Utente
Buongiorno, scrivo per un problema che ormai da 4 mesi mi perseguita condizionando non poco la mia vita.
Premetto che sono un soggetto ansioso ed ipocondriaco e sono in terapia da uno psicologo per questo motivo.
Come dicevo da 4 mesi ho disturbi intestinali, irregolarità dell'alvo con alternanza di stitichezza e feci molli e poco formate a periodi di evaquazioni normali.
Passo dall'andare in bagno 4 volte in un giorno al nn andarci affatto.
Ho gorgoglio addominale soprattutto al mattino ed ogni volta che si presenta una di queste situazioni l'ansia aumenta.
Ho effettuato diversi esami tra cui: Tac con liquido di contrasto dalla quale non è emerso nulla di rilevante, colon ben canalizzato (ma specificano che non è l'esame di punta senza dovuta preparazione), pancreas, reni, tutto apposto.
Esami del sangue perfetti, esame delle feci nella norma tra cui anche sangue occulto negativo.
Il mio medico mi ha prescritto pentacol da assumere 3 volte al giorno perché ritiene che sia presente una colite, io leggo su internet di tumori al colon ecc...e nonostante le rassicurazioni del mio medico che dopo l'ultima visita ha giudicato il mio intestino dopo la palpazione "bello" rimango con la mia ansia e coi disturbi...Mi parlano di colon irritabile ma non riesco a venirne a capo.
Secondo voi cosa potrebbe essere?
Mi sto preoccupando eccessivamente?
Grazie per l'attenzione

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Verosimilmente solo intestino irritabile più tanta ansia.
Se proprio vuole venirne a capo, faccia una colonscopia.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta.Anche il mio medico pensa ad un colon irritabile,il mio stato ansioso e la mia ipocondria possono davvero portare a questo tipo di problemi?Non ho mai dato troppo fondamento alla teoria dell'intestino come secondo cervello,forse mi dovrò ricredere