A cosa servirebbe? Non sarebbe più opportuna una phmetria esofagea? Anche se lui sostiene che non ho nessuna malattia da reflusso esofageo.
Grazie per la disponibilità.

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Io non avrei iniziato dalla TC, ma non l'ho mai visitata....
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia