Utente
Gent.
mi dottori,

scrivo perché ho un problema che mi si ripresenta spesso e vorrei capire in quale direzione muovermi per scoprirne definitivamente la causa.

Ho sempre sofferto di nausee/mal di stomaco/gonfiore e, dopo anni di cure per gastrite, ho fatto una gastroscopia.
Cerco di rendere breve la "storia" in modo da darvi un quadro generale fino ad oggi: biopsia duodenale coerente con celiachia, analisi del sangue sempre negative (senza deficit di immunoglobuline) e genetica DEBOLMENTE positiva.
Breath test lattosio positivo.
Sono stata dichiarata celiachia e ho seguito dieta senza glutine per un anno, nel quale non ho mai più avuto problemi nè allo stomaco, nè quel senso di stanchezza, mancanza di concentrazione e sonnolenza severa che, delle volte prima della diagnosi, non mi permettevano nemmeno di guidare.
Allo scadere del mio anno di dieta gf, ho praticamente rifatto la gastroscopia che ha dato esito ottimo dal lato della celiachia (villi non più atrofizzati), ma ha evidenziato una gastrite erosiva per la quale ho fatto una cura.
Sono stata rimessa a dieta libera perché il quadro era anomalo, ho rifatto le analisi delle antitransglutaminasi dopo 4 mesi di dieta libera ed erano ancora negative.
Sono ancora a dieta libera da ormai 9 mesi.

Ora, negli ultimi 4/5 mesi ho avuto momenti in cui stavo bene e momenti in cui stavo male.
Alterno giorni in cui ho diarrea senza apparente motivo a giorni in cui mi sembrava stare bene.

Ultimamente, però, penso almeno un mese, mi è tornato quel senso di sonnolenza perenne, una sorta di stordimento "sugli occhi" che non so spiegare, che ho attribuito allo stress per la sessione di esami universitari e che ho cercato di superare con degli integratori.
Ho preso prima acutil fosforo, poi - poiché continuavo a stare male - in farmacia mi hanno detto di abbinarlo al Carnidyn plus, ma dopo diversi giorni ho continuato a stare male.
Tra l'altro, in contemporanea mi è tornato questo problema intestinale, che mi ha portato ad andare anche 5 volte in bagno (a diarrea) e che ho cercato di lenire prendendo Yovis compresse due volte al giorno.
La situazione si è calmata ma non si è risolta, perché nonostante i fermenti, continuo ad avere dolore allo stomaco e ad andare in bagno "male" (anche se poche volte al gg).

Mia madre ha riferito alla farmacista che l'associazione di integratori che mi hanno dato praticamente non mi faceva niente e mi hanno consigliato di sospenderli e prendere due flaconcini di co-carnetina b12 al giorno.
Li ho presi per 5 gg e quel senso di astenia e sonnolenza mi è passato lì per lì, ora è il secondo giorno che non li prendo e sto di nuovo al punto di partenza.
Analisi del sangue sempre più o meno buone, a parte un po' di leucopenia che mi viene anche questa "a tratti" (faccio le analisi ogni 15gg sotto consiglio del mio curante quando mi capita e in genere rientrano sempre), nessuna anemia e nessuna carenza di ferro.
Cosa dovrei fare?
Grazie in anticipo.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Lei ha già provato l' esperienza di vedere scomparire i disturbi, riprendendo la dieta priva di glutine. Credo che dovrà riprenderla, prima di cerare altre cause.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo prof. Tittobello,

Grazie per la risposta. Lei pensa che quindi possa essere una condizione solo correlata ad una ipotetica celiachia? Secondo il mio gastroenterologo - date le analisi del sangue sempre negative - è molto difficile. Mi parlava, però, della possibilità dell'EMA biopsy, quindi non so se la prossima gastroscopia che farò sarà volta anche alla ricerca di anticorpi nel sangue.

A parte ciò, volevo farle due ulteriori domande:
1) è normale che io abbia sintomi "a periodi"? Passo settimane in cui sto malissimo e settimane in cui sto benissimo. È vero che esiste la celiachia asintomatica, ma è possibile che sia "sintomatica a tratti"?

2) per quanto riguarda il forte senso di sonnolenza pensa sia stata una coincidenza quella della B12 che "ha fatto effetto"? Leggendo su internet ho visto che può essere anche legata a carenze di acido folico e mia sorella ha una mutazione genetica che le porta ad avere omocisteina alta (assume folina giornalmente). Una volta ho fatto anche io l'esame ed era risultata pochissimo oltre il limite superiore... Pensa che debba fare lo screening per la trombofilia anche io?