Utente
Mio padre pregresso BIPAC+ventricoloplastica sn, diabete mellito di tipo 2.
Da qualche giorno fastidio in ipocondrio dx e nausea.
anamnesi: all'osserevazione iniziale ittero con subittero sclerale, pv nella norma, addome notevolemente disteso ma trattabile, blumberg neg, cmp dilatativa, non versamento pericardico, minimo versamento pleurico basale dx, ascite diffusa periepatica, perisplenica, tra le anse ed in pelvi, lume della colecisti completamente occupato da materiale tipo sludge biliare ecg ritmo sinusale con eas noto.
Dopo effettuavano ECOGRAFIA ADDOME IN TOTO: l'esame ecografico eseguito in criterio di urgenza dimostra fegato volumetricamente ridotto, a profli bozzelluti, ad ecostruttura accentuata e grossolana a tipo epatopatia cronica cirrotica, senza riconoscibili nodularità patologiche intracontestuali.
La colecisti appare distesa, a pareti complessivamente ispessite (in media 5-6mm.
) completamente repleta da materiale a tipo fango e sabbia biliari.
Non rilevate significative dilatazioni delle vie biliari intra ed extraepatica all'attuale controllo.
Pancreas ed aorta addominale appaiono completamente inesplorabili dato l'habitus costituzionale del paziente con Milza tendenzialmente splenomegalica di circa 117mm, ad ecostruttura omogenea.
CG addome teso e globoso, il meteorismo intestinale interposto e la presenza di versamento addominale ascitico disposto prevalentemente in sede periepatica (spessore massimo dalla cupola diaframmatica di almeno 35mm.
con quota di versamento leggermente minore a sede centro-addominale superiore.
Non riscontrati reperti d'aspetto patologico a livello dei reni bilateralmente (spessore corticale renale ancora conservato e rappresentata differenziazione cortico-midollare).
Vescica mediamente distesa, a morfologia globosa con pareti complessivamente un po' ispessite come per iniziale ipertrofia detrusoriale improntata a livello del pavimento vescicale da parte della prostata che appare ingrandita allo studio per via sovrapubica, con diametro latero-laterale di almeno 48mm.
Versamento più modesto evidenziato anche in sede periviscerale pelvica.
Risultati esami ematici: globuli rossi (4, 50/6, 23) 4, 23; MCV (fl 80/97) 101, 9; MCH (pg 27/33) 36, 4, PT TEMPO DI QUICK (% 70/130) 63; RDW-CV (% 12, 5/15) 15, 1; Glucosio (mg/dl 74/106) 315; Sodio (mmol/l 136/145) 133; BILIRUBINA DIRETTA (mg/dl 0, 1/0, 3) 7, 4; BILIRUBINA INDIRETTA (mg/dl 0, 1/0, 9) 7, 07 ; BILIRUBINA TOTALE (mg/dl 0, 3/1, 2) 14.47; AST/GOT Aspartato aminotransferasi (u/l 1/50) 117; ALT/GPT Alanina aminotransferasi (u/l 1/50) 136; Fosfatasi alcalina (u/l 30/120) 131; GGT Gamma glutamil transpeptidasi (u/l 2/55) 1112; Proteina C reativa (mg/l 0/5) 24, 3, Cosa potrebbe avere... cirrosi alla fase terminale?
calcoli alla coleicisti?
Oppure cosa?
Il fegato è recuperabile o?

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Direi cirrosi in fase di scompenso.
Fegato recuperabile?
Impossibile dirlo sulla base delle poche informazioni disponibili
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno, grazie per la risposta, lei la chiama cirrosi con scompenso, me è chiamata anche: cirrosi in fase ascitica o in fase terminale? Da articolo medico scientifico: è difficile predire con certezza l'andamento della stessa ma è possibile affermare che una volta che si è verificato un episodio di scompenso, la mortalità è valutabile in circa l'85% a 5 anni (a meno che non sia eseguibile un trapianto di fegato). È vero?è possibile che mio padre abbia sia la cirrosi ma anche questo fango alla coleicisti per qualcosa che non c'entra con la cirrosi? I segni di un tumore potevano essere visti nell'ecografia? Potrebbe un tumore causare il fango nella colecisti?

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Occorre valutare caso per caso, inutile leggere articoli scientifici senza poterli interpretare.
Possono coesistere cirrosi e fango biliare.
All'ecografia, in un fegato c irrotico, si vedono segni di tumore se questo è "grande".
Il fango non è causato da un tumore.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia