Utente
La diarrea di mio padre è cominciata quasi un mese fa.
Il medico gli ha prescritto l’antibiotico Normix che lo ha fatto stare ancora più male, arrivando a 17 scarichi al giorno con la presenza di sangue.
Nell’attesa dei risultati delle analisi gli ha fatto fare una dieta di cibi senza scorie, ora mangia pochissimo ma comunque non appena ingerisce qualcosa, anche in caso di alimenti bianchi e duri, va subito in bagno: diarrea molto liquida con sangue e muco.
È dimagrito di 13 kili, ha inappetenza e leggera nausea da due giorni.
Dagli esami delle feci non ci sono infezioni, dalle analisi del sangue e dell’urina ci sono alcuni valori alti corrispondenti, a detta del medico, a una possibile infezione.
Tra qualche giorno ha la colonscopia, ma vi scrivo perchè sono molto preoccupata, lo vedo spegnersi giorno dopo giorno, il suo corpo rifiuta qualsiasi cosa, il suo viso è giallo e il sangue nelle feci è tanto, ho paura che nom abbia più ferro.
Un altro valore molto alto è il fibrinogeno, valore 675.
Chiedo con il cuore in mano un consiglio, ho anche paura che la soluzione che dovrà bere il giorno prima lo devasti completamente, più di quanto non lo sia ora.
Che puó essere?
Cosa potrebbe farlo sentire meglio?
È pericoloso il fatto che stia perdendo sangue da cosi tanto tempo?

Grazie infinite in anticipo.


Alessia

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Dovrebbe mandarmi i valori esatti degli esami. Per una diagnosi precisa, bisogna aspettare la colonscopia. Mi mandi subito anche quella, appena l ' avrà.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottor Tittobello,
Grazie per la risposta.

Le analisi sono molte dunque le scrivo qui i risultati sballati, magari i valori possono suggerire qualcosa.



Esame urina
emoglobina 0.15
Emazie 25
Leucociti 70

Elettroroforesi proteica
Albumina 47.9
Alfa 1 globulina % 8.7
Alfa 2 globulina % 15.4
Alfa 1 globulina # 0.56

eGFR 143
P-ferro totale 21

Ematologia
Emoglobina hb 13.7
Ematocrito hct 39.3
Leucociti wbc 10.50
Granulociti neutrofili % 68.6
Linfociti % 19.4
Piastrine 425

Fibrinogeno 672
INR 1.10

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Gli esami rivelano la presenza di una infiammazione di una certa entità e anche un ' anemia. Dobbiamo per forza aspettare la colonscopia.
Prof. alberto tittobello

[#4] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
Di seguito il risultato della colonscopia.
Si esplora la mucosa del grosso intestino fino al cieco. Le pareti dei tratti esplorati sono ben distensibili, rivestite da mucosa che dal retto per tutto il colon fino al fondo ciecale appare edematosa, congesta, con scomparsa della fisiologica trama vascolare venosa, sollevata in micromammelloni sanguinanti al contatto e disseminata di microascessi. Biopsie nel cieco ascendente, traverso discendente e sigma retto. Flogosi ed emorroidi in corrispondenza del canale. Visita gastroenterologica urgente.

La ringrazio e le auguro una buona giornata,

[#5]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
E' come pensavo : nulla di irreparabile, ma intensa infiammazione, che richiede la prescrizione di una terapia specifica da parte di un gastroenterologo. Io non posso farlo via web. Ma, tranquillo, sono situazioni ben curabili. Guarirà.
Prof. alberto tittobello

[#6] dopo  
Utente
Gentile dottore,
Le riscrivo dopo tanto tempo per dirle che mio padre ha avuto una colite ulcerosa acuta e sta seguendo una terapia data, ovviamente, dal gastroenterelogo. Sta meglio e va in bagno regolarmente senza i problemi che aveva, ma una cosa ci stupisce molto e stupisce anche il medico che ci segue, che vedremo la prossima settimana. Pur prendendo ferro per bocca da quasi due mesi, l’anemia persiste e non migliora nemmeno un po’. Questi sono i valori anormali delle analisi:
Emoglobina 11.6
Ematocrito 36.2%
Sideremia 21 mg dl
Globuli bianchi 13.6 mila ml
Rdw 15.6%
Pct 34%
Non perde più sangue e ha ricominciato a mangiare con le dovute accortezze consigliateci dal medico (no caffè, peperoncino e altre spezie, latticini, verdura e frutta).
Secondo lei dottore c’è dell’altro o semplicemente il ferro ci mette tanto a reintegrarsi? Ci sono delle probabilità che sia microcitemico perchè io ai tempi delle medie ho scoperto di esserlo tramite le analisi che ci facevano a scuola, dunque uno dei miei genitori presumo lo sia. Questo puó centrare?
La prossima settimana abbiamo la visita ma siamo un po’ in ansia e ho pensato di rivolgermi nuovamente a lei.
La ringraziamo di cuore,