Utente
Salve ho 24 anni e penso di avere un tumore al pancreas.

Premetto alcune cose:
Sono ipocondriaco: assumo 7.5 mg di abilify al mattino e tranquirit al necessario.

Figlio di due medici che però ormai non riescono più a stare dietro alle mie paure, ma questa volta penso di avere ragione.

Inizia tutto il 14 agosto in cui noto delle urine molto scure e concentrate... queste urine nella maggior parte della giornata sono di colore scuro (i miei genitori sostengono il contrario) ma vi assicuro che ho notato il cambiamento.
Inizialmente pensavo fosse un tumore alla vescica con presenza di sangue, poi in questi giorni ho pensato fosse un tumore al fegato, dato che ho perso in questo mese 2 kg a causa di inappetenza (non mi abbuffo più come prima e mangio solo un primo a pranzo e solo un secondo a cena) e dato che ho cominciato ad avere prurito la notte.
Ho cercato di tranquillizzarmi e una collega dei miei con cui mi confido mi ha detto che non era possibile che avessi tumore al fegato e mi ha chiesto di che colore avessi le feci perché sarebbero dovute essere chiare.
Da lì comincio a farci caso e sono 2 giorni che il primo pezzo di feci è incolore, il resto tutto nella norma Cioe si colorano.
Ho deciso, data la mia convinzione di farmi fare ecografia addome e tranne una Steatosi epatica che ho da qualche anno, tutto nella norma.

Ad oggi data la frequenza delle minzioni, il colore scuro delle stesse, il colore chiaro del primo pezzo di feci, e prurito nonchè dimagrimento (o sgonfiare) sono sicuro del tumore al pancreas, solo che i miei genitori mi dicono sia altamente improbabile se non impossibile e che mi sto rifissando come sempre.

Ad oggi vi chiedo cosa posso fare per sventare questa idea?
Perché i miei genitori parlano di impossibilità?
Al posto mio non si spaventerebbe chiunque?

Grazie mille e cordiali saluti, in attesa di vostra risposta

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Io le consiglierei di rileggere l'elenco dei suoi consulti precedenti..

Parla di paura di tumore dal 2016....

Ma si rende conto ?
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore. Si io mi rendo conto benissimo che ho una patologia molto importante del pensiero. Sono in cura per questo motivo, perché la mia vita la sto rovinando pian piano.
Però purtroppo mi accadono cose che sono facilmente ricollegabili al mio più grande timore.
Per lei è normale che io abbia perso 2 kg in poco tempo e che abbia le urine concentrate e scure? Pur di tranquillizzarmi mi è stato detto persino che un tumore alla testa del pancreas è visionabile (se già dà tutti questi sintomi) anche in ecografia, quando sappiamo benissimo (o almeno così ho letto) che è impossibile visionare il pancreas con eco addome.
Ho fatto ecografia sia da mia madre sia da un altro medico per sicurezza.
Perché sottovalutare??
Io vorrei fare una tac, ma i miei genitori rispondono che si dissociano da queste mie pretese inutili.
La mia domanda è: data la presenza di tutti questi sintomi ricollegabili unicamente al tumore al fegato (che ho escluso) e al pancreas, perché escluderlo a priori? Essere ipocondriaci e fissati non esclude l’essere malati di tumore.
Mi consiglia qualche accertamento nello specifico?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Direi che non ha necessità di accertamenti specifici
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it