Un paio d'ore dopo l'episodio ho iniziato ad avvertire un dolore all'altezza dell'esofago,sia

Salve,sono una ragazza di 26 anni che purtroppo da circa dieci anni soffre di bulimia (tra interruzioni e riprese).Adesso però ho deciso di smettere seriamente perchè non voglio rovinarmi la vita e la salute per questo motivo.Ne ho parlato con i miei genitori e insieme abbiamo deciso di farmi seguire delle sedute di analisi,che spero mi aiutino davvero nelle risoluzione di questo problema.Ma veniamo al motivo di questo mio post...Esattamente 3 sere fa ho avuto l'ultimo episodio di vomito autoindotto e da circa un paio d'ore dopo l'episodio ho iniziato ad avvertire un dolore all'altezza dell'esofago,sia avanti che dietro.Una volta che mi sono addormentata ho trascorso la notte tranquillamente e il mattino dopo sembrava essere tutto passato,ma dopo poco essermi seduta con la schiena appoggiata allo schienale del letto il dolore è ricomparso per poi irradiarsi sul lato destro del petto,sempre sia avanti che dietro all'altezza della scapola.Ho provato a distendermi nuovamente e dopo un po' il dolore si è attenuato.Quando deglutisco non ho alcun fastidio,nemmeno quando ingerisco del cibo,nè ho problemi respiratori,però ho notato che il dolore,che normalmente è sopportabile,diventa più forte dopo un po' che ho finito di mangiare e in più a volte mi prende nella zona destra a volte nella sinistra del petto e dello sterno.Sono purtroppo un soggetto molto ansioso ed ho realmente paura che si tratti di qualcosa di grave.AL momento sono in cura per la sindrome del colon irritabile,che fortunatamente sta avendo esito positivo.Ribadisco che questo dolore all'esofago svanisce durante il sonno ed è assente al mio risveglio e ,altra cosa importante,ho eruttazioni frequenti,anche lontano dai pasti,senza rigurgiti o altro.Poco meno di un anno fa ho fatto delle analisi del sangue complete e tutto era nella norma,sempre nello stesso periodo ho eseguito una visita cardiologica ed era sempre tutto nella norma e in più ultimamente ho eseguito delle analisi dell'emocromo risultate perfettamente normali.Devo spaventarmi per ciò che mi sta succedendo?I miei genitori sostengono che questo dolore passerà da solo,l'importante è che non vomiti più,ma io non ne sono convinta.Ringrazio anticipatamente per l'attenzione dedicatami e per la risposta che mi verrà data.Distinti Saluti
[#1]
Dr. Mauro Di Camillo Gastroenterologo 3,5k 99
Cara Utente, visti tutti gli accertamenti eseguiti e con esito negativo, non penserei a nulla di serio, probabilmente una esofagite per i continui sforzi procurati in questi ultimi tempi.
Forse potrebbe esserle utile assumere un protettore dello stomaco, senta il parere del suo medico curante.
auguri per la terapia psicologica

Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio