x

x

Paura di un male grave

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Salve,

vorrei che mi aiutaste, sono entrato in un tunnel dal quale non riesco a uscire.
tutto inizia con alcuni fastidi addominali circa un anno fa, con conseguente visita dal gastro che mi ha riscontrato solo un colon irritabile.
Ai tempi i miei sintomi erano feci un po' collose, e a volte diarrea dopo colazione o pranzo.
Dal gastroenterologo ci sono tornato ben tre volte, ma per lui è solo colon irritabile.
Esami fatti:
- 3 volte esami del sangue senza mai avere anemia e tutti i valori ok
- varie ecografie addominali tutte negative
- venti giorni fa, calprotectina fecale e sangue occulto, negativi
- esplorazione rettale due volte senza mai rilevare nulla di strano.

- esame urine per disbiosi, negativo

I sintomi in questo ultimo anno sono stati vari: periodi di benessere, poi diarrea post prandiale per qualche giorno, poi di nuovo tutto bene, poi corse al bagno inaspettate e fuori orario, etc etc

Ora due giorni fa dopo essere andato normalmente in bagno ho avuto crampi con sudore (cosa che non mi era successa prima a memoria), allora ho preso il lexil (che prendo all'occorrenza), la situazione è migliorata ma come sempre, se lo assumo per due giorni, viene la stitichezza.
Oggi sono andato di corpo nel pomeriggio due volte (altra novità), come se il lexil mi avesse bloccato, e ora sento indolenzimento intestinale.


So che ho fatto tanti test, ma leggo di PERSONE CHE HANNO TUMORI AVANZATI SENZA SANGUE OCCULTO POSITIVO, e leggo che la calprotectina non è indicato per segnalare tumori.


Insomma da una parte consigliano i famosi test di screening, però poi ti dicono "si ma potresti star morendo ugualmente".
C'è da uscire pazzi! ! !

Il gastroenterologo mi dice che di colonscopia non se ne parla perché non rientro nel range di età e non ho sangue nelle feci.


Io sono spaventato, non riesco a trovare serenità.
Vorrei un vostro suggerimento o opinione.
grazie
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 25,7k 986 12
Mi scusi ma lei che è stato visitato più volte da un medico in carne ed ossa (e non si fida della diagnosi) si fiderebbe del parere di un medico che non la può visitare????
Lei ha bisogno di curare la sua ansia, non il suo intestino.
Cordiali saluti.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
dopo
Utente
Utente
Il suo discorso non fa una grinza dottore, ma capirà che chi si fissa su certe cose ha bisogno di continue rassicurazioni.

Ha assolutamente ragione, chiedo solo una sua opinione sulla vicenda, sugli esami fatti e sull'effettiva "efficacia" dei test che ho fatto.

grazie
[#3]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 25,7k 986 12
Concordo con il suo gastroenterologo.

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio