x

x

Fango biliare

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Salve, sono un ragazzo di 33 anni, vi scrivo per una diagnosi di fango biliare che mi e stata fatta.
In questi casi e consigliabile fare una terapia o una colecistectomia?
Quando e consigliabile ricorrere alla chirurgia?
Vi ringrazio in anticipo per la risposta.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69,1k 2,2k 88
Quali sono i suoi sintomi ?


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Allora nello specifico circa un mese fa ho avuto forti dolori nella parte destra del costato, e la settimana a seguire mi è rimasto un leggero fastidio mangiando in maniera leggera, la domenica dopo mangiando un po' più pesante pietanze ricche di grassi ragu mozzarella e spezzatino mi e ritornato il dolore forte ma leggermente meno doloroso del primo episodio il giorno dopo vado a fare un, ecografia e poi una colangio, dove si evince fango biliare. E comunque sia ho iniziato a prendere :DEURSIL 450 mg capsule rigide rilascio prolungato, dietro indicazione del medico di base, la quale ha consigliato intervento chirurgico per colecisti. E comunque sia dai primi due episodi di dolore al momento sto benissimo anche se ho azzardato a mangiare qualche cibo grasso questo mese 2 o 3 volte.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Aggiungo i risultati della colangio.
RM ADDOME SUPERIORE PER COLANGIO RM-
Esame eseguito con sequenze colangiografiche per lo studio delle vie biliari intra ed
extraepatiche ed integrato da sequenze T1, T2 pesate nonchè da sequenze DWI.
Colecisti in sede, distesa, con pareti ad aspetto irregolarmente tristratificato, come da
fenomeni di flogosi. Lume con segnale tenuemente iperintenso nelle sequenze T2 pesate
ed omogeneamente e vivacemente iperintenso in T1 come da lume completamente
occupato da bile densa e corpuscolata. Coesiste aspetto ampio (calibro di 7 mm) del dotto
cistico con lume che mostra analoga alterazione del segnale, come da impegno di fango
biliare
Nelle sequenze colangiografiche ben apprezzabili le vie biliari intraepatiche ed il coledoco
con mancata visualizzazione della colecisti, reperti che confermano ulteriormente il
sospetto di colecistite.
Normale decorso e calibro delle restanti vie biliari intra ed extraepatiche. In particolare il
coledoco mostra per tutto il suo decorso calibro massimo di 3 mm, in assenza di difetti di
riempimento.
Si associa la presenza di millimetrici linfonodi in sede pericolecistica ed in corrispodenza
deinio epatico.
dell'ilo
Collateralmente fegato di regolare morfovolumetria e segnale ove si eccettui formazione
cistica di 1 cm in corrispondenza del VII segmento epatico.
Milza nella norma per morfovolumetria, a segnale rispettato.
Pancreas a regolare morfologia e segnale, senza dilatazione dei dotti principali.
Reni in sede, regolari per forma, volume e segnale. Assenza di dislocazione e di
elementi calico-pielici.
Si rimanda a consulenza chirurgica per sintesi diagnostica e, qualora ritenuto clinicamente
opportuno, prosecuzione dell'iter diagnostico.
[#4]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69,1k 2,2k 88
Dire che c'è indicazione alla chirurgia....

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio