Utente
Salve, ho eseguito due volte gli esami della celiachia
2009 anticorpi anti endomisio negativo antitraglutaminasi iga 0, 13 (rif.
5-7 u/ml)
Igg 10, 80 (7/16 g/l)
Iga 1, 36 (0, 70-3, 70 g/l)
Igm 1, 80 (0, 40-2, 40 g/l)

2010 gastroscopia con esito ernia iatale e biopsie celiachia negative

2019 presso altro ospedale
Iga sieriche 129 (70-400 mgr/dl)
Anti gliadina iga 1, 0 (fino a 15 u/ml)
Anti gliadina iga 1, 0 (fino a 15 u/ml)
Anticorpi antiendomisio ema (i.
f. muscolo liscio di primate) negativo
Antitraglutaminasi iga 2, 4 (fino a 20 u/ml).

Come mai limiti di riferimento così diversi per antiTg?


Ho inoltre eseguito su feci test helicobacter, sangue occulto e calprotectina negativi.
Ecografia addominale tutto nella norma.

Nonostante gli esami non riesco a tranquillizzarmi poiché leggo della possibilità che vi sia celiachia nonostante la negatività degli esami su sangue.
Se è così perché il protocollo del ministero della salute, prevede di fermare l'iter diagnostico se antitraslutaminasi iga e iga totali sono nella norma?

Queste domande me le pongo perché soffro ovviamente di sintomi dubbi, da anni: evacuazioni molli, lucide, con muco e residui si verdure, (a volte liquide) di regola una volta al giorno, a periodi 3/4 volte al giorno, mal di testa, gonfiore addominale, rumori gastrici e intestinali, dolori articolari (al polso), ferritina al limite minimo (questo però da sempre, sono portatrice di Alfa talassemia), da ultimo anche spasmi/doloretti alla bocca dello stomaco e altezza ombelico, extrasistole soprattutto dopo i pasti.

Ho notato anche scariche di feci liquide dopo aver mangiato un gelato.

Presto tornerò dal gastroenterologo, ma in presenza di tutti questi sintomi comuni a diverse patologie volevo capire quanto rischio di avere una celiachia che sfugge alle analisi.
Come è possibile essere celiaci senza anticorpi?
Non tutti li producono?

Chiederò del test genetico, ma intanto spero mi spieghiate l'attendibilità delle analisi eseguite in presenza di questi sintomi.

Grazie

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La diagnosi di celiachia si fa sulle biopsie e lei ci dice che le sue sono negative quindi il discorso celiachia finisce qui!
Trovare pezzi di cibo visibili nelle feci è esclusivamente indice di masticazione frettolosa ed incompleta.
Per il resto direi, in prima battuta, intestino irritabile sorretto da moltissima ansia.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Intanto la ringrazio per la risposta.
Le biopsie sono state fatte nel 2010. Valgono ancora? Non potrebbe svilupparsi una celiachia negli anni?
A proposito delle analisi negative mi pare di capire che non sono sufficienti

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La celiachia si ha dalla nascita.
No, gli esami del sangue servono solo per screening.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Quindi una sola gastroscopia fatta 10 anni fa mi mette al sicuro? Grazie della disponibilità.

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Certamente
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
Grazie tante!

[#7] dopo  
Utente
Volevo chiedere se le feci lucide, brillanti possono essere segno di malassorbimento, insufficienza pancreatica o mancanza di enzimi digestivi. Sono sempre così, molli e lucide, mai opache. A contatto con l acqua non noto tracce di olio.
Non riesco a capire se il lucido sia dovuto al muco o al grasso. Ritrovo pezzi di vegetali, anche provando a masticare meglio e lentamente. È normale? Può essere solo colon irritabile? Il mio medico dice che trovare pezzi di cibo non è dovuto al colon ma allo stomaco che lavora male.
Altri sintomi sono eruttazioni ai pasti a anche a stomaco vuoto, extrasistole, rumori intestinali e gastrici e ultimamente qualche doloretto alla bocca dello stomaco.
Controllero' lipasi e amilasi pancreatica e farò esame feci. Può bastare?

[#8]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Trovare frammenti di cibo riconoscibili nelle feci è indice ESCLUSIVAMENTE di mastica,zione frettolosa ed incompleta,lo stomaco, poveretto, non ha colpe!!!!!!!
Quello che vede sulle feci è muco.
Probabilmente i fastidi sono solo da reflusso.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#9] dopo  
Utente
Grazie ancora, quindi non devo nemmeno pensare al pancreas? Come sarebbero le feci in caso di perdita di grassi?

[#10]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Grasse ed appiccicose, non vanno giù quando si scarica l'acqua del wc.
In più emanano un intenso odore rancido.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#11] dopo  
Utente
Sembra la descrizione delle mie. Essendo molli sporcano il wc e l'odore è forte. È difficile distinguere, rimango nel dubbio. Facendo un esame feci sicuramente si trovano residui, quindi non risolvererei. Non so cosa fare per chiarire questa situazione, avere ogni giorni feci molli, informi, lucide come se fossero bagnate mi preoccupa

[#12]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Faccia un esame chimico-fisico delle feci.....
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia