Utente
Buonasera,

all'esito di un esame delle feci effettuato per routine e risultato positivo al sangue occulto ho effettuato una colonscopia, il cui referto recita:
"Esame condotto fno al cieco in condizioni di buona pulizia intestinale (Boston 3+3+3).
Il colon mostra calibro regolare e mucosa di aspetto normale per tutto il tratto esplorato.
Nel sigma sono presenti due polipi sessili di circa 1.5 cm che vengono infiltrati con blu di metilene, asportati con ansa diatermica e recuperati per esame istologico.
Nel canale anale sono presenti emorroidi fortemente congeste".
Oggi ho ritirato il referto dell'esame istologico che riporto: "Formazione polipoide di cm.
0, 8 e frammenti di cm.
0, 5 (1) e formazione polipoide peduncolata del diametro di cm.
1, 2 (2).
Diagnosi conclusiva.
Adenoma tubulo-villoso di displasia di basso e, focalmente e superficialmente, di alto grado sec.
WHO (1).
Adenoma tubulo-villoso di displasia di basso grado sec.
WHO.
Asse, peduncolo e margine indenni (2).


Purtroppo l'infermiera che me lo ha consegnato mi ha solo detto di mettermi in contatto con la dottoressa che però questa settimana è fuori.
In attesa di poter parlare con lei, potreste darmi voi un'idea di quello che devo aspettarmi?
immagino un controllo a breve?
che rischi corro in futuro?


Grazie per quanto potrete anticiparmi, onestamente sono un po' preoccupata (ho 54 anni e in famiglia due casi di tumore allo stomaco: nonna e zia materne).

[#1]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Gentile utente, da quello che scrive, il trattamento effettuato dovrebbe essere risolutivo e quindi non dover fare nulla di più, sui controlli successivi a scopo di prevenzione primaria ovviamente segua le indicazioni dell'endoscopista.
Saluti
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio molto.

[#3]  
Dr. Sergio Sforza

36% attività
20% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2010
Prego ed auguri
Dr. sergio sforza
https://www.medicitalia.it/sergiosforza