Diarrea persistente

Salve,
Sono una ragazza di 19 anni, lo ammetto, molto ansiosa.
È circa un mesetto che soffro di problemi intestinali, inizialmente alternando diarrea e stipsi, con un dolore al basso ventre, svenimenti (forse però attribuibili ad attacchi di panico...), che però sembravano essersi risolti con qualche giorno di enterogermina.
Dopodiché, si ripresenta la diarrea e il medico mi prescrive del Tiorfix, che, ahimè, non fa altro che bloccare il mio intestino, rendendo le feci molto dure, che poi sfociano di nuova in diarrea.
Mercoledì 26 agosto di era ho avuto molte scariche, circa 10, accompagnate da sensi di debolezza e svenimento, che proseguono anche a notte inoltrata e il mattino seguente.
Il medico mi ha detto di prendere Normix 2 volte al giorno, mattina e sera, + enterogermina.
Nei giorni successivi ho continuato con la diarrea, magari si, con feci molto molli e non del tutto liquide, però non ho mai avuto una regolarizzazione intestinale, ho difficoltà a mangiare per via della nausea, e non riesco a dormire.
Stanotte ho avuto delle scariche con molto muco nelle feci, cosa che mi ha spaventata molto e stavo per recarmi al P.
s., cosa che mi è stata però largamente sconsigliata.

Inutile dire che sono stanca e sfinita,
Ho effettuato delle analisi del sangue qualche settimana fa e avevo dei valori un po’ alti, come gamma glutamil e bilirubina.
Il medico mi ha prescritto altre analisi, dopo avermi visitata, non provavo alcun dolore in alcun punto di pancia e addome.
Aspetto risultati delle analisi delle feci (coprocultira, esame parassitoligico e ricerca de, closteiduym difficile a e b), e dovrei effettuare un’ecografia addominale e altre analisi del sangue, ma purtroppo sono troppo debilitata per uscire di casa.

In seguito alle scariche di muco mi è stato detto oggi di prendere 2 compresse di normix alla mattina, e 2 alla sera.

Non è presente sangue nelle feci.
Può essere qualcosa di grave oppure devo semplicemente calmarmi?

Chiedo qui un parere perché sono stanca e spaventata, mi scuso per eventuali errori, ma davvero, voglio ritornare ad essere la ragazza attiva che ero prima.
[#1]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
Innanzitutto la risposta alla sua domanda: nella descrizione non ci sono elementi che facciano pensare a una situazione "grave". L'ansia per questa circostanza non è di aiuto.
Suppongo che il suo medico curante le abbia prescritto tra le analisi di laboratorio quelle per verificare intolleranza al glutine e quelle per esplorare la funzione della tiroide. Attendiamo la risposta.
Se dovessero risultare nella norma le consiglio comunque una visita specialistica gastroenterologica.
Il normix le serve a poco, si preoccupi di bere a sufficienza.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dottore grazie della tempestiva risposta. Mi rassicura che lei la pensi così. In ogni certamente ripeterò le analisi per la celiachia (antitransaglutaminasi) , qualche settimana fa ho effettuato solo quelle degli anticorpi IgA, il cui valore è risultato negativo
Per quanto riguarda il normix, perché lo ritiene inefficace? C'è altro che io possa fare?
[#3]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
Perché c'è incongruenza tra la ricerca di Clostridium difficile (anche se in considerazione dell'età e della descrizione dei sintomi lo ritengo molto improbabile) e la prescrizione di Rifaximina.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#4]
dopo
Utente
Utente
Dottore buongiorno, le analisi delle feci sono tutte negative..
Ho avuto meno scariche stanotte, ma tempo che interrompendo il normix le cose possano degenerare..
Non so cosa fare, dopodomani ho l'ecografia addominale e in questi giorni farò anche le altre analisi
[#5]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
Bene.
Aspettiamo allora le risposte delle analisi e dell'ecografia.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#6]
dopo
Utente
Utente
Dottore ho avuto i risultati dell'ecografia e ho il fegato "grasso".. Sono un po' preoccupata
[#7]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
La steatosi epatica è piuttosto comune in caso di sovrappeso. L'approccio terapeutico fondamentale è di tipo nutrizionale con limitazione degli zuccheri (bevande zuccherate, dolciumi, etc) ed eliminazione degli alcolici in un contesto dietetico equilibrato e con esercizio fisico costante che miri al ripristino della massa corporea ottimale.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#8]
dopo
Utente
Utente
Ma è una patologia che può regredire se si adotta un corretto stile di vita?..
Scusi ancora dottore
[#9]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
Sì.
Lentamente, ma sì.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#10]
dopo
Utente
Utente
Dottore buongiorno
Ho avuto gli esiti delle analisi del sangue,
Colesterolo e trigliceridi nella norma, ma ho le immunoglobine iga a 614, bilirubina totale 3.96 (indiretta 3.49), got 31, gamma glutamil 89, gtp-alt 54, ves 59
Per il resto tutto nella norma.
In generale i valori sono leggermente inferiori all'altra volta, se non per le immunoglobuline iga che sono aumentate.. Che ne pensa?
E il ves può essere alto per un'infezione-virus intestinale?
[#11]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
Le alterazioni delle analisi di laboratorio non sono sufficienti a inquadrare con precisione il quadro diagnostico. Ritorno a quanto le ho indicato nella prima risposta: effettui una visita specialistica gastroenterologica.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#12]
dopo
Utente
Utente
Dottore le riscrivo per quanto riguarda la diarrea, so che mi ha consigliato una visita gastroenterologica
Ma per il momento sono impossibilitata a farla e sono seguita da un internista.. Comunque sto prendendo ormai da 5 giorni lactibiane imedia (probiotici) e la situazione sembrava migliorata fino a stasera, che mi sento di nuovo malissimo, con nausea e noto dei pezzi di cibo nelle feci (scusi la volgarità..), fra cui sopratutto delle carote. Purtroppo ho avuto molte "scariche" (non so se definirle propriamente così non essendo liquide ma abbastanza compatte per ora)
Mi scusi.. Davvero
[#13]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
La situazione che descrive, pur essendo disagevole, non è rischiosa. In attesa della visita, che continuo a raccomandarle, continui pure con i probiotici, abbia cura di una buona idratazione e consumi pasti semplici.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#14]
dopo
Utente
Utente
Dottore la ringrazio come sempre.. Ma davvero è insostenibile
Non esco di casa da circa un mese se non per fare accertamenti e mi sento come se la mia vita fosse 'in pausa'
Non c'è proprio nient'altro che io possa fare?
[#15]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
Accanto a quello che le ho segnalato, posso consigliarle in aggiunta di attenuare lo stress psicologico che traspare dal suo post chiedendo un consulto agli psicologi del sito.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#16]
dopo
Utente
Utente
Guardi le hai ragione, ma essendo che la diarrea non passa come potrei "rilassarmi"?
In ogni caso il medico mi ha dato altre 4 pasticche di normix (a detta sua per disinfettare l'organismo), e nel caso non dovesse passare di procedere con il diosmectal.
Non avendolo mai preso volevo chiederle se c'è il rischio che mi porti ad una momentanea syipsi che potrebbe solo 'mascherare' la diarrea.
[#17]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
La diosmectite è un farmaco sintomatico il cui obiettivo è quello di ridurre la diarrea; può essere utile per renderle più sopportabile la situazione attuale in attesa della visita.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#18]
dopo
Utente
Utente
Purtroppo niente mi sta aiutando
Ieri mi sembrava di star meglio, ma purtroppo stamattina inizialmente ho evacuat o feci più solide e scure, per poi passare dopo 2-3 scariche a feci completamente acquose
[#19]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
È probabile che una visita specialistica gastroenterologica e una consulenza psicologica le possano essere d'aiuto.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#20]
dopo
Utente
Utente
Dottore scusi ancora,
So che mi sta pressando per una visita gastroenterologica ma purtroppo al momento sono davvero impossibilitata
Il medico che mi segue (internista) mi ha prescritto il normix con una bustina di diosmectal ma purtroppo non ho trovato giovamento, anzi, temo che aver ricominciato ad assumere il normix abbia peggiorato i sintomi. Stanotte mi sono svegliata dopo un'oretta di sonno con un dolore di pancia molto forte, sono andata di corpo dapprima più solido, per poi arrivare al liquido, e ho avuto più volte scariche completamente trasparenti (circa 7). Sottolineo che sto mangiando molto poco e bevo molto, potrebbe essere anche dovuto a questo?
Trovavo più giovamento ad assumere dei probiotici (lactibiane imedia nello specifico) e volevo chiederle se, secondo lei, posso ricominciare ad assumere i suddetti probiotici anche in coincidenza del normix
In più un altro sintomo che non le ho descritto è che io sento una eccessiva mobilità intestinale dopo mangiato, ma anche dopo aver semplicemente bevuto dell'acqua, è come se il cibo e i liquidi circolassero troppo velocemente nella pancia, causando i classici borbottii..
Se non vorrà più aiutarmi lo capisco, nel caso in cui mi aiutasse, la ringrazio infinitamente
[#21]
dopo
Utente
Utente
Ah ho dimenticato di dire che i dolori alla pancia sono presenti soltanto prima dell'evacuazione, nel resto della giornata non ho particolari dolori addominali.
Circa una decina di anni fa mi sono recata da un gastroenterologo (ero molto piccola avevo 9 anni) sempre per problemi di diarrea, il quale mi diagnosticó una sindrome del colon irritabile, che poi ho però risolto con dei farmaci come il debridat (che ho provato ad assumere anche un mesetto fa ma mi ha causato uno svenimento)
Lei crede che possa essere che un virus, avendo io già una base "debole" a livello del colon e dell'intestino, a causarmi questa diarrea cronica? Perché io credo effettivamente di aver avuto un virus, alla fine di agosto, la diarrea che accusavo prima di allora era sporadica e meno disagevole, diciamo la tipica diarrea da stress esami ecc.
Credo effettivamente di aver avuto un virus a partire dal 26-08 perché oltre ad avere diarrea avevo forte nausea molto forte, brividi, sensazioni di caldo e freddo e decimi di febbre, che ora, per fortuna, non presento più.
[#22]
dopo
Utente
Utente
Visto il peggioramento (scariche di acqua trasparente) il medico mi ha sospeso il normix, e mi ha dato lopemid+fermenti lattici... Lei che dice?
[#23]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
<<Lei che dice?>>
Che invece di procedere per tentativi farei:
1) visita specialistica gastroenterologica per un corretto inquadramento diagnostico e terapia mirata di lungo periodo
2) consulto psichiatrico per definizione del livello di ansia e valutazione di terapia di supporto

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#24]
dopo
Utente
Utente
Ma io non sono più in ansia sono soltanto stanca della situazione..
[#25]
dopo
Utente
Utente
Dottore mi scusi sono più di 48 ore che non vado al bagno dopo aver assunto lopemid e probiotici, devo preoccuparmi?
[#26]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
Non deve "preoccuparsi", ma dovrebbe "occuparsene".
Le propongo nuovamente di fare le due visite che le ho già indicate.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#27]
dopo
Utente
Utente
Sono riuscita ad ottenere una visita gastroenterologica per la giornata di domani, tuttavia ora i sintomi si stanno attenuando e ho notato che i miei dolori di presentano solo prima dell'evacuazione
Ora sto assumendo solo probiotici
[#28]
dopo
Utente
Utente
Dottore ho effettuato la visita e mi sono stati prescritti esami della tiroide e calprotectina fecale.
In più mi è stato prescritto gelsectan 2 compresse al mattino e 2 alla sera
[#29]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
Mi sembra un approccio condivisibile.
Attendiamo il risultato e il beneficio dall'integratore prescritto.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#30]
dopo
Utente
Utente
L'unica cosa è che non ho ben capito se posso continuare con i probiotici o se devo interromperli.. Scusi la domanda stupida ma credo di aver capito che devo continuare per altri 5 giorni anche con probiotici e poi interomperli
Grazie della disponibilità
[#31]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
Può farlo

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#32]
dopo
Utente
Utente
Dottore scusi se la disturbo ancora,
La diarrea per ora sembra passata (ultima scarica venerdì, oggi è martedì)
L'unico problema è che continuo a trovare pezzi di cibo nelle feci se mangio ad esempio le zucchine..
E a volte nonostante le feci siano solide credo siano un po' troppe rispetto a ciò che mangio.. Pensa possa trattarsi di malassorbimento? Se si dovuto a cosa poi? Ho paura di avere una malattia grave a questo punto tipo morbo di crohn
[#33]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
Non è un aspetto patologico il riscontro di frammenti nelle feci.
Il malassorbimento/maldigestione comporta diarrea. E comunque le analisi di laboratorio sono importanti per segnalare carenze.
L'orientamento diagnostico per Crohn è difficile che possa sfuggire a un gastroenterologo.

"Ho paura che..." Le resta la seconda visita da fare.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#34]
dopo
Utente
Utente
Ho fatto le analisi del ferro e sodio calcio ecc più di un mese fa prima di avere così tanta diarrea. Comunque temo di non assorbire niente perché ho un aumento spropositato del volume delle feci, in più ieri sera tardi sono arrivata ad avere un po' di diarrea.
Il gastroenterologo era preoccupato per la ves alta e mi ha prescritto la calprotectina per questo anche ho paura del crohn dottore..
[#35]
dopo
Utente
Utente
Dottore scusi
Sono stata ancora male avendo evacuato un numero considerevole di volte oggi, ma purtroppo ho finito i miei probiotici e sono impossibilitata dall'andare in farmacia. Posso assumere un enterogermina 6 miliardi per oggi? (il medico che mi diede il lactibiane è irraggiungibile)
[#36]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
S', può farlo

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#37]
dopo
Utente
Utente
Dottore buongiorno,
Se non le dispiace avrei un'altra domanda :
I miei disturbi si stanno attenuando, ora però ho molta aria nella pancia, mi fa anche molto moltissimo rumore nella parte inferiore dell'addome e sto evacuando molto poco e duro.
Ho completamente eliminato tutte le verdure, comprese le carote perché come le ho già detto le trovo per intero nelle feci e in quei momenti provo dei dolori molto forti alla pancia. La mia domanda è più che altro dal punto di vista 'nutrizionale', può essere dannoso non mangiare più verdure? Dovrei cercare di sopportare i miei 'sintomi' e introdurlo ugualmente?
Scusi ancora il disturbo
[#38]
dopo
Utente
Utente
Dottore le scrivo proprio ora che ho avuto un'altra crisi.. Dopo tanti borbottii ho evacuato altri pezzetti molto solidi, espulso molto gas.. Con dei dolori assurdi e piano piano ho espulso feci sempre più liquide per arrivare alla diarrea con una scarica finale con muco..
[#39]
dopo
Utente
Utente
Confermo che ora sono sulla diarrea liquida con muco.. Per 2 giorni non riuscivo ad evacuare se non pezzetti piccoli e duri..
Non so più come comportarmi, tutti mi dicono che è 'una colite', ma può una colite durare mesi?
[#40]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
Le manifestazioni di un disturbo funzionale intestinale possono durare molto più di mesi.
Se può tranquillizzare, anche se l'esame delle feci di qualche tempo fa era nella norma, può ripeterlo.
La calprotectina fecale che valore presenta?

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#41]
dopo
Utente
Utente
Dottore domani avrò i risultati della calprotectina
Oggi ho avuto quelli della tiroide
TSH 5.56 (credo questo sia alterato ma ovviamente sono ignorante in materia)
Ft3 3.35
Ft4 1.15

Ma io non capisco cioè (si lo so è sbagliato cercare su internet) teoricamente il tsh alto è indice di ipotiroidismo.. Ma non dovrebbe dare problemi come i miei, anzi, sbaglio?
Poi provando a mangiare senza glutine e lattosio trovo giovamento, anche se sono negativa agli anticorpi della celiachia.. Dovrei sottopormi a una gastroscopia per sicurezza?
[#42]
dopo
Utente
Utente
Calprotectina a 17, il massimo normale è considerato 15.. Rientro nel range dubbio c'è scritto che è grave sopra i 60
Posso stare tranquilla?
[#43]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
I valori del profilo tiroideo indicano una condizione di ipotiroidismo che dovrà essere sottoposta ad ulteriori accertamenti per i quali dovrà consultare un endocrinologo.
Allo stato attuale non c'è indicazione per effettuare una gastroscopia.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#44]
dopo
Utente
Utente
E la calprotectina?
[#45]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
Non mi pare che indichi una franca infiammazione intestinale.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#46]
dopo
Utente
Utente
Quindi lei escluderebbe morbo di crohn?
Io ora ci sono dei giorni in cui sto meglio (ieri) finché non compare un qualche dolore che ieri sera si è localizzato a destra dellombelico e stamattina ho avuto di nuovo molta aria e un po' di diarrea con muco.. Forse pretendo troppo dovrei aspettare che si regolarissi ma volevo sapere se rientra nella normalità
Scusi se ormai la sto assillando da mesi la ringrazio infinitamente dottore, davvero
[#47]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
La diagnosi di malattia di Crohn non è una diagnosi di esclusione, cioè non si basa su caratteristiche di assenza di altre malattie; la diagnosi di M di Crohn si pone correttamente su riscontri istologici da biopsia.
Detto questo, perché dobbiamo pensare alla malattia di Crohn nel suo caso? Non c'è una convergenza di sintomi, né una indagine di forte sospetto.

La calprotectina fecale è una indagine a valore prognostico, non diagnostico. Se è aumentata, ci dice semplicemente che è presente una infiammazione della mucosa gastroenterica, ma non ci dice quale malattia infiammatoria sia. La sua variazione - una volta stabilita la diagnosi - ci fa comprendere nel tempo come sta progredendo nel tempo l'attività della malattia e ci suggerisce opportune variazioni della terapia.

Penso che, perché lei stia meglio, sia necessario che sia seguita dal gastroenterologo secondo le visite programmate e senza interrogarsi su ogni risposta di analisi e su ogni variazione dei sintomi; inoltre raccomando ancora la consulenza psichiatrica per avere gli opportuni suggerimenti per la gestione delle sensazioni e del comportamento.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

[#48]
dopo
Utente
Utente
Sisi lo so devo andare a giorni dal gastroenterologo solo che sto avendo problemi a contattarlo essendo lui in ospedale non rispondono al laboratorio ecco.
La ringrazio è che il muco nelle feci non lo avevo mai trovato prima d'ora e questo mi preoccupa unito alla ves a 59. .
Grazie davvero
[#49]
dopo
Utente
Utente
Dottore buongiorno e mi scusi per il messaggio che segue che sarà un po' lungo ma vorrei un vero e proprio "parere"
Sono in attesa della visita gastroenterologica di controllo che avrò tra 8 giorni in cui mostreró tutti gli accertamenti fatti al medico e decideremo come procedere.. Spero non con una colonscopia.. Lei, in un quadro come il mio (diarrea cronica, ves alta a 59 con massimo 10, calprotectina a 17 con massimo 15 e sintomi vari) la farebbe fare? Glielo chiedo cosi da mettermi l'anima in pace.
Comunque, da quando seguo una dieta molto restrittiva (autonomamente per ora) sto un pochino meglio e non ho più feci liquide quotidianamente, tuttavia ad esempio stamattina ho avuto un po' di diarrea con forti dolori.
Volevo chiederle, ho delle afte in bocca, nella guancia interna, non riesco a capire se mi siano uscite in seguito ad un trauma (morso accidentale che ho dato alla pelle) oppure se ci fossero già prima e sono stata io a peggiorare la situazione morendo per sbaglio. La domanda è: le afte hanno correlazioni con problemi gastrointestinali? E la steatosi epatica? E per quanto riguarda la tiroide? Ha un attinenza con i miei sintomi?
Mi scusi ma essendo mesi che effettuo esami ecc, vorrei capire se ci può essere una correlazione fra queste varie "anomalie" e sono sicura che lei, con le sue risposte esaustive possa aiutarmi nell'attesa della visita che effettueró ovviamente la prossima settimana.
[#50]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore. Le scrivo anche se non ha risposto alle mie vecchie domande, che nel dubbio le ripropongo. Ho avuto la possibilità di farmi visitare da un medico di medicina generale, venuto a casa per dei miei parenti, che mi ha diagnosticato una sindome del colon irritabile, stando a tutti i miei sintomi e dopo una visita accurata. Il gastroenterologo a cui mi sono rivolta non mi ha mai realmente visitata ma si è limitato a leggere le analisi e ad ascoltare i miei problemi, quindi questa cosa non mi fa stare serena. Per questo motivo parlare con quest'altro medico, che so per certo sia anche molto competente anche in questo ambito dato che lo conosco da quando ero bambina ed è sempre stato lui a curarmi, mi ha fatta certamente sentire meglio come credo lei capirà bene. Il medico in questione mi ha prescritto una terapia a lungo termine, composta da pentacol e fermenti lattici. Io, però, non ho mai iniziato questa terapia in quanto avevo già prenotata per 5 giorni dopo la visita dal gastro, che leggendo i risultati della calprotectina mi ha subito liquidato con un "lei non ha nulla", e quando ho provato porgli delle domande, è sempre rimasto molto vago, cioè mi sento come se andarci sia stato inutile. Mi ha detto di continuare per un po' con il gelsectan, e mi stava mandando via così. Io gli ho mostrato la cura che mi era stata consigliata dal mio medico e lui mi ha risposto che era una terapia corretta, ma che la riteneva esagerata alla mia giovane età e che si, soffro di colon irritabile ma che devo cercare di non usarne. (questo era il senso).
Comunque da quando seguo una dieta tipo Fodmap, sto molto meglio, però mi capitano dei giorni di stitichezza e persistono momenti in cui la pancia mi fa molto rumore. Nonostante tutto sono molto più serena e non è più invalidante per me la mia condizione, se non ripeto per rare volte in cui mi ritrovo a non evacuare per una giornata intera, oppure al contrario, alcuni giorni il mio intestino risulta iperattivo, ma credo che ciò sia "normale" nella mia condizione.
Vorrei un suo parere su tutto ciò. La ringrazio per la disponibilità
[#51]
dopo
Utente
Utente
Per favore qualcuno mi risponda..
Soffrendo anche di reflusso vorrei sapere se posso assumere gelsectan prima di cena e gaviscon dopo..
[#52]
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo 4,6k 140 94
Può prendere i due prodotti.
Se è più serena va e la sua situazione è tollerabile, è in via di risoluzione.

Alessandro Scuotto, MD, PhD.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio