Utente
Buonasera, sono un ragazzo di 19 anni, con una vita sentimentale soddisfacente, ho però problemi di ansia e una forma non eccessiva di emetofobia.

Il mio problema è che da agosto 2019 soffro di cattiva digestione e alcune sere prima di andare a dormire, mi viene anche un bruciore di stomaco che tratto con riopan.

Da 2 mesi assumo mezza pastiglia di domperidone prima di pranzo e cena, i sintomi sono: pesantezza dopo i pasti, alcuni giorni più e alcuni meno, svuotamento rallentato dello stomaco, ci metto circa 4 o più ore.
Il mio dubbio è il seguente, essendo abbastanza emetofobico, mangio con l'ansia della paura di non digerire o vomitare e questo mi porta ad un ulteriore rallentamento e senso di sazietà anche dopo i primi bocconi, mentre quando sono in compagnia o tra amici noto che questo problema diminuisce e impiego meno tempo a svuotare lo stomaco, insomma va a periodi.

Oltre questi sintomi non mi sembra di riscontrarne nessun altro, la mia paura è se questa situazione di dispepsia sia incurabile.

Inoltre noto che se fumo dopo i pasti sento un senso di pesantezza maggiore.
Di peso corporeo rimango costante intorno ai 68 kg, cerco sempre di mangiare molto perché vado in palestra e vorrei aumentare il peso, ma questo disturbo mi ostacola parecchio.

Cosa dovrei fare?
È possibile che si tratti solo di ansia, o sigarette?
Ne fumo circa 6 al giorno, anche prima o dopo aver mangiato.
Ringrazio in anticipo per eventuali risposte, buona giornata.

[#1]  
Dr. Ida Fumagalli

24% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
SPILIMBERGO (PN)
FIUME VENETO (PN)
UDINE (UD)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Come sempre dico che il Tuo medico curante é il miglior consulente ma visto anche il momento di dico quello che senza una vera visita posso dirti.
Intanto dovrei sapere se sei portatore di allergie o intolleranze o familiarità per qualche patologia.
Visto che tu stesso noti che il fumo ti disturba non fumare.
Prendi integratori tipo quelli delle palestre? Non prenderli.
Non posso dare consigli terapeutici in questa sede per cui rivolgiti appena puoi al tuo medico provando magari a cambiare terapia o a fare qualche accertamento per es EGDS e ecografia e esami laboratorio per valutare anche il fegato.
Non usare sostanze..
Cerca di fare pasti equilibrati nelle quantità e composizione.
Mastica molto bene.
Prova come antinausea lo zenzero.
Può giovare anche masticando pezzetti piccoli crudi di radice meglio bio.
Evita alcolici, riduci i grassi meglio crudi.
Sei dimagrito? Le feci sono normali?
Hai fatto viaggi in paesi stranieri?
Ci vuole una valutazione generale.
Dr. Ida Fumagalli

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta.
Il disturbo è cominciato quando sono tornato quest'estate dalla vacanza in Calabria nella quale ho anche iniziato a fumare.
No, integratori non ne prendo, durante il giorno faccio molti pasti, e ho notato anche che dall'estate scorsa riesco a mangiare molto meno, forse per un discorso psicologico, ma se prima riuscivo a mangiare pasta carne insalata uova dolce senza problemi ora dopo 200g di pasta sono bello che pieno.
Purtroppo la perdita di peso c'è stata, da 71 kg sono passato a 68.
Sicuramente appena finirà questa situazione andrò a farmi controllare da uno specialista, nel frattempo spero che non sia nulla di grave e sia tutta una questione legata ad ansia e stress (che ne ho molto).
Grazie.

[#3]  
Dr. Ida Fumagalli

24% attività
16% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
SPILIMBERGO (PN)
FIUME VENETO (PN)
UDINE (UD)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2013
Comunque tranquullo
Sono disturbi molto frequenti ma se non recedono parlerei col tuo medico per un approfondimento
Comunque 200 g di pasta mi pare troppo
Prova con la metà
Prova a seguire una dieta prevale temente di cibi freschi variando ogni giorno in modo di mangiare un po' di tutto
Dr. Ida Fumagalli